Pagelle Chievo – Bologna 2-3: Destro e Verdi i gemelli del gol! – Voti Fantacalcio

Pagelle Chievo – Bologna 2-3: Destro e Verdi i gemelli del gol! – Voti Fantacalcio

Doppietta dell’attaccante e gol del centrocampista offensivo per tre punti d’oro ai felsinei in casa del Chievo a segno con Inglese e Cacciatore. Nel finale espulso Poli.

di Voti Fantamagazine

Nel primo anticipo della 18a giornata, il Chievo ospita il Bologna al Bentegodi. Partita equilibrata, decisa solo ed esclusivamente dagli episodi più che dalle giocate dei singoli. Il Bologna segna e il Chievo rincorre, anche quando dopo l’espulsione di Poli e il pareggio di Cacciatore, la partita sembrava volgere a favore degli uomini di Maran. Alla fine la spuntano Destro & co. che con un misto di bravura e fortuna, sfruttano al meglio le disattenzioni difensive dei gialloblù che tuttavia avrebbero meritato il pareggio.

PAGELLE CHIEVO

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Chievo

Sorrentino 5.5 – Il capitano dei clivensi non è perfetto e concentrato come in altre occasioni. Sul vantaggio del Bologna si fa sentire poco in area e in alcune situazioni apparentemente semplici, va in difficoltà. Nel secondo tempo sempre da una sua incertezza arriva il raddoppio di Verdi.

Cacciatore 6.5 – Spinge con convinzione e costanza mettendo in apprensione la corsia di sinistra dei rossoblù. Nel primo tempo sfiora il gol e solo un super intervento di Mirante gli nega questa gioia. Nella ripresa passa in pochi minuti dall’esultanza vivacissima per il gol del momentaneo pareggio, allo scivolone che concede il 3 a 2 di Destro. Nonostante questo è uno dei migliori in campo.

Gamberini 6 – È una garanzia in termini d’esperienza. Guida tutto il reparto in modo efficace, nonostante il Chievo in questa stagione abbia subito un po’ troppi gol.

Tomovic 5.5 – Nel ruolo di centrale è decisamente a suo agio, contenendo senza particolari sbavature gli attaccanti del Bologna. Poco reattivo come il compagno di reparto sulla ribattuta di Sorrentino sul secondo gol del Bologna.

Jaroszynski 6 – Maran da qualche giornata a questa parte lo alterna con Gobbi, con risultati più o meno simili. Il terzino polacco, rispetto a Massimo spinge molto meno, prestando molta più attenzione alla fase difensiva e forse proprio per questo il mister ha optato per lui in questo match.

Bastien 6 – Il centrocampista belga gioca una gara di quantità, contrastando il centrocampo dinamico del Bologna. Può migliorare ancora tanto, e al momento sembra essere lui l’unica alternativa a Castro. Nel reparto di centrocampo dei suoi, è il più brillante.

Radovanovic 5.5 – Non gioca una gara sufficiente: in fase d’impostazione non crea mai nulla di concreto per i compagni e in ripiegamento non fa da schermo per la difesa come in altre occasioni.

Hetemaj 5.5 – Impegno e corsa non mancano mai, ma anche lui non è nella sua serata migliore e la squadra veronese ne risente, soprattutto sulla mediana, con Poli, Nagy e Pulgar molto più reattivi.

Birsa 5.5 – Il trequartista sloveno prova in tutti i modi ad inventare e creare azioni importanti, ma il momento non è dei migliori e lui non incide in maniera positiva come in passato. La condizione fisica deve assolutamente crescere, perché il Chievo ha bisogno di lui, non solo sui calci piazzati.

Pucciarelli 5 – Spaesato e completamente fuori dal gioco. Mister Maran dopo due mesi gli concede la maglia da titolare, e lui offre una prestazione praticamente insufficiente.

Inglese 7 – Per distacco è il migliore dei suoi. Non risente per nulla delle voci di mercato anzi, ha dimostrato rispetto ad alcuni compagni, concentrazione, cattiveria agonistica e determinazione.

Pellissier 6 – Rileva uno spento Pucciarelli, dimostrando una sintonia migliore con Inglese. Forse avrebbe meritato una chance da titolare rispetto all’ex Empoli.

Garritano 5.5 – Entra anche lui nella ripresa per riacciuffare il risultato e per dare più vivacità al reparto avanzato, ma sfortunatamente non incide a dovere.

Stepinski Sv

Pagelle a cura di Previderio Matteo

PAGELLE BOLOGNA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Bologna

Mirante 7 – Il possesso palla sterile del Chievo gli permette di sporcarsi i guantoni relativamente poco. Non può nulla sul gol di Inglese, attento su Hetemaj e nelle uscite. Nel finale indossa il mantello da supereroe e vola a sventare l’ennesimo tentativo di Inglese.

Mbaye 5,5 – Nagy lo cerca costantemente e lui si sovrappone con una certa intensità. Per quanto le premesse fossero buone, il fluidificante felsineo non riesce mai ad essere concreto in fase di spinta né efficace nel tamponare gli esterni clivensi.

Helander 7 – Primo tempo encomiabile, non ha colpe sul gol di Inglese e si esibisce in chiusure di insolita precisione ed accuratezza. Nella ripresa non riesce a tenere sempre alta la tensione e si lascia aggirare un po’ troppo spesso ma, a conti fatti, è ancora decisivo fermando sulla linea il possibile pareggio del Chievo.

Gonzalez 5,5 – Lieve errore di posizionamento in occasione del gol di Inglese, rimedia parzialmente con una prova di grande fisico e prontezza. A volte sembra non essere in grado di muoversi armoniosamente con Helander.

Masina 5,5 – In fase difensiva, oltre ad una buona diagonale, nulla di particolarmente positivo. Si propone poco ma ha il merito di propiziare indirettamente il gol di Verdi. L’eterna promessa sembra voler restare ancora tale.

Nagy 6 – Il duello con Radovanovic è di quelli duri e senza esclusione di colpi. Parte in sordina ma riesce ad emergere col passare dei minuti, si assume la responsabilità di far girare la squadra ma non tenta mai la verticalizzazione e si limita alla giocata scolastica.

Pulgar 6,5 – Non sempre riesce a mantenere la calma e questo è uno dei suoi più grandi limiti. La tipica “garra” sudamericana è il suo marchio di fabbrica ed interviene con decisione nei contrasti, ruba molti palloni preziosi e crea densità a centrocampo. Ha la fiducia di Donadoni e prestazioni come questa danno ragione al tecnico lombardo.

Poli 4 – Il lavoro da tessitore di gioco non è propriamente nelle sue corde e si vede: non precisissimo in fase d’impostazione, riesce a farsi prima ammonire andando a protestare per una punizione a favore, poi completa l’opera facendosi espellere e lasciando il Bologna in inferiorità numerica nel momento di maggior spinta del Chievo. Deleterio

Krejci 5 – Non è particolarmente ispirato e non sembra nemmeno aver voglia di sovvertire le gerarchie che non lo vedono più un titolare inamovibile. Impegna Sorrentino nel primo tempo ma non riesce mai ad accendersi davvero. Innocuo

Verdi 7,5 – È l’uomo in più di questo Bologna e, con ogni probabilità, questa sarà l’ultima stagione in cui i felsinei potranno godere della sua classe. Ha addosso gli occhi dei top club e non potrebbe essere altrimenti: disegna calcio e non dà mai punti di riferimento, offre a Destro l’assist per lo zero a uno e realizza il nuovo vantaggio concludendo in modo pregevole un’azione da lui stesso avviata. Devastante.

Destro 7,5 – Quattro gol e un assist nelle ultime cinque partite: diciamolo sottovoce, ma Mattia Destro sembra essere sulla buona strada per tornare ai fasti di un tempo. Oltre ai due gol, partita di gran sacrificio nella quale non fa mai mancare il suo apporto anche in fase di costruzione. Redivivo.

Maietta 6,5 – Rileva uno spento Krejci per conferire al Bologna un’identità pienamente difensiva. Si affianca a Gonzalez ed Helander e riesce a tener bene un vivace Pellissier. A volte è troppo frettoloso e butta via alcuni palloni anziché gestire per congelare il risultato.

Torosidis 6 – Donadoni gli chiede di coprire meglio la zona di Mbaye nella fase di maggior spinta del Chievo. Ha il merito di tenere molto bene la posizione ma non riesce mai ad uscire  in anticipo sugli offensivi clivensi.

Donsah S.V.

Pagelle a cura di Francesco Quaranta

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy