Pagelle Bologna – Udinese 2-1: Orsolini regala i tre punti ai felsinei! – Voti Fantacalcio

L’esterno appena entrato trova il gol vittoria su assist di Mattiello ribaltando il vantaggio di Pussetto, pareggiato dal gol di Santander.

di Voti Fantamagazine

Il Bologna si rialza ottenendo il secondo successo consecutivo in casa dopo i tre punti della scorsa settimana con la Roma. Nonostante lo svantaggio targato Pussetto, i felsinei rimontano trovando la via della rete con Santander nel primo tempo ed Orsolini – neo-entrato nella ripresa. Tre punti d’oro per la compagine allenata da Pippo Inzaghi, considerando il valore degli avversari che ben avevano iniziato la stagione.

PAGELLE BOLOGNA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Bologna

Skorupski 6 – Nulla può sulla rete di Pussetto, abile a freddarlo con un esterno destro chirurgico, anticipando la sua uscita veemente. L’Udinese, a parte questo lampo, non lo impegna severamente.

De Maio 6 – Con mestiere ed esperienza riesce a gestire le folate bianconere, spesso basate solamente su azioni personali di Fofana e De Paul, gli unici in gran spolvero ed in grado di creare apprensioni.

Danilo 6 – Grande ex di turno, il centrale brasiliano si coordina con i compagni di reparto facendo buona figura, approfittando anche della giornata no di Lasagna.

Calabresi 6,5 – Un inizio titubante, poi si scioglie ed offre le giuste garanzie in difesa. Ha prospettiva.

Mattiello 7 – Un treno sulla corsia destra. Le sue discese producono sempre grandi pericoli per la retroguardia avversaria. Ha il merito di lavorare, in combutta con Orsolini, il possesso palla da cui è scaturito il 2-1 del giovanissimo esterno ex Ascoli.

Svanberg 6.5 – Si guadagna un fallo netto da calcio di rigore, ma l’arbitro, nonostante il consulto VAR è di tutt’altro avviso. Ci prova sempre dalla media distanza, sfiorando in più circostanze la rete. Molto esuberante, paga alcuni errori di gioventù, ma non si fa disprezzare. Serve nel corridoio Santander che con una sassata lo ripaga con la rete del pareggio.

Nagy 6 – Buon primo tempo per il regista ungherese, molto bravo a trovare i compagni tra le linee. Nella ripresa sente la fatica e cala, ma offre comunque il suo prezioso contributo.

Dzemaili 5,5 – Continua a non ingranare l’ex Napoli. Lascia troppo spazio a De Paul che illumina la scena con un cambio gioco di rara bellezza per la rete del momentaneo vantaggio bianconero. Anche in fase offensiva è meno determinante, lasciando la scena al dirimpettaio Svanberg.

Krejci 5 – Inizia bene, dando l’opportunità a Santander di colpire e di portare in vantaggio la squadra. Si fa superare con troppa facilità da Pussetto in occasione del goal ospite evidenziando tutti i suoi limiti in fase difensiva da quinto di centrocampo. Esce nella ripresa.

Falcinelli 5,5 – Un buon primo tempo, ma rispetto al compagno di reparto è poco incisivo negli ultimi sedici metri. Cala nella ripresa, eclissandosi tra le maglia dei bianconeri, guadagnandosi la sostituzione.

Santander 7 – Krejci apparecchia e per poco non sigla il goal del vantaggio. L’appuntamento col secondo centro in campionato, tuttavia, è solo rimandato e si verifica al 42 esimo: sassata centrale che bacia la traversa e s’insacca in goal. Un altro calciatore, completamente cambiato, dopo la rete alla Roma. Spreca nel finale il facile tris.

Dijks 6,5 – Non fa rimpiangere Krejci che ha rilevato nella ripresa bloccando qualsiasi iniziativa degli avversari che gravitano dalla sua parte. Nel finale ruba palla regolarmente e serve a Santander un pallone da insaccare.

Okwonkwo 6 – L’attaccante nigeriano dona verve all’attacco rossoblu, guadagnando profondità e metri decisivi per difendere il vantaggio acquisito dal goal di Orsolini.

Orsolini 7,5 – Ci mette tre minuti per spezzare l’equilibrio e siglare la sua prima rete in Serie A. Ha la possibilità persino del bis, ma la sua conclusione si stampa sul palo. Devastante.

Pagelle a cura di Mario Ruggiero

PAGELLE UDINESE

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Udinese

Scuffet 5.5 – Non la miglior partita del portiere friulano che, se nel secondo gol non ha colpe, nel primo potrebbe non esserne del tutto esente: è vero che il tiro è violentissimo, ma è centrale.

Stryger Larsen 6 – Il più positivo dei suoi almeno fino alla metà del secondo tempo. Corre avanti e indietro per tutta la fascia e riesce anche a salvare un gol praticamente già fatto da Santander. L’ingresso di Dijks però lo mette in difficoltà ed il crollo fisico e mentale dei compagni certo non lo aiuta.

Troost-Ekong 5 – Il peggiore dei suoi insieme a Behrami. Nel primo tempo rischia il rigore per un’entrataccia su Svanberg e nel secondo è lui che si addormenta in occasione del gol di Santander. Molto male.

Nuytinck 5.5 – Non era una partita facile, eppure sembrava potesse reggere il confronto con le punte bolognesi, ma alla fine, nel momento del bisogno, crolla con tutta la squadra.

Samir 5.5 – Mattiello è un avversario incontenibile oggi, ma almeno fino agli ultimi minuti sembra poterlo tenere. L’unico vero errore lo commette però nell’occasione più importante, quando poi l’esterno rossoblu riesce a pescare Orsolini che la insacca per il 2-1.

Pussetto 6.5 – Parte in punta di piedi ed è un crescendo. Aiutato dalla scarsa presenza difensiva di Krejci e dai passaggi al bacio di De Paul, trova il suo primo gol in Serie A.

Fofana 6.5 – Dopo un primo tempo buono, ma forse un po’ impreciso, il suo talento esce tutto nel secondo tempo, quando i suoi compagni di reparto calano. Recupera palla, corre e si propone. Cercato poco e non benissimo, meriterebbe un po’ di fiducia in più da parte dei compagni.

Behrami 5 – Dopo un ottimo primo tempo a schermare la difesa dai tentativi d’attacco felsinei, si innervosisce e nel secondo tempo passa più minuti a litigare che a giocare. Si addormenta completamente in occasione del gol di Orsolini.

Mandragora 5.5 – L’ex Crotone è più vivo nel primo tempo, si mette in mostra e arriva più volte al tiro, ma le partite durano 90 minuti per due tempi di gioco: qualcuno avrebbe dovuto dirglielo perché nel secondo tempo sembra non essere proprio sceso in campo.

De Paul 7 – Cosa dire di questo De Paul? Non avrà trovato il gol, ma nei piedi ha un compasso e nella testa mille lucidissime idee. In questo momento sembra un giocatore di un’altra categoria.

Lasagna 5 – Di grosse occasioni non ne ha moltissime, la più grave è quella del primo tempo su assist sontuoso di De Paul che però non riesce a trasformare. Sembra spento: solo un lontano parente del Kevin apprezzato lo scorso anno.

D’Alessandro 5.5 – Dovrebbe dare freschezza e gamba sulla fascia ed invece risulta evanescente e poco incisivo. Assolutamente rimandato.

Teodorczyk 6 – L’impatto è buono: nei primi minuti del suo ingresso sembra riuscire a tirar su una squadra intera, ma i rossoblu sono bravi a prenderne le misure e ad isolarlo.

Machis SV

Pagelle a cura di Giovanni Sichel

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy