Pagelle Verona – Parma 2-1: Barak, quinto gol stagionale da 3 punti! – Voti Fantacalcio

Ducali in vantaggio su rigore con Kucka, poi l’autogol di Grassi e il centrocampista scaligero firmano la rimonta.

di Voti Fantamagazine

Con l’autogol di Grassi e la rete di Barak, il Verona rimonta il Parma, passato momentaneamente in vantaggio con il rigore di Kucka, e vince 2-1, confermandosi al nono posto e restando in scia del Sassuolo.

PAGELLE VERONA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Verona

Silvestri 5,5 – Concede il rigore per un intervento in ritardo su Karamoh, dopo un fraintendimento con Lovato. Nel duello contro Kucka, tocca ma non riesce a salvare.

Cetin 6,5 – Rientra titolare esattamente un girone dopo, e lo fa fornendo una prova convincente con alcuni interventi decisivi, per fermare gli attaccanti avversari.

Gunter 6,5 – Non arretra di un centimetro nella battaglia contro Cornelius. Bravo a farsi trovare sempre nel posto giusto al momento giusto.

Lovato 5,5 – Incomprensibile la scelta di non chiudere e lasciare a Karamoh la possibilità di inserirsi tra lui e il portiere. Si riscatta con due interventi decisivi in copertura.

Lazovic 6,5 – Il Verona attacca quasi esclusivamente da sinistra, ma è da una sua iniziativa sulla corsia destra, che arriva il goal del pareggio.

Ilic 6 – Meno brillante del solito. Fatica a dare qualità al palleggio, non riuscendo ad imporsi sul terzetto parmense, ma comunque non sfigura.

Veloso sv.

Tameze 6,5 – Tanta quantità a servizio della mediana veronese, con qualche inserimento e un aiuto sempre prezioso alla fase difensiva.

Dimarco 7,5 – Straripante sulla corsia mancina. Quando vede la porta ci prova, trovando un Sepe sempre attento. Segnerebbe anche, ma la lega assegna l’autogol a Grassi. Suo l’assist per Barak.

Magnani sv.

Colley 6 – Inizia la sua serata con una pallonata in faccia, ma nonostante lo stordimento, si fa vedere molto tra le linee. Sfortunato, esce per un problema fisico.

Bessa 6 – Buon impatto sul match. Porta rapidità e dribbling agli attacchi veronesi, ma non riesce ad incidere in maniera decisiva negli ultimi metri.

Barak 7 – Nel primo tempo si alterna spesso con Tameze, tra centrocampo e trequarti. Nella ripresa, gioca stabilmente avanti e trova il colpo di testa vincente su angolo.

Lasagna 6,5 – Unico terminale offensivo, viene cercato spesso ed è bravo a farsi trovare, allargandosi spesso e trovando il colpo di testa che da a Dimarco la possibilità di calciare, in occasione del 1-1.

Pagelle a cura di Marco Agostinelli

PAGELLE PARMA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Parma

Sepe 6,5 – Può poco sui goal subiti mentre è attento sulla punizione calciata da DiMarco a fine primo tempo.

Conti 5 – DiMarco gli sbuca da tutte le parti e non ha nemmeno tanto sostegno da Karamoh che lo lascia, spesso, da solo nell’uno contro uno contro il laterale mancino scaligero. Nell’occasione del pareggio gli lascia troppo spazio e l’ex Inter ringrazia in combutta con Grassi.

Bani 6 – Sicuramente un passo avanti rispetto al derby con il Bologna. Acquisisce sicurezza e, alla fine della fiera, il Parma subisce reti da un episodio e un calcio da fermo.

Osorio 6 – Anche per il giovane centrale sudamericano una prestazione tutto sommato positiva. Belli i duelli in velocità con Lasagna che cresce col passare dei minuti. Esce per infortunio.

Gagliolo 5,5 – Ruvido, come sempre, contrasta bene Lazovic tranne in occasione del pareggio scaligero. Nel finale si trasforma da braccetto sinistro e non riesce a contenere le folate in contropiede del Verona palesando qualche difficoltà a contenere gli strappi di Bessa.

Kucka 6,5 – Illude i ducali con il goal del vantaggio siglato su calcio da rigore e propiziato da una sua verticalizzazione su cui Karamoh viene travolto da Silvestri. Utile anche in fase di non possesso con alcuni recuperi prodigiosi. Ultimo a mollare.

Kurtic 5,5 – Regista anomalo della mediana crociata. Garantisce maggiore copertura, ma il Parma perde tanto in fase di costruzione.

Grassi 5 – Un po’ in affanno. Non solo nell’occasione dello sfortunato autogoal. Soffre in maniera eccessiva la fisicità della mediana scaligera venendo, difatti, sovrastato dal tandem Ilic-Tameze.

Karamoh 6 – Bravo ad insinuarsi nell’incomprensione tra Silvestri e Lovato. Si getta nello spazio e subisce il rigore che determina il vantaggio ducale. Un pelino meglio rispetto agli altri compagni di reparto.

Cornelius 5,5 – Non doveva nemmeno scendere in campo. Ha recuperato in tempo record dall’ennesimo infortunio stagionale, si sbatte ma rimane il solito, atavico problema: non riesce mai a tirare in porta. Nella ripresa ne avrebbe una di occasione: sfrutta le sue lunghe leve ma indirizza il colpo di testa alto sulla traversa.

Gervinho 4,5 – Evanescente. Danza sul pallone ma senza essere mai incisivo. Avrebbe anche delle buone occasioni ma pasticcia troppo nel momento della scelta finale.

Zirkzee 5 – Anticipato da Barak sull’azione del 2-1 scaligero. Ha una mezzora abbondante ma non riesce ad incidere sul match. Nel finale ha una bella occasione ma sciupa di testa spedendo la sfera alle stelle.

Sohm 5,5 – Qualche errore in fase di costruzione. Ha troppo frenesia, dovrebbe gestire al meglio il possesso palla.

Mihaila 6 – Dei subentrati è sicuramente quello che prova di più a creare qualche grattacapo all’attenta difesa dei padroni di casa. Predica, per la gran parte delle volte, nel deserto.

Gi. Pezzella 6 – Rientra dopo lo stop contro il Bologna. Prova a mettere energie fresche sulla sinistra.

Man sv

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy