Pagelle Udinese – Parma 3-2: Pussetto regala i tre punti ai friulani! – Voti Fantacalcio

L’attaccante trova il gol decisivo nel finale, dopo le marcature di Hernani, Samir, Karamoh e l’autogol di Iacoponi.

di Voti Fantamagazine

L’Udinese trova le prime reti ma soprattutto i primi punti di questo campionato con il successo maturato alla ‘Dacia Arena’ contro il Parma. Gara scoppiettante e ricca di goal: dopo i primi 45 minuti il risultato è sull’1-1 in virtù della rete degli ospiti (in vantaggio con Hernani) seguito dal pareggio istantaneo di Samir. Nella ripresa lo sfortunato autogoal di Iacoponi porta in avanti i bianconeri, i ducali non si arrendono e impattano con Karamoh. Nel finale Pussetto, uno dei nuovi rinforzi dell’Udinese, mette il sigillo sul definitivo 3-2.

PAGELLE UDINESE

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Udinese

Nicolas 5,5 – Vince il ballottaggio con Scuffet: sarà lui a sostituire per un mese l’infortunato Musso. Nel primo tempo effettua una buona parata sul tiro di Kucka mentre sulla conclusione di Hernani deviata da Samir poteva fare qualcosa di meglio. Palesa qualche incertezza quando compie un’uscita a vuoto che poteva dare la possibilità a Kurtic di segnare. Può poco sul centro di Karamoh.

Becao 6 – La grande fisicità che possiede è a volte un pregio, altre volte un difetto: pasticcia negli interventi, spesso è lento e farraginoso nella costruzione della manovra. Però, riesce, allo stesso tempo ad essere abile nei duelli aerei e a fornire una buona copertura agli altri colleghi del reparto. Cresce nella ripresa.

De Maio 6 – Il più costante del reparto difensivo bianconero: attento a contrastare l’attacco spuntato del Parma. Le assenze, di certo, facilitano la sua prestazione.

Samir 7 – Prima ci prova sugli sviluppi di un corner, poi devia la conclusione di Hernani che porta in vantaggio gli ospiti. Si fa perdonare dopo poco siglando la prima rete stagionale dell’Udinese volando su Laurini. Pur soffrendo le veloci ripartenze di Karamoh e Gervinho riesce sempre a farsi valere con grande personalità.

Ter Avest 6 – Dimenticatevi le sgaloppate di Stryger Larsen. L’olandese è un laterale più equilibrato, poco propenso alla fase offensiva ma molto più bravo a ripiegare, come nel primo tempo quando ha effettuato una diagonale profonda.

Arslan 6 – Contrasta con efficacia la mediana ducale, molto bravo sul ‘corto’ un po’ meno a verticalizzare. Il giallo lo condiziona, al punto che lo si nota solamente al momento della sostituzione.

Pereyra 6,5 – Dopo aver preso le misure inizia ad essere determinante. L’intesa con De Paul è solida, è la spalla perfetta del connazionale: ruba palloni e distribuisce la sfera con la giusta intensità. Bravo anche in fase propositiva: l’autogoal di Iacoponi scaturisce da una sua azione.

De Paul 6,5 – Non avverte affatto le fatiche dei voli da una parte all’altra del globo con la sua Argentina. Anzi, rimane sempre il faro dell’Udinese: offre un cioccolatino ad Okaka che sciupa in maniera inopinata a tu per tu con Sepe. Prova a mettersi in proprio con qualche conclusione ma senza costrutto.

Ouwjean 6 – Al contrario del ‘collega’ di fascia spinge tanto sulla corsia di competenza andando più volte al cross pericoloso nel cuore dell’area avversaria andando alla ricerca dell’inzuccata di Okaka. Prova anche la conclusione e offre l’assist per la rete di Samir. Mezzo voto in meno per la dormita sul goal di Karamoh.

Lasagna 5,5 – Nella prima frazione ha pochi palloni giocabili, nella ripresa prova a creare qualche pericolo ma rimane all’asciutto.

Okaka 6 – Il suo onesto lavoro sporco lo fa ma continua a soffrire l’astinenza da goal. Avrebbe anche due occasioni per iscriversi nel tabellino dei marcatori ma, in un caso, si fa ipnotizzare da Sepe e nell’altra circostanza è poco preciso di testa.

Makengo 6,5 – A primo impatto ricorda Fofana per il dinamismo e il discreto piede. S’inserisce spesso senza palla, creando superiorità numerica. Da limare l’eccessivo agonismo: si becca un giallo per troppa foga.

Pussetto 7 – Ritorna al Friuli con un bel biglietto da visita: il goal della prima vittoria stagionale. Gran destro dalla distanza e Sepe fulminato. L’esperienza bis in bianconero inizia con buoni propositi.

Deulofeu sv – Il folletto spagnolo ritorna in Italia dopo la precedente esperienza al Milan. Pur ancora in ritardo di condizione riesce comunque a suonare la carica nel concitato finale.

Forestieri sv – Entra per il tutto per tutto nel finale, come Deulofeu, dà frenesia alla manovra offensiva.

PAGELLE PARMA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Parma

Sepe 6 – I tiri nello specchio dell’Udinese sono molto pochi e in occasione dei tre gol non può molto.

Laurini 5.5 – Come tutta la difesa crociata, anche Laurini soffre le corse offensive dell’Udinese. Spesso impreciso, dal suo lato si passa con molta facilità, non è però quello che commette gli errori più gravi stasera.

Iacoponi 5 – Sfortunato in occasione dell’autogol, non si può dire lo stesso per quanto riguarda le incertezze mostrate lungo tutto il match.

Gagliolo 5.5 – Meno impreciso del compagno di reparto, ma anche lui troppo spesso messo in difficoltà dalla fisicità di Okaka.

Pezzella 6 – Non è certo fra le sue migliori partite. Come tutti i compagni soffre le incursioni dei bianconeri, ma a differenza dei compagni di reparto trova la giocata che mette il pallone sul piede di Karamoh in occasione del momentaneo 2-2.

Hernani 6 – Sblocca la partita con un tiro da fuori area deviato da Samir, ma nel primo tempo è certamente uno dei più positivi del Parma. Nel secondo tempo, invece, si spegne fino a sparire proprio dalla partita.

Brugman 6 – Dopo un primo tempo poco brillante, nel secondo ritrova il ritmo partita e comincia a dettare un po’ i tempi ai compagni. Non sempre preciso, mostra però qualche segno di miglioramento.

Kurtic 4.5 – Anche stasera Jasmin Kurtic mostra la sua più peculiare caratteristica da calciatore: la discontinuità di rendimento. Alterna momenti di buona lucidità a momenti di buio totale, come in occasione del secondo gol dell’Udinese.

Kucka 5.5 – Nel complesso non gioca una brutta partita. Probabilmente meriterebbe anche la sufficienza, ma in queste partite dovrebbe trascinare la squadra e invece non sembra riuscire a incidere.

Gervinho 5.5 – Come spesso gli capita, molto bene fino all’ultima giocata che perentoriamente sbaglia. Avrebbe un paio di occasioni per andare al tiro o servire i compagni meglio posizionati, ma finisce per incespicare.

Karamoh 6 – Per gran parte del match è lezioso e spesso fuori dal gioco, ma quando ha l’occasione giusta non sbaglia.

Cyprien 6 – Entra bene in partita il francese che prova a mettere ordine, ma l’Udinese ne aveva di più.

Sohm 6 – Come il compagno, entra bene in partita e dimostra subito una gran voglia di farsi notare, ma non riesce a incidere in mezz’ora.

Grassi SV

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy