Pagelle Udinese – Napoli 1-2: Musso super, ma Babayoko trova il primo gol! – Voti Fantacalcio

Insigne apre le marcature su rigore, Lasagna pareggia poi il portiere blocca tutto fino al novantesimo quando il centrocampista ex Milan trova il guizzo decisivo

di Voti Fantamagazine

Napoli corsaro a Udine, dopo un match ricco di emozioni ma che si decide solo nel recupero. Partono forte gli ospiti e passano in vantaggio dopo appena un quarto d’ora: Lozano anticipa Bonifazi, il quale stende il messicano in area. Il VAR richiama Pasqua che assegna il rigore e Insigne non sbaglia. Passano però pochi minuti e Lasagna pareggia i conti, sfruttando una grossa indecisione di Rrahmani che sbaglia un passaggio al proprio portiere, regalando così l’assist alla punta avversaria. Il Napoli non demorde e ha diverse occasioni, ma Musso risulta provvidenziale. L’Udinese, con pressione e rapidità, mette comunque in difficoltà l’alta difesa del Napoli in ripartenza e impegna Meret. Nel finale però sono i partenopei ad avere la meglio: Mario Rui, su punizione, mette un cross in area; svetta Bakayoko che di testa insacca il definitivo vantaggio, con la sfera che prima tocca il palo e poi entra in porta. Finisce quindi 2 – 1 per il Napoli.

PAGELLE UDINESE

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Udinese

Musso 7 – Migliore in campo per l’Udinese assieme a Lasagna. Non che i friulani non giochino un buon match, anzi. Però se capitolano solo nel finale è grazie al proprio portiere, che compie diverse parate importanti, tra cui un paio di veri e propri miracoli.

Becao 6 – Lotta con Insigne che cerca di affrontarlo spesso nell’uno contro uno. Alle volte perde, con l’attaccante del Napoli che però risulta impreciso, mentre altre volte è il difensore ad avere la meglio.

Bonifazi 5,5 – Una sola sbavatura vera a propria, che però vale il goal ospite, quando stende in area Lozano, regalando il rigore trasformato da Insigne. Per il resto lotta bene sia con Petagna che con Llorente.

Samir 6 – Inizialmente il Napoli si fa vedere dalle sue parti con un Lozano molto attivo; col passare dei minuti prende però le misure e non rischia più, usando anche le maniere forti quando necessario.

Molina 5 – Fase di spinta timida, si preoccupa principalmente di aiutare dietro. Ci riesce fino al 90° minuto, quando si perde Bakayoko, che di testa riporta in vantaggio i suoi.

De Paul 6,5 – Poche occasioni, ma tanto movimento e pressione. Pur senza rendersi pericoloso, rimane un problema in mezzo al campo per gli avversari.

Arslan 6 – Regia scolastica ma rocciosa. Limita gli spunti ma fa una buona fase di filtro. Esce nella ripresa per Walace; scelta probabilmente conservativa, in quanto ammonito.

Mandragora 5,5 – Prima da titolare in questa stagione, risulta ancora leggermente arrugginito. Ci mette la gamba e suda con generosità, ma è il meno pimpante in mediana e si vede.

Larsen 6 – Gara sufficiente; soffre un po’ in avvio di partita sulla fascia di competenza, ma col passare dei minuti prende le misure e cerca anche di rendersi pericoloso in area avversaria, ma senza successo. Esce al 72° per Zeegelaar.

Pereyra 6,5 – Si adopera in posizione più avanzata, svariando sulla trequarti facendo tanto movimento e alternandosi tra il ruolo di mezzala e seconda punta. Ne viene fuori una partita generosa che, specialmente nel primo tempo, mette in difficoltà il Napoli nella fase di impostazione, in quanto l’ex Watford recupera diversi palloni. Ha anche un paio di occasioni, ma Meret si oppone.

Lasagna 7 – È vero che Rrahmani la combina grossa con un retropassaggio che, di fatto, diventa l’assist per il suo goal. Tuttavia, è lesto a farsi trovare pronto e rimane freddo. Inoltre, la sua pressione mette in costante difficoltà i difensori del Napoli, e la maggior parte delle occasioni friulane lo vedono come coprotagonista. Stremato, esce nel finale per Nestorovski.

Walace 5,5 – Gioca appena una ventina di minuti, ma se fino al suo ingresso il centrocampo del Napoli non aveva brillato, negli ultimi minuti riesce a prendere maggiormente campo.

Zeegelaar 5,5 – Gioca circa una ventina di minuti in cui porterebbe anche a casa una onesta sufficienza, senza spunti né errori; tuttavia, per quanto la principale responsabilità sia di Molina, sembra poter fare qualcosa di più per aiutare il compagno di squadra su goal di Bakayoko.

Nestorovski S.V.

Pagelle a cura di Nicolò Villani

PAGELLE NAPOLI

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Napoli

Meret 6.5 – Tante parate: alcune semplici, altre meno. Difficile da sostenere una sua responsabilità significativa sul goal preso dagli azzurri, ma pare comunque poco reattivo nel muoversi incontro al pallone. Più di un uscita a vuoto su calcio d’angolo avrebbe potuto condizionare l’esito del match, ma per sua fortuna i calciatori bianconeri non arrivano mai al tiro in queste circostanze.

Hysaj 5.5 – Male sulla sinistra nel primo tempo, meglio quando torna a rivestire il ruolo di terzino destro, nonostante lo si veda comunque ben poco in proiezione offensiva.

Di Lorenzo 6.5 – Alcuni disimpegni pregevoli nel primo tempo fanno il paio con una prestazione ordinata da difensore centrale nella ripresa. Il voto è un premio alla sua duttilità e al suo spirito di sacrificio, ma riflette anche un andamento dell’incontro costantemente sopra la sufficienza.

Maksimovic 6 – Escluso dopo una prestazione fortemente negativa contro lo Spezia, criticato apertamente anche dal proprio allenatore, si ritrova catapultato in campo, a freddo, dopo un quarto d’ora dal fischio di inizio a causa dell’infortunio di Manolas. Con delle premesse del genere, condurre una partita ordinata e senza sbavature clamorose è per noi di per sé sinonimo di sufficienza.

Rrahmani 4 – L’errore sul goal è da matita rossa. Non riesce più a riprendersi, combinandone una dietro l’altra, spingendo Gattuso a sostituirlo tra un tempo e l’altro.

Mario Rui 6.5 – Entra per garantire più spinta, per consentire a Hysaj di tornare sulla propria fascia di competenza e, soprattutto, per sostituire un pessimo Rrhamani. Ha il merito non banale di servire l’assist decisivo a Bakayoko, con una pregevole punizione calciata a cercare il palo lontano.

Manolas sv

Bakayoko 7 – Coinvolto per novanta minuti in problemi di natura tattica e non solo. Ogni considerazione di questo tipo viene però completamente spazzata via dal colpo di testa con il quale trova il goal del definitivo 2-1. Decisivo.

Demme sv

Fabian 6 – Buone geometrie e buona corsa. Si fa notare per qualche lancio lungo ben riuscito, ma poco altro.

Elmas 5.5 – Poco coinvolto e scarsamente incisivo. Effimero.

Insigne 6.5 – Porta in vantaggio i suoi dal dischetto. Più di una volta dà l’impressione di poter fare qualcosa in più in termini di finalizzazione. Meno illuminante del solito in favore dei propri compagni, risulta addirittura indisponente calciando verso la porta una punizione da oltre 35 metri a risultato ancora in bilico.

Lozano 7 – Si guadagna una miriade di falli, tra cui quello preziosissimo del calcio di rigore che vale lo 0 a 1 iniziale. Avrebbe anche l’opportunità di segnare, ma Musso gli dice no in occasione di un preciso colpo di testa nella prima frazione.

Zielinski 6 – Piacevolmente lezioso in più di un’occasione, lavora tanto e bene per la squadra in fase di consolidamento del possesso. Fatica a trovare fraseggi efficaci con gli altri attaccanti, così come latita nelle zone calde del campo, fatta eccezione per una bella volé sventata dal solito Musso.

Petagna 5 – Classica partita dell’attaccante che riceve ben pochi palloni da sfruttare. Fa quel che può, risultando però ben lontano dal poter essere giudicato sufficiente. Viene sostituito dopo un’ora di gioco in favore di Llorente.

Llorente 5.5 – Come per Petagna. Il mezzo voto in più è dovuto al fatto che ha avuto molto meno tempo per poter farsi valere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy