Pagelle Torino – Verona 1-1: Bremer risponde a Di Marco! – Voti Fantacalcio

Botta e risposta nel secondo tempo tra i due difensori: bellissimo il centro del calciatore gialloblu

di Voti Fantamagazine

Nella calza dell’Epifania Torino e Hellas Verona trovano un punto a testa. Al capolavoro di Dimarco risponde Bremer con una rete da opportunista vero. Nulla di strano se non fosse che i due calciatori in questione siano… difensori. Niente da fare, dunque, per Belotti e Kalinic: da loro i fantallenatori si aspettavano bonus importanti che non sono arrivati.

PAGELLE TORINO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Torino

Sirigu 6 – Poco da annotare: il Verona punge poco, la rete di Dimarco è un capolavoro imparabile per l’esperto estremo difensore.

Izzo 6 – Gara estremamente sufficiente per il difensore che annulla, per gran parte del match, Zaccagni. Gli sfugge in occasione del goal di Dimarco col centrocampista abile a servire il laterale mancino e a sfruttare una sbavatura in coppia con Singo del difensore campano.

Lyanco 6,5 – Prestazione granitica e di forte personalità per il centrale brasiliano. Kalinic annaspa nella morsa del difensore che ha anche la forza, nel finale, di tentare un’accelerazione offensiva. E’ il sintomo di uno stato psico-fisico eccezionale.

Bremer 6,5 – Rispetto ai due compagni di reparto ha meno lavoro da sbrigare, ma si fa sempre trovare pronto. Si conferma goleador con una rete da opportunista vero che regala un prezioso punto ai granata.

Singo 5,5 – Un deciso passo indietro rispetto alle precedenti prestazioni dove ha trovato anche la gioia del gaol. In più si perde anche Dimarco che esplode un mancino imparabile per Sirigu.

Lukic 6,5 – Partita dopo partita si conferma imprescindibile per lo spartito tattico di Giampaolo: in tutte le azioni del Toro c’è sempre il suo zampino.

Rincon 6 – Si limita a fare il compitino, ma la colpa, chiaramente, non è la sua: è un giocatore di quantità, non di qualità. Qualità che è prevista, invece, nel ruolo…

Linetty 5 – Giornata ‘no’ per l’ex Sampdoria che si conferma meno in forma rispetto ai compagni di reparto. Sbaglia qualche appoggio di troppo e non è preciso nemmeno in fase di non possesso.

Murru 5,5 – Dalle sue parti il Torino non gioca, ma di certo non riesce a far cambiare idea ai suoi compagni di squadra dato che preferisce limitarsi alla fase difensiva.

Gojak 5,5 – Dopo il primo goal segnato in Serie A ha voglia di spaccare il mondo e, per certi versi, esagera con questa veemenza dato che dopo la sfuriata iniziale pecca di lucidità e non riesce a creare le basi per duettare con Belotti che rimane troppo solo nella trequarti avversaria.

Belotti 5,5 – Non la migliore giornata per il ‘Gallo’ che prova a fare ciò che può ma che, in alcune circostanze, si rivela, forse, troppo egoista.

Segre 6 – Ha il merito di dare dinamicità al reparto e, di provare ad essere incisivo in fase di costruzione della manovra, con i granata a caccia del pari che, puntualmente, arriva.

Verdi 6,5 – Impatto sicuramente frizzante per il fantasista granata che ha il merito di essere un fattore con i suoi calci piazzati. Confeziona l’assist per Bremer che fissa il punteggio sull’1-1.

Ansaldi 6 – Un altro passo rispetto a Murru, a cui subentra nella parte finale del match. Non si vedeva in campo, a causa di un infortunio, da un mese. Di sicuro è il calciatore, in rosa, che meglio si adatta al ruolo di quinto di centrocampo a sinistra ma i continui contrattempi muscolari lo rendono un’incognita.

Bonazzoli 5,5 –
Tocca pochi palloni per essere veramente decisivo.

Vojvoda s.v 

Pagelle a cura di Mario Ruggiero

PAGELLE VERONA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Verona

Silvestri 6 – Rispetto alle altre gare ha davvero poco da fare. Nell’azione del goal subito non può far nulla venendo tradito dalla disattenzione di Faraoni.

Dawidowicz 6 – Con Belotti sembra che abbia preso vita un duello di lotta greco-romana. Contiene con successo la pericolosità del ‘Gallo’ ma è costretto a rimanere all’intervallo nello spogliatoio per qualche colpo di troppo subito.

Gunter 6,5 – Prestazione eccellente per il centrale scaligero che rientra a pieno regime dopo diversi acciacchi. Il duello con Belotti è definitivamente vinto dal centrale difensivo che si conferma estremamente prezioso per la difesa gialloblu.

Ceccherini 6 – Gojak prima e Verdi poi non lo insidiano. Fa buona guardia sul bosniaco, guadagnandosi la pagnotta.

Faraoni 4,5 – Non approfitta della timidezza di Murru. Potrebbe attaccarlo, ma alla fine non riesce a farlo e si limita al compitino. Nel finale, poi, una sbavatura fatale: non respinge l’assist di Verdi e Bremer impatta per il definitivo pareggio.

Tameze 6 – A Veloso (e poi a Ilic) il compito di orchestrare la manovra, per l’ex Atalanta, invece, rimane il lavoro sporco. Ci mette tanto temperamento sebbene il suo rendimento sia leggermente inferiore rispetto alle precedenti gare.

Veloso 6 – Orchestra bene finché non è costretto ad alzare bandiera bianca per un problema fisico. Ormai anche di destro riesce ad essere incisivo con le sue giocate.

Dimarco 7 – Secondo goal in carriera in A. E seconda perla: una rete pazzesca, una coordinazione da fuoriclasse, un missile imparabile per Sirigu. Al centro aggiunge anche una prestazione di un certo peso.

Barak 5,5 – Nonostante un grande lavoro ‘sporco’, a differenza del compagno di reparto, è poco appariscente. Sono pochi i lampi in cui impensierisce la difesa granata.

Zaccagni 6,5 – Trotterella in mezzo al campo per gran parte del match, poi si accende ed è subito magia, con l’assist per l’eurogoal di Dimarco.

Kalinic 5,5 – Ancora alla ricerca della migliore condizione. Provano ad azionarlo, ma le gambe non girano ancora al meglio.

Ilic 5,5 – Entra a freddo per sostituire l’infortunato Veloso. E si vede. Tanti passi indietro rispetto alle precedenti prestazioni dove era sembrato molto più solido. Soffre oltremodo la maggiore fisicità della mediana avversaria.

Lovato 6 – Subentra a Dawidowicz nella ripresa e, anche lui, come l’intera retroguardia scaligera fa buona figura.

Di Carmine 6 – Ha voglia di rimettersi in gioco dopo qualche settimana di assenza forzata ma presto si eclissa anche lui dopo un inizio volenteroso.

Ruegg s.v.

Magnani s.v.

Pagelle a cura di Mario Ruggiero

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy