Pagelle Torino – Lazio 3-4: finale incredibile, Immobile e Caicedo ribaltano nel recupero! – Voti Fantacalcio

Al novantesimo era 3 – 2 per il Torino con gol di Bremer, Belotti, Lukic, Pereira e Milinkovic-Savic. In pieno recupero a segno Immobile su rigore e Caicedo.

di Voti Fantamagazine

Succede praticamente di tutto tra Torino e Lazio. Biancocelesti in vantaggio all’inizio con il primo centro di Pereira, rimonta furiosa dei granata con Bremer e Belotti su calcio di rigore. Nella ripresa ci pensa Milinkovic a pareggiare i conti. Finita qui? Affatto: nel finale Lukic illude i padroni di casa con il sigillo del 3-2, poi si abbatte l’uragano della truppa di Simone Inzaghi: Immobile dal dischetto fa 3-3 e a tempo quasi scaduto Caicedo manda in paradiso la Lazio con la rete del poker.

PAGELLE TORINO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Torino

Sirigu 5 – Sui quattro goal incassati ha gravi colpe sulla punizione di Milinkovic-Savic dove la sua posizione è completamente errata. Può nulla sui centri di Pereira e Immobile, il tiro di Caicedo gli passa sotto le gambe ma la sfera, in quel fazzoletto di area, non deve mai sostare.

Vojvoda 6,5 – Limita Fares e salva sulla linea la conclusione di Akpa Akpro. Cosa chiedere di più al laterale granata?

Bremer 6 – Bravo a beffare Acerbi in marcatura con la rete dell’1-1. La sua gara è molto attenta, ma come tutto il reparto difensivo sbanda nel concitato finale.

Lyanco 5 – La giovane promessa continua a deludere. Aveva preso anche bene le misure di Muriqi ma con l’avvento di Immobile e Caicedo va praticamente nel pallone. Certamente non è aiutato da Nkolou, ma ciò non deve essere una giustificazione.

Rodriguez 5,5 – Patric ha un motorino nelle gambe, in alcuni frangenti riesce a vedergli solo il numero della targa. Gestisce con esperienza alcune intricate situazioni.

Meite’ 5 – Solito inizio portentoso per poi spegnersi nella ripresa. Avrebbe tanto potenziale ma non lo sfrutta a pieno.

Rincon 5,5 – Fa quel che può in fase propositiva, ingenuo il fallo su cui Correa si guadagna la punizione che Milinkovic trasforma nella rete del 2-2.

Linetty 6 – A differenza di Meite’ è molto più costante e incide di più nel match con i suoi strappi che difficilmente Parolo riesce a contenere.

Lukic 6,5 – Non è facile per lui essere una presenza costante tra i colossi difensivi biancocelesti: eppure riesce a guadagnare spazio e finanche a segnare la rete del 3-2 approfittando della dormita di Hoedt.

Verdi 5 – Sembrava essersi ritrovato con la doppietta in Coppa Italia, sprofonda e fa sprofondare il Toro con quel clamoroso palo colto dinanzi la porta spalancata.

Belotti 7 – Stoico, pur non al massimo della forma trova il suo centro numero 98 in maglia granata trafiggendo Reina che quasi intuisce la sua conclusione dal dischetto. Manda in porta Verdi che decide di non realizzare una rete praticamente già fatta. Non è un caso che la squadra crolli mentalmente senza la sua presenza.

Singo 6 – Buon impatto, almeno all’inizio, sul match. Poi Akpa Akpro gli mette la museruola ed è costretto a difendersi, non proprio la specialità della casa.

Nkoulou 4 – Entra molle, nel finale provoca due frittate: prima tocca con il braccio la conclusione di Immobile scaturendo il rigore del 3-3, poi l’episodio chiave quando non riesce a contrastare in maniera decisiva Caicedo che infila Sirigu in extra-time per la vittoria dei biancocelesti.

Bonazzoli 5,5 – Dovrebbe tenere alto il baricentro della squadra ma non riesce, anzi pur essendo più fresco degli avversari si fa praticamente dominare dall’adrenalina della squadra biancoceleste che riesce ad andare oltre al Covid-19 e alla stanchezza degli impegni ravvicinati. Deve crescere mentalmente se vuole essere decisivo in futuro.

PAGELLE LAZIO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Lazio

Reina 6 – Quasi riesce ad arrivarci sul rigore di Belotti, forse è troppo precipitoso sul 3-2 di Lukic. In ogni caso, a differenza delle precedenti gare, non ha tanto lavoro da espletare.

Luiz Felipe 6 – Sicuramente è il migliore del pacchetto arretrato, visti gli errori degli altri due difensori. Bravo su Verdi nel primo tempo, è sempre pulito negli interventi.

Hoedt 5 – L’errore sulla rete di Lukic è da matita blu: si dimentica della sfera sulla rimessa laterale a favore e il centrocampista granata ringrazia. Partecipa alla rete del 3-4 con la sponda per Caicedo.

Acerbi 5 – Giornata difficile per il numero 33: prima si perde Bremer nell’azione dell’1-1, poi lascia scappare Verdi che grazia la Lazio centrando il palo a porta vuota.

Patric 6 – Sempre propositivo, è suo l’assist per Pereira che sblocca il match. Si fa apprezzare più in questo ruolo da quinto di centrocampo che da difensore arretrato.

Milinkovic-Savic 7 – Beffa Sirigu con una punizione violenta ma sul palo del portiere. Il serbo è l’unico superstite dei big-three e, come sempre, con generosità si fa trovare pronto cambiando spesso gli spazi con cui attaccare la difesa del Toro.

Parolo 5,5 – Fatica a contenere le folate offensive degli avversari. Altra gara sotto tono per l’esperto centrocampista biancoceleste.

Fares 5,5 – Non riesce a sfondare sulla sua corsia di competenza, spesso rincula indietro per dare una mano ad Acerbi. Nel finale viene sostituito da Cataldi.

Andreas Pereira 6,5 – Alla prima da titolare segna la sua prima rete in A: finalizza una bellissima azione corale della squadra allenata da Inzaghi con una bella volèé destra. Vanifica parzialmente questa gioia personale con l’intervento falloso su Belotti, procurando il penalty del 2-1. Esce all’intervallo.

Correa 6 – Classica partita in cui alterna pause lunghe a strappi decisivi: in uno di questi si guadagna la punizione che Milinkovic converte nella rete del pareggio.

Muriqi 6 – Non incide a livello personale, ma si conferma un ottimo attaccante di manovra orchestrando la bellissima azione del primo vantaggio biancoceleste, finalizzata da Pereira.

Leiva 6 – Un’altra marcia rispetto a Parolo. La regia della Lazio guadagna più fluidità e ordine.

Akpa Akpro 6,5 – Gioca un po’ ovunque: prima avanzato a supporto dell’attacco, poi da quinto di centrocampo contrapponendosi al più fresco Singo.

Immobile 7 – Non è al massimo della forma, è molto nervoso. Eppure riesce sempre a graffiare le difese avversarie: entra e rovescia mentalmente l’inerzia del match, procurandosi e realizzando il rigore del 3-3.

Caicedo 7,5 – Sempre lui, l’uomo della Provvidenza e dell’extra-time. Come a Cagliari lo scorso anno, beffa le difese di casa all’ultimo secondo utile. Bravo a tenere vivo un pallone praticamente perso. Completa la rimonta iniziata dal compagno di reparto.

Cataldi sv – Nel concitato finale rileva lo stanco Fares.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy