Pagelle Torino – Inter 1-2: la coppia Lukaku e Lautaro sempre decisiva! – Voti Fantacalcio

I gol su rigore del belga e nel finale dell’argentino annullano il momentaneo pareggio di Sanabria

di Voti Fantamagazine

Lukaku e Lautaro piegano un buon Torino, autore di un’ottima prova difensiva e allungano su Milan e Juve, in attesa dei due posticipi. Nel mezzo il goal del momentaneo pareggio di Sanabria e un intervento decisivo di Sirigu.

PAGELLE TORINO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Torino

Sirigu 6,5 – Spiazzato da Lukaku nel duello dagli undici metri, si supera con un intervento istintivo coi piedi su Hakimi, che tiene in partita il Toro.

Izzo 4 – Rovina una buona prestazione di squadra, con un intervento irruente e ingenuo prima, e una mancata marcatura poi, su Lautaro che prima guadagna un rigore e poi segna il definitivo 1-2.

Lyanco 5,5 – Reattivo a rimediare all’errore di Vojvoda, e disturbare Lautaro in area piccola. Ha sulla testa la chance del vantaggio, ma coglie un palo clamoroso.

Bremer 6,5 – Non segna, ma nonostante la sconfitta, dà un grande contributo difensivo disputante un grande match contro la coppia d’attacco più prolifica del campionato.

Vojvoda 5 – In costante difficoltà sulle accelerazioni di Perisic. Inizia il match con un disimpegno errato a centro area, che per poco non regala il vantaggio all’Inter.

Gojak sv.

Baselli 6 – Capitano in assenza di Belotti, gioca poco più di un tempo con buona intensità, prima di lasciare il campo per un problema fisico.

Linetty 6 – Prende il posto di Baselli dando meno qualità e più quantità alla mediana granata.

Mandragora 6,5 – Uomo d’ordine e qualità fondamentale per equilibrio e sostanza in mediana. Ci prova anche dalla lunga distanza ma senza fortuna.

Lukic 5,5 – I suoi inserimenti mancano e rendono meno imprevedibile la manovra offensiva granata. Più utile quando deve contrastare i mediani nerazzurri.

Murru 6 – Se la cava discretamente nella gestione di Hakimi, senza subire le accelerazioni del marocchino, pur non trovando spazio per spingersi in avanti.

Ansaldi 6 – L’ex di giornata si presenta con buona verve e col piede caldo. Dal suo corner arriva anche il goal del 1-1 di Sanabria.

Sanabria 7 – Dopo il gran goal all’esordio contro il Crotone, conferma le buone doti realizzative con un goal da rapinatore d’area che rallenta la corsa della capolista fino al gol vittoria di Lautaro.

Belotti sv.

Verdi 6,5 – Scelto dall’inizio, mostra buona gamba e qualche idea interessante, giocando una delle sue migliori partite da inizio stagione.

Zaza 6,5 – Buon impatto sul match. Aumenta il peso offensivo e si fa trovare nel posto giusto al momento giusto, nell’occasione del goal del momentaneo pareggio.

Pagelle a cura di Marco Agostinelli

PAGELLE INTER

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Inter

Handanovic 6 – Può poco sul gollonzo di Sanabria. Nell’occasione è stato bravo a respingere su Zaza, ma poco fortunato sul pronto tap in dell’attaccante sudamericano. Nel primo tempo il palo lo salva sull’incornata di Lyanco.

Skriniar 5,5 – Imbastisce l’azione del “quasi” raddoppio sciupato da Hakimi, poco dopo è abbastanza colpevole sull’azione del momentaneo pareggio dei padroni di casa perdendo le traccia di Sanabria che spedisce in rete. Sta crescendo molto in fase di apporto alla manovra.

De Vrij 6 – Di certo il più costante della linea difensiva nerazzurra anche se sulla rete di Sanabria abbatte, involontariamente, il compagno di squadra Barella creando lo spazio su cui l’attaccante granata s’infila per battere in rete. In ogni caso, i compagni sanno di potersi appoggiare ad un porto sicuro ogni volta che ha la sfera tra i piedi.

Bastoni 5,5 – Molto impreciso in fase di costruzione. Conferma di non essere in giornata quando nel primo tempo scivola e, per poco, Lyanco non ne approfittava portando i suoi in vantaggio.

Hakimi 5,5 – Sia Murru che Ansaldi mettono a nudo i suoi limiti difensivi, sopperisce con limitate sortite offensive. In una di queste sciupa il momentaneo raddoppio mettendo in evidenza i riflessi di Sirigu. Come Bastoni anche lui non è in una gran giornata.

Barella 6 – Nonostante il gap fisico con gran parte della mediana granata, riesce a non soffrire ma a sfruttare i centimetri mancanti in rapidità di esecuzione e di inserimento senza palla. Moto perpetuo, si offre sempre come soluzione negli ultimi venti metri. Ormai il processo di maturazione è completato, è diventato un leader di questa squadra.

Brozovic 5,5 – Il centrocampo del Toro ha il gran merito di bloccare i rifornimenti al croato, al punto che il regista nerazzurro si limita al compitino senza mai entrare in ritmo. Non è un caso che con Sanchez in campo, la musica sia cambiata.

Gagliardini 5,5 – Ritrova una maglia da titolare causa forfait di Vidal e le non ottimali condizioni di Eriksen. Non sfrutta questa chance, anzi rimane molto compassato soffrendo parecchio il pressing della mediana granata. Ammonito, viene richiamato in panchina onde evitare spiacevoli controindicazioni.

Perisic 6 – Sin dalle prime battute mette in difficoltà Vojvoda. Poi si spegne, come suo solito, nella ripresa. Il croato sembra essere in riserva dopo una lunga stagione in cui ha dato un solido contributo alla causa nerazzurra.

Martinez 7,5 – Decisamente molto più in forma del compagno di reparto. Volitivo, fa un grandissimo lavoro difensivo e rimane lo stesso lucido in attacco. Per larghi tratti del match dà la sensazione di trovare, prima o poi, il colpo decisivo. Come quando spedisce in rete un bel cross di Sanchez, siglando un goal che, probabilmente, segna favorevolmente lo scudetto in casa nerazzurra.

Lukaku 6 – Bremer lo annulla per novanta minuti. Ha solo due lampi: uno sulla spazzata post-palo colto da Lyanco, l’altro quando si conferma glaciale dal dischetto. Per il resto si perde tra le maglia granata e in quelle poche occasioni viene facilmente disinnescato. Rimane il merito per aver sbloccato il match.

Young 5,5 – Energie fresche sulla fascia mancina, ma a livello offensivo produce davvero poco. Più prezioso in copertura.

Eriksen 6 – Migliora la circolazione della palla, con l’Inter che poco dopo il suo ingresso si sblocca, proprio grazie ad un sua veloce verticalizzazione. Alla vigilia del match è stato largamente in dubbio per la sfida odierna, nella mezzora a disposizione riesce a fornire comunque un prezioso contributo.

Sanchez 6,5 – Suo l’assist per Lautaro che decide il match. Conte lo pesca nelle battute finali dalla panchina e il cileno non delude, con una giocata illuminante delle sue.

Vecino sv – Ritrova il campo dopo tempo immemore.

Darmian sv

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy