Pagelle Spezia – Lazio 1-2: Nzola non basta contro Immobile e Milinkovic – Voti Fantacalcio

di Voti Fantamagazine

Buona gara dello Spezia, complice anche l’approccio attendista della Lazio, che non riesce però a volgere il risultato a suo favore. Ottimo fraseggio a centrocampo, reparto in cui l’oculata e attenta gestione del pallone permette agli uomini di Italiano di giocare in ampiezza per sfruttare l’estro di Farias e la fisicità di Nzola. Meno bene, invece, il pacchetto arretrato, che non si è fatto trovare pronto in occasione delle rarissime accelerate biancocelesti, concretizzate al massimo dagli uomini di Inzaghi.

PAGELLE SPEZIA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Spezia

Provedel 6 – Attento nelle uscite e partecipe alla manovra, non può nulla sui gol.

Ferrer 6 – Partita attenta e ordinata in difesa, annulla Marusic in più occasioni. Utile anche in fase di costruzione, dove tiene bene la palla e sale con regolarità.

Terzi 5.5 – Finchè la Lazio non affonda, gioca una partita attenta e ordinata, senza disdegnare qualche sortita offensiva. Non ha colpe sul gol di Immobile, si fa trovare impreparato quando gli avversari verticalizzano sulla trequarti, sia su Caicedo che su Andreas Pereira, ma il VAR annulla tutto .

Chabot 5 – Buona la prima mezzora, ma si perde Immobile in occasione della punizione che porta al raddoppio biancoceleste. Nel secondo tempo non sale con la linea difensiva su Andreas Pereira che, per sua fortuna, era in fuorigioco millimetrico.

Bastoni 5.5 – Grandissima azione al 26’, dove viene fermato dal palo, ma soffre spesso Lazzari che lo costringe al fallo più volte. Esce all’inizio della ripresa per Marchizza.

Estevez 6.5 – Ottima prestazione del centrocampista argentino: corsa, tecnica, ottimi tempi di inserimento e interdizione. Colpisce anche un palo a inizio primo tempo.

Ricci 6.5 – Giocatore che sta dimostrando una maturità e un’intelligenza di altissimo livello. Gioca sempre a due tocchi, fa girare la palla con velocità e precisione, senza ridursi o minimizzarsi alla giocata scolastica. Verticalizza, cambia fascia, imposta e intercetta: se lo Spezia riesce a giocare in controllo è gran parte merito suo.

Maggiore 5.5 – Non disputa una brutta partita, facendosi trovare sempre pronto al fraseggio con i compagni. Macchia, però, la sua prestazione con la palla persa in uscita che regala il vantaggio agli uomini di Inzaghi. Fa spazio a Deiola al 65’.

Gyasi 5 – Si vede per la prima volta al 19’ con un buono spunto, ma resta l’unico della sua gara anonima. Il meno attivo del terzetto offensivo, ha come unica attenuante un Acerbi asfissiante in marcatura.

Nzola 7 – Altra grande partita della punta di Italiano. Lotta su tutti i palloni, ne perde pochissimi e fraseggia bene con i compagni, trovando al 64’ il gol bellissimo che rimette in piedi lo Spezia. Fa spazio a Piccoli nel finale.

Farias 7 – La sua partita inizia con una grande azione all’8’: da lì si accende e porta con costanza vivacità e pericoli nell’area avversaria. Cerca spesso lo spunto, finchè resta in campo è la via più veloce per entrare nell’area laziale.

Marchizza 6 – Ordinato, si propone costantemente sulla fascia e garantisce una buona copertura in difesa. Fa vedere anche un bel guizzo all’87’, con cui guadagna una punizione importante.

Deiola 6 – Ricarica i muscoli del centrocampo, giocando una mezzora attenta e disciplinata.

Agudelo 5.5 – Quando parte palla al piede dà il meglio di sé, ma gioca troppo a ridosso della linea di centrocampo e non dà profondità al reparto: da rivedere.

Piccoli s.v.

Mastinu s.v.

Pagelle a cura di Giuseppe Ronco.

PAGELLE LAZIO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Lazio

Reina 6,5 – Ottima prima frazione di gara per il portiere spagnolo, chiamato anche a una gran parata in avvio quando devia la conclusione di Estevez sul palo. In generale infonde sicurezza ai compagni ed è essenziale nell’orchestrare la prima risalita del campo dei suoi. Sul gol di Nzola non può nulla: le ragnatele le toglie il franco-angolano.

Luiz Felipe 5,5 – Dal suo lato, specie nella prima frazione di gara, lo Spezia trova spesso terreno fertile. In generale oggi la retroguardia della Lazio sembra trovare qualche difficoltà a contrastare il gioco di prima degli uomini di Italiano e Luiz Felipe non fa eccezione.

Acerbi 5,5 – Fa buona guardia sulle palle alte ma come in compagni di reparto va spesso in difficoltà quando la sfera viene mossa velocemente. Non gioca neanche malissimo ma ha la responsabilità di lasciare un fazzoletto a Nzola, che lo trasforma in un capolavoro.

Radu 6 – Forse il migliore del terzetto difensivo. Riesce a non soffrire troppo Gyasi e dal suo lato non arrivano pericoli particolari. Nella ripresa bravo a piazzarsi sulla linea di porta e a evitare una probabile rete.

Lazzari 6,5 – Solita ottima gara di Lazzari. Fa ammattire (e ammonire) Bastoni in fase offensiva, e si propone con costanza per ribaltare le azioni della sua squadra. Con Marchizza meno bene, ma ampiamente sufficiente.

Milinkovic 7,5 – Bravissimo nel soffiare palla a Maggiore nel break del vantaggio e a servire Immobile col contagiri. Ancora più bravo sul calcio piazzato dello 0-2, con il quale beffa Provedel. Qualità e centimetri: il Sergente è tornato.

Lucas Leiva 6 – «Poco appariscente ma utile e solido». La definizione potrebbe essere inserita nel dizionario alla voce Lucas Leiva. Non fa molto per farsi notare, ma quello che fa lo fa bene come al solito.

Luis Alberto 6 – Danza sul pallone come ormai accade ogni domenica, cucendo il gioco biancoceleste e legando tra loro i reparti. Con la partita in discesa, i compagni non hanno troppo bisogno delle sue invenzioni e l’andaluso si limita al minimo sindacale.

Marusic 6 – Offre spesso sostegno alla manovra e non disdegna buoni cambi di gioco le sgroppate a fondo perduto. In più non è Fares, il che gli garantisce la sufficienza.

Pereira 5,5 – Non sfrutta l’occasione concessagli da Inzaghi. Con Caicedo e Correa fuori ci si sarebbe attesi un Pereira più presente in zona gol, ma il centrocampista ex-United si fa trovare un po’ impreparato all’appuntamento (tranne al 91’, ma il suo gol è irregolare).

Immobile 6,5 – Trentacinque gol su trentotto partite contro le neopromosse. Lo Spezia è la trentesima squadra che sevizia. Che dire? Re Ciro. Si procura anche il calcio piazzato che Milinkovic trasforma in rete.

Akpa Akpro 6 – Inzaghi vuole dar respiro ai suoi big in previsione della gara decisiva di Champions della prossima settimana e Akpa viene gettato nella mischia a metà della ripresa donando un po’ di freschezza al centrocampo.

Parolo 6 – Pochi minuti per Parolo su un campo che lo aveva visto protagonista agli esordi in Serie A. Aiuta a gestire l’assedio spezzino finale.

Caicedo 6 – Entra per far rifiatare Immobile e aiuta la squadra a gestire il vantaggio. Segnerebbe il gol dell’1-3 ma il guardalinee ne smorza la gioia segnalandone il fuorigioco (davvero millimetrico).

Escalante 6 – Come Parolo entra solo per contenere il forcing finale degli uomini di Italiano. Non commette sciocchezze, e anzi entrerebbe anche nell’azione dell’1-3 annullato a Pereira.

Pagelle a cura di Salvatore Iacolare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy