Pagelle Spezia – Fiorentina 2-2: Verde e Farias firmano la rimonta! – Voti Fantacalcio

Viola avanti nei primi 5 minuti di gioco con Pezzella e Biraghi, poi rimonta ligure.

di Voti Fantamagazine

Pari e patta al ‘Manuzzi’ tra Spezia e Fiorentina. I liguri rimontano due goal ai toscani che avevano iniziato il match alla grande con il doppio vantaggio maturato dopo soli quattro giri di lancette con le reti dei difensori Pezzella e Biraghi. I bianconeri rientrano nel match con la rete di Verde e trovano il punticino con il sigillo nel quarto d’ora finale del subentrato Farias.

PAGELLE SPEZIA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Spezia

Provedel 6 – L’estremo difensore friulano ritrova la A dopo una stagione di purgatorio in B. In pochi minuti vede l’inferno ma i compagni riescono ad impattare e a regalargli un ritorno piacevole in massima serie.

Sala 6 – Dalle sue parti agisce Biraghi che è sempre pericoloso ma riesce a contrastarlo e a reggere il confronto. Ha il merito di verticalizzare per Verde in occasione della rete del momentaneo 1-2. Esce per problemi fisici.

Terzi 6 – Colonna dello Spezia, ha la capacità – insieme a tutta la squadra – di rialzarsi dopo un inizio difficile. Stringe i denti e risponde colpo su colpo anche nel concitato finale.

Chabot 6 – Fisicamente dominante, riesce a contrastare bene Vlahovic limitando il raggio d’azione del centravanti serbo.

Bastoni 5,5 – Esordisce in A e l’inizio è da dimenticare dato che i goal nascono da suoi errori (punizione regalata su cui poi scaturisce il corner del vantaggio, nel raddoppio Lirola lo brucia senza difficoltà). Riesce però a rimettersi in carreggiata e a chiudere in crescendo.

Acampora 6 – Ordinato, grintoso. Chiude con i crampi ma non molla di un centrimetro trasmettendo la sua forza ai compagni.

Ricci 6 – Disorientato, come tutta la squadra, nella prima porzione di match. Poi sale in cattedra con una regia precisa e pulita dimostrando di poter giocare alla pari anche contro centrocampisti di valore quale quelli viola.

Deiola 5 – Grave ingenuità sul goal di Pezzella: il centrale argentino si svicola dalla sua marcatura siglando la rete del vantaggio viola. Per il resto, dei centrocampisti bianconeri, è stato quello più arrendevole.

Gyasi 6 – Molto più in palla nel primo tempo. Cala alla distanza, limitandosi più alla fase difensiva che in quella offensiva.

Piccoli 5,5 – Si sbatte per tutto il fronte offensivo ma è poco lucido in area da rigore al punto da sbagliare una facile occasione.

Verde 6,5 – Ha il merito di mantenere in vita lo Spezia con il goal che accorcia momentaneamente le distanze. Approfitta di un’ingenuità di Caceres e beffa Dragowski con un diagonale che passa sotto le gambe del portiere polacco.

Nzola 6,5 – Impatto positivo sul match: sgomita contro la fisica difesa viola e sfiora il goal del clamoroso sorpasso nelle battute finali.

Agudelo 6 – Gara sicuramente delicata per l’ex Viola contro l’allenatore che in passato ha deciso di non puntare su di lui. Alimenta l’entusiasmo dei bianconeri con alcune belle giocate dal punto di vista tecnico.

Ferrer 6 – Entra con tanta grinta. Pur non brillando tecnicamente si propone con costanza mettendo alle corde la difesa viola.

Farias 7 – Segna con una perla la rete che vale un punto prezioso per i bianconeri. Si presenta sbagliando una clamorosa occasione, poi rimedia con il colpo da biliardo che consegna allo Spezia il primo punto tra le ‘mura amiche’.

Dell’Orco 6 – Rileva Bastoni e ha il merito di avere una buona intesa con Farias. Tiene a bada Callejon nel finale.

PAGELLE FIORENTINA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Fiorentina

Dragowski 6 – Verde e Farias lo trafiggono senza particolari colpe. Addirittura l’ex Cagliari lo beffa con un goal di ‘punta’.

Milenkovic 6 – Maestoso nei duelli aerei, a volte è così troppo sicuro dei propri mezzi che rischia grosso come nel finale quando lascia un varco aperto a N’Zola che quasi sigla il 3-2.

Pezzella 6,5 – Festeggia la centesima presenza in A con un bel goal di testa. Ma soprattutto ritorna al centro della difesa donando sicurezza alla retroguardia viola. Poi esce per infortunio e la difesa ritorna a ballare pericolosamente.

Caceres 4,5 – Ha responsabilità evidenti sui due goal subiti: nel primo caso rimette in gioco Verde che era in offside chilometrico, nella seconda occasione partecipa alla frittata difensiva in combutta con Igor. Altra gara sbagliata dopo quella con la Sampdoria.

Lirola 6,5 – Partenza esplosiva, la sua discesa è dirompente. Ottimo l’assist per il sigillo di Biraghi: eredita il posto da Chiesa e, al momento, non sembra pesargli tanto.

Bonaventura 6 – Al contrario della squadra inizia male per finire meglio: ha poca lucidità nelle battute finali ma a centrocampo è sempre vivo e ha le idee chiare.

Amrabat 5,5 – Non ha ancora assimilato al meglio il nuovo ruolo: prestazione nuovamente balbettante per l’ex Verona. Da regista emerge la sua poca qualità nel verticalizzare, con Ribery che spesso è costretto ad abbassarsi e a fungere da playmaker della squadra.

Castrovilli 5,5 – Ancora imballato: del resto era stato infortunato per gran parte degli scorsi giorni. Poteva chiudere tranquillamente il match con il sigillo del 3-1 ma sbaglia la giocata.

Biraghi 7 – Goal e assist in quattro minuti. Niente male per il laterale viola che conferma l’ottimo momento di forma mostrato anche in Nazionale. Il suo mancino è fatato e i compagni ringraziano per cotanta precisione.

Ribery 6 – Non la sua migliore prestazione in viola: nel primo tempo è il regista offensivo della manovra toscana, è davvero difficile togliergli la sfera tra i piedi. Nel secondo tempo si spegne lentamente come tutta la squadra.

Vlahovic 5 – Giornata non felice per l’attaccante serbo che fa sicuramente tanto lavoro oscuro ma difficilmente è pericoloso negli ultimi metri.

Igor 5 – In combutta con Caceres ‘regala’ il pari allo Spezia. E, per poco, Nzola non lo beffa nel finale. Per l’ex Spal l’impatto non è affatto dei migliori.

Cutrone 6 – Entra sempre con grande energia ma ha pochi palloni giocabili per far male alla difesa bianconera.

Pulgar 6 – Debutta in stagione dopo essere finalmente guarito dal Coronavirus. Ha il merito di rubare la sfera ad Acampora con un intervento rischioso ma prodigioso allo stesso tempo.

Callejon 6 – Iachini lo getta nella mischia sul 2-2. Non ha ancora una precisa collocazione tattica, ma cerca qualche spunto. Rischia di segnare sul bell’invito di Kouame ma Provedel è attento in uscita bassa.

Kouame sv – Inserito nelle battute finali, ha una bella illuminazione per Callejon nel finale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy