Pagelle Sampdoria – Milan 1-2: Kessie e Castillejo fanno volare i rossoneri. Ekdal illude i blucerchiati – Voti Fantacalcio

Nuova vittoria per i rossoneri con le reti di Kessie e Castillejo, Ekdal nel finale illude la Sampdoria. Il Milan, in virtù di questa vittoria, si conferma sempre più campolista

di Voti Fantamagazine

Prova di forza da parte del Milan che s’impone su un campo difficile al termine di una gara tirata, ricostruendo il suo vantaggio di 5 punti sulla seconda in classifica ed infliggendo alla Sampdoria la quarta sconfitta consecutiva, considerando tutte le competizioni. Il primo tempo (bloccato, ma non privo di emozioni) vive di strappi: il Milan passa a fine frazione con un rigore di Kessié, approfittando di un ingenuità di Jankto. Nel secondo tempo i cambi degli allenatori allungano le squadre e conferiscono dinamismo alle rispettive manovre. Castillejo – appena entrato – raddoppia, Ekdal tiene accese le speranze blucerchiate, ma Sampdoria-Milan finisce 1-2. Nel mezzo, due pali per i rossoneri e rammarico per i blucerchiati, che dilapidano una buona occasione allo scadere.

PAGELLE SAMPDORIA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Sampdoria

Audero 5 – Indeciso nell’occasione del palo di Rebic, impotente sul rigore di Kessié (uno specialista della disciplina), e insicuro sul tiro di Castillejo, che gli piega le mani.

Bereszynski 5.5 – Sfortunato, ma anche impreciso. 20 minuti giocati, 4 palloni toccati, 3 palle perse, prima che un infortunio lo costringa ad alzare bandiera bianca.
Dal 20’ Colley 5.5 – Spesso in ritardo sui tagli di Rebic, non trasmette particolare sicurezza ai compagni della retroguardia blucerchiata. Rimedia ad un grave errore di posizionamento fermando Saelemaekers lanciato a rete, ma nel complesso la sua prestazione è insufficiente.

Tonelli 6 – Va vicino al gol in avvio – solo un grande Donnarumma gli nega la gioia – poi compie uno strepitoso salvataggio sulla linea nonostante la carica di Rebic. Sbaglia, però, il tempo dell’intervento sul croato nell’occasione dell’assist a Castillejo, andando a vuoto, e vanificando una prestazione altrimenti impeccabile.

Ferrari 6.5 – All’inizio della gara è autore di un grande intervento che blocca la conclusione a botta sicura di Rebic, poi è abile nel fermare una ripartenza del croato nel secondo tempo. Con l’infortunio di Bereszynski viene dirottato a destra, ma lui non si lascia scomporre e sbaglia poco.

Augello 5 – Propositivo in fase di spinta, ma spesso sorpreso e fuori posizione in fase di copertura: Saelemaekers e Calabria gli passano alle spalle diverse volte, si dimentica Tonali nell’occasione del secondo palo rossonero e si perde completamente il neo-entrato Castillejo nell’occasione del raddoppio del Milan. Male.
Dall’82’ Leris s.v.

Jankto 5 – Invisibile per tutto il primo tempo, molto impacciato e scomposto nel salto che causa il rigore trasformato da Kessié. Frustrato, prova a rifarsi salendo di giri, ma rimedia solo un’ammonizione evitabile. Rimane negli spogliatoi dopo l’intervallo.
Dal 46’ Damsgaard 6.5 – Si propone con continuità sulla corsia sinistra. Il danese gestisce con ingegno il pallone e dialoga abilmente con i compagni, pur essendo spesso e volentieri impreciso al momento dell’ultimo passaggio. Serve l’assist a Ekdal battendo un buon calcio d’angolo.

Thorsby 5.5 – Ordinaria amministrazione nella prima frazione di gioco, è efficace nel filtrare le trame rossonere. Nella ripresa, però, tale compitino non basta più: lui non riesce ad ingranare la marcia – né ad aiutare la sua squadra a farlo – e getta alle ortiche una buona occasione di testa.

Silva 5.5 – Tocca tanti palloni e dà ritmo alla compassata manovra blucerchiata del primo tempo. Perde una palla che grida vendetta ma il Milan lo grazia, poi raccoglie un giallo evitabile. Di conseguenza, viene sostituito all’intervallo.

Dal 46’ Ekdal 7 – Viene gettato nella mischia nella ripresa, in una fase di gioco in cui la Sampdoria deve pareggiare e il Milan deve chiudere la partita. Il risultato sono delle squadre lunghe e dei ritmi elevati, ma lui è dinamico, presente e coinvolto. Nel finale, trova anche la rete che tiene accese le speranze blucerchiate con una zampata da centravanti consumato, e sfiora addirittura il bis allo scadere.

Candreva 5.5 – Quando ha l’opportunità di spingere dà sempre l’impressione di poter innescare azioni pericolose. Per sua sfortuna, la Sampdoria deve limitarsi ad una gara di attesa per tutto il primo tempo. Nel secondo tempo la sua squadra spinge principalmente a sinistra: tutto sommato, concretamente, si vede poco.

Gabbiadini 6 – Servito poco e male, tenta la conclusione dalla distanza quando ne ha l’opportunità. Dinamico e proattivo. Chiaramente non ha ancora ritrovato la condizione migliore, ma l’impegno è lodevole.
Dal 57’ La Gumina 5.5 – Svaria sull’insieme del fronte offensivo, ma – come Gabbiadini – viene servito raramente.

Quagliarella 5 – Non si fa quasi mai vedere nel primo tempo, e nel secondo è meno abile del solito a smarcarsi e a suggerire linee di passaggio. Di fatto, il suo contributo è praticamente nullo.

PAGELLE MILAN

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Milan

Donnarumma 6.5 – Nel primo tempo si è reso protagonista con un grande intervento su Tonelli, mentre nulla ha potuto in occasione della rete di Ekdal. Intervento che è sembrato un po’ goffo, ma gli uomini davanti a lui gli hanno impedito di avere una visuale adeguata per intervenire al meglio.

Calabria 6 – Nonostante le sortite offensive di Candreva soffre poco in fase difensiva, senza regalare tuttavia grandi acuti.

Gabbia 6 –
Sostituisce Kjaer senza soffrire e senza commettere particolari errori. Sufficiente.

Romagnoli 6 – Guida la difesa molto attentamente, è sempre puntuale negli interventi pur non essendo stato molto sollecitato.

Hernandez 5.5 – Non sfigura, pur riuscendo a non attaccare come al solito, ma ha il demerito di lasciarsi anticipare da Ekdal in occasione della rete blucerchiata. Il rigore ricevuto a favore è nato invece da un suo colpo di testa, ma considerando le dinamiche dell’episodio sono senz’altro maggiori i demerito dell’avversario, Jankto, che ha saltato in maniera scomposta in area di rigore.

Tonali 6 – Impreciso nel primo tempo, si riscatta nella ripresa salendo di ritmo e intensità, sfiorando anche la rete, negatagli dal palo.

Kessiè 7 – È l’equilibratore della squadra e in mezzo al campo è sempre riuscito a rendersi importante con i suoi interventi. In più è glaciale dal dischetto nel finale di primo tempo, sbloccando la gara.

Saelemaekers 6 – Impegno, corsa e qualità a disposizione dei rossoneri. Senza eccellere, ma la prestazione è stata nel complesso sufficiente.

Diaz 5 – Pioli gli concede solo il primo tempo, ma lui non ripaga adeguatamente la fiducia del suo allenatore. Fumoso e poco concreto, troppi errori per lui. Insufficienza inevitabile.

Calhanoglu 6 – Poco brillante, soprattutto nel primo tempo, ma nel complesso ha saputo far bene nel gestire la manovra rossonera.

Rebic 6 – L’assist per Castillejo lo salva dall’insufficienza. Il croato ha avuto diverse occasioni per segnare, ma le ha sprecate tutte.

Hauge 6 – Buon impatto il suo, nonostante le difficoltà incontrate nella ripresa. In occasione dl gol di Castillejo ha saputo metterci lo zampino servendo in posizione pericolosa Rebic, autore poi dell’assist per lo spagnolo

Castillejo 7 – Entra e dopo pochi secondi va a segno: un gol pesantissimo ai fini del risultato.

Krunic sv 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy