Pagelle Sampdoria – Genoa 1-1: Scamacca risponde a Jankto! – Voti Fantacalcio

Derby che si decide tutto nel primo tempo. Vantaggio del centrocampista blucerchiato e pareggio dell’attaccante dopo 5 minuti.

di Voti Fantamagazine
Jankto

Pari e patta al ‘Ferraris’ tra Sampdoria e Genoa. Il derby si decide tutto in cinque minuti: Jankto apre le danze con una rete straordinaria su cui Perin non può far nulla, risponde Scamacca con una stoccata da attaccante puro che trafigge Audero. Grande agonismo, diverse occasioni ma alla fine un punto a testa per le squadre liguri nel derby della Lanterna.

PAGELLE SAMPDORIA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Sampdoria

Audero 6,5 – Vola sulla zuccata di Zapata, può poco sulla conclusione di Scamacca che lo trafigge inesorabilmente. Nel secondo tempo interventi di ordinaria amministrazione.

Bereszynski 5 – Dà la sensazione di essere sempre in affanno. Rovella lo ‘scherza’ in un paio di circostanze: sul goal di Scamacca tiene tutti in gioco.

Tonelli 6 – Sportella con grande ardore con Scamacca. Il passo veloce di Pjaca lo manda in tilt. Per sua fortuna il croato è ancora lontano dalla migliore condizione dopo esser guarito dal Covid.

Yoshida 6,5 – Non ha i galloni da leader, ma è come se lo fosse. Sempre pulito negli interventi: meno plateale, più concreto del compagno di reparto.

Augello 6 – Un passo indietro rispetto alle precedenti “top” prestazioni. Ha il piede caldo, prova a sfornare qualche cross ma non riesce l’assistenza vincente ad un compagno di squadra.

Jankto 6,5 – Apre le danze con un bolide imparabile per Perin. Conferma, come Augello, l’ottimo momento di forma con diverse giocate apprezzabili. Appena cambia corsia si spegne.

Thorsby 6,5 – L’inizio non è dei migliori, ma poi si erge a grande protagonista della muraglia blucerchiata. Mattone dopo mattone è diventato il perno della Sampdoria. L’unica pecca di stasera sono i pochi inserimenti in area avversaria. Ma, dal punto di vista difensivo, è stato pressoché perfetto.

Ekdal 6 – Il solito prezioso contributo. Randella e orchestra, rischia grosso su Pandev ma offre anche la giusta assistenza a Jankto che si mette in proprio. Indispensabile.

Damsgaard 5 – Il test del nove lo fallisce. Non tanto per il clamoroso errore sotto porta, col tap-in mandato alle stelle, quanto per la poca personalità mostrata in una partita molto sentita. Si limita a fare il compitino, potrebbe fare (e lo ha dimostrato) molto di più.

Ramirez 5 – Si nota esclusivamente per il nervorsimo e per qualche scintilla di troppo con Biraschi. Altra brutta prestazione stagionale per il fantasista sudamericano.

Quagliarella 5,5 – Passo del gambero rispetto ai precedenti match anche per lui: solo, tra le maglie del Grifone si perde. La sua gara, inoltre, è anche condizionata dal giallo sventolatogli dopo pochi minuti per un duro intervento su Goldaniga.

Keita 6,5 – Un palo, tanti strappi. Non è ancora al 100% ma l’impatto sul derby è positivo. Se crescerà di condizione potrà essere davvero una buona carta per Ranieri.

Verre 5 – In altri match il suo ingresso in campo è stato salvifico. Stasera, invece, entra piatto, monocorde. Non riesce a mettere la marcia e rimane ingolfato nel mare magnum dei difensori rossoblu.

Silva 6 – Prosegue nell’opera di governo di Ekdal dando più freschezza alla mediana blucerchiata.

Candreva 6 – L’ex Inter riesce a recuperare e a dare il suo contributo nel quarto d’ora finale. Prova ad impegnare Perin, ma a sinistra non è incisivo quanto a destra ed è facile preda di Biraschi.

Leris sv – Subentra allo stanco Jankto. Si nota solo per un’evidente sbracciata a Pellegrini.

PAGELLE GENOA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Genoa

Perin 6,5 – Incolpevole sul bel goal realizzato da Jankto, sporca la conclusione di Keita sul palo e dice di no anche a Candreva. Numero uno.

Biraschi 6,5 – Di fronte a lui ha un peperino come Damsgaard e un Augello in forma. Limita entrambi mostrando muscoli e anche mestiere.

Goldaniga 7 – Baluardo difensivo al pari di Biraschi: mette la museruola a Quagliarella e si fa sentire anche su Keita nonostante abbia l’ammonizione da inizio partita.

Zapata 6 – Sfiora il pareggio, in generale la sua partita è largamente sufficiente finché non entra Keita che lo fa ballare un po’.

Criscito 5,5 – Un po’ troppo “leggero” in marcatura su Jankto. Non ancora al top, esce per crampi nel quarto d’ora finale.

Lerager 6,5 – Oltre all’assist per Scamacca, il danese fornisce il suo prezioso contributo mostrando quantità e qualità nella mediana rossoblu.

Badelj 5,5 – Qualche piccola imprecisione ma anche lui, come gran parte dei compagni, è alla ricerca della migliore condizione dopo l’incubo Covid-19.

Rovella 7 – Classe 2001, ma solo sulla carta. Non tradisce l’emozione, gioca con grande personalità ed è praticamente l’uomo ovunque della compagine genoana.

Pandev 5,5 – Come per Quagliarella, la carta d’identità avanza. Potrebbe fare di più, ma in realtà la sua gara è fatta di qualche lampo solitario e nemmeno troppo fruttifero per il Genoa.

Zajc 6 – La finalizzazione rimarrà sempre un grande problema per questo ragazzo che sa fare tutto negli ultimi sedici metri tranne concludere in porta. Alcuni strappi, soprattutto nella ripresa, sono fondamentali per dare equilibrio al Genoa.

Scamacca 7 – Nella sua prima da titolare in campionato è subito decisivo con una rete da attaccante rapace: stoccata e Audero punito al primo pallone utile. Nella ripresa lotta su ogni pallone per tentare di far salire la squadra ma Yoshida e Tonelli gli mettono la museruola. Ciò non toglie il goal al derby che dà il seguito alla doppietta in Coppa: il Genoa ha trovato finalmente il suo “nove”.

Pjaca 5,5 – Inaspettata la sua timidezza in una bella ripartenza sprecata per eccessivo altruismo: aveva lo spazio per tirare e impensierire Audero, prova a servire inutilmente Pandev.

Behrami 6 – Entra per dare manforte alla linea Maginot del Genoa.

Pellegrini 6 – RIleva lo stanco capitano Criscito: con Leris ha vita facile, prova anche qualche falcata in avanti.

Melegoni sv – Dà linfa alla mediana del Grifone nei concitati minuti finali.

Radovanovic sv – Esperienza per difendere il fortino rossoblu. Compito riuscito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy