Pagelle Sampdoria – Bologna 1-2: Orsolini trova il gol dei tre punti! – Voti Fantacalcio

Vantaggio blucerchiato con Thorsby, poi una sfortunata autorete di Regini pareggia i conti fino al gol decisivo dell’esterno offensivo.

di Voti Fantamagazine

Tre punti d’oro per il Bologna che, in rimonta, supera la Sampdoria. I blucerchiati avevano sbloccato il match con Thorsby. La rete del norvegese, però, ha illuso la banda di Ranieri che viene trafitta prima da un’autorete di Regini, poi dal goal di Orsolini bravo a raccogliere un cross di Barrow. Per la Samp, dunque, secondo stop consecutivo, per gli emiliani, invece, seconda vittoria nelle ultime tre gare.

PAGELLE SAMPDORIA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Sampdoria

Audero 6 – Vince la battaglia con Palacio, sulle due reti subite non ha particolari colpe anche se, forse, a ragion veduta poteva abbozzare l’uscita sul goal di Orsolini.

Bereszynski 5,5 – Partita dai due volti: buona l’intesa in attacco con Candreva, male l’apporto difensivo anche perché sia Hickey che Barrow spingono con continuità e pericolosità e spesso lo superano con facilità.

Yoshida 6 – Pulito nelle chiusure e negli interventi. Riesce a contrastare con eleganza i movimenti degli attaccanti avversari sebbene abbiano un’altra cilindrata rispetto al giapponese.

Colley 6 – Sostituisce Tonelli causa squalifica del difensore ex Empoli e Napoli. Il centrale gambiano offre una prestazione tutto sommato sufficiente. Incerto sulla rete del vantaggio avversario in quanto era lui a dover comandare la retroguardia nei movimenti ma l’ingenuità più grave è commessa da Regini che si fa sfilare dall’accorrente Orsolini.

Regini 4 – Un disastro. Prima il goffo autogoal che consente al Bologna di pareggiare le ostilità, poi si fa uccellare da Orsolini che lo frega e deposita in rete il punto del 2-1. Gara da dimenticare per il terzino mancino.

Thorsby 7 – In crescita costante sia sotto il profilo calcistico che fantacalcistico: trova la rete numero due in campionato mentre in mezzo al campo si conferma il solito cagnaccio che aggredisce le caviglie avversarie.

Ekdal 5,5 – Sin dai primi frangenti si capisce che non è molto lucido, forse è stanco anche per via degli impegni con la nazionale svedese. Gara di sacrificio, come sempre, ma con poca sostanza rispetto al solito.

Adrien Silva 6 – Debutto dal primo minuto per il portoghese, gran pupillo di Ranieri, che si conferma un utile rubapalloni. Deve ancora ingranare fisicamente ma la strada è quella giusta.

Candreva 6 – Suo il corner per Thorsby che vale l’1-0: la squadra si affida spesso a lui e non è un caso che le occasioni migliori dei blucerchiati si sviluppano proprio sul suo destro. Nella ripresa cala e non riesce a incidere come dovrebbe.

Quagliarella 5 – Lo schieramento in cui è l’unica punta della squadra forse lo penalizza oltremodo. Gli manca il compagno con cui dialogare e appoggiarsi alle difese avversarie. Ha una sola occasione ma non è pericoloso come suo solito. Con Ramirez la situazione non cambia.

Damsgaard 5,5 – Il 4-3-3 odierno (o meglio 4-5-1) dovrebbe comunque essere un modulo in grado di esaltare le sue caratteristiche. Invece non è così: sbaglia troppe scelte elementari. Deve maturare nell’ultima scelta.

Gaston Ramirez 5 – Inserito per provare a rimontare lo svantaggio, l’urugaiano prosegue nel momento buio in cui raramente riesce ad impensierire le difese avversarie.

Jankto 5,5 – Ranieri, come mossa della disperazione, lo schiera terzino in maniera incoerente rispetto a quanto di buono aveva fatto da ala nelle precedenti gare. Il risultato è che il ceco è spaesato e non riesce a incidere.

PAGELLE BOLOGNA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Bologna

Skorupski 6 – Potrebbe far di più sul goal di Thorsby ma sui riscatta a pieno su Candreva e Quagliarella.

De Silvestri 6 – Sulla carta doveva soffrire l’agilità di Damsgaard e, invece, riesce a contrastarlo con esperienza sfruttando la giornata ‘no’ del danese.

Danilo 6,5 – Riesce a mettere la museruola a Quagliarella regalandosi un pomeriggio tranquillo e sereno.

Tomiyasu 6 – Ancora non troppo sicuro nel ‘nuovo’ ruolo ma è prezioso per iniziare la manovra con grande qualità dalla retroguardia. La rete del 2-1 nasce proprio dalla sua capacità di giocare il pallone con estrema precisione e sicurezza anche in zone calde del campo.

Hickey 6,5 – L’inizio non è dei migliori: tra il giallo sventolatogli dopo pochi minuti e Candreva che fa ciò che vuole. Riesce a prendere le misure sull’esperto laterale e diventa un fattore, insieme a Barrow, della vittoria del Bologna. Tante volte scende

Schouten 6 – Già in precarie condizioni, si fa male nel finale chiedendo il campo. Sempre generoso e prezioso per il gioco del club emiliano.

Svanberg 6,5 – Con Soriano bloccato gioca più avanzato rispetto al solito servendo buone tracce per i compagni di squadra: in una di queste mette praticamente Orsolini davanti alla porta ma l’esterno non sfrutta a dovere l’ottimo assist.

Orsolini 7 – Finalmente Orso. Prima la traversa, poi il bell’inserimento sull’ottimo cross di Barrow: l’ex Ascoli infila Audero e diventa match-winner siglando il secondo goal stagionale. Ha ottime movenze ma si concede troppe pause. Potrebbe incidere di più a gara in corso ma deve avere una maggiore fiducia nelle sue qualità.

Soriano 6 – Atteso ex di giornata, viene imbrigliato dal centrocampo muscolare disegnato da Ranieri. Qualche lampo, nonostante l’occhio di riguardo dei centrocampisti blucerchiati, lo riesce comunque ad effettuare ma i compagni non finalizzano.

Barrow 7 – Fa ballare la salsa a Berezynski: in generale è davvero in un’ottima giornata e concretizza il tutto confezionando l’assist del 2-1 per l’accorrente Orsolini. Sfiora anche il goal. Una buona ripartenza per il gambiano che sta crescendo di condizione dopo un inizio di stagione impacciato.

Palacio 6,5 – Lo vedi e pensi che non sia possibile che abbia praticamente alle spalle ben 38 primavere: si muove su tutto il fronte d’attacco, è suo il primo squillo del Bologna, con un bel diagonale. Perde la sfida personale con Audero che gli nega il goal e nel finale timbra il palo.

Dominguez 6 – Buon impatto per l’argentino che aveva, finora, molto deluso. Si mostra volitivo e più volte prova a servire il pallone del papabile 1-3.

Medel 6 – Ritrova il campo dopo diversi mesi: il suo ingresso serve per difendere il risultato. Operazione riuscita per il Pitbull.

Vignato s.v. – Entrato per Barrow, prova subito ad inserire la sua firma nel tabellino marcatori ma senza particolare fortuna. Giovane e ambizioso, ha la testa giusta per arrivare lontano.

Sansone s.v. – Pochi minuti per l’ex Sassuolo e Villareal per poter incidere sul match.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy