PAGELLE SALERNITANA - SPEZIA

Pagelle Salernitana – Spezia 2-2: Verdi illude, granata rimontati due volte dal dischetto – Voti Fantacalcio

SALERNO, ITALY - FEBRUARY 07: Simone Verdi of US Salernitana celebrates after scoring the 1-0 goal during the Serie A match between US Salernitana and Spezia Calcio at Stadio Arechi on February 07, 2022 in Salerno, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Le pagelle di Salernitana - Spezia (2-2) a cura della redazione di Fantamagazine.com

Voti Fantamagazine

Posticipo del lunedì che vede affrontarsi allo stadio Arechi Salernitana e Spezia. Le due compagini viaggiano nei bassifondi della classifica ma con un morale totalmente opposto. Primi trenta minuti di fuoco: bastano due punizioni per la Salernitana, realizzate in maniera impeccabile dal neo acquisto Simone Verdi, e due calci di rigore per lo Spezia, trasformati prima da Manaj e poi da Verde, per portare il risultato su un clamoroso 2-2. Nella ripresa i ritmi sembrano non abbassarsi più di tanto, anche se le azioni salienti diminuisco sensibilmente. Il risultato, infatti, non cambia e le due squadre portano a casa un punto a testa che soddisfa soprattutto lo Spezia. Pareggio utile, invece, più dal punto di vista del morale che della classifica per la Salernitana.

PAGELLE SALERNITANA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Salernitana

Sepe 6 – Esordio in campionato per l’ex estremo difensore del Parma, mai chiamato in causa, se non per le due reti subite incolpevolmente su calcio di rigore. Lo aspetta un campionato non proprio all’insegna della tranquillità…

Mazzocchi 6.5 – Altro esordio in casa Salernitana, riesce a tenere botta alle incursioni di Gyasi prima e Verde dopo. Inoltre non disdegna affatto le sovrapposizioni offensive che, in taluni casi, creano qualche pensiero di troppo a Reca e compagni.

Fazio 5 – Forse la tanta inattività in questi mesi lo hanno atrofizzato dal ritmo partita, ma è imbarazzante l’ingenuità con cui sgambetta Erlic in piena area di rigore che, inevitabilmente, conduce al momentaneo 1-1 dal dischetto di Rey Manaj. Migliora nel corso della ripresa, nonostante il giallo subito per impedire un pericoloso contropiede, a seguito di un errore in fase d’impostazione di Ribery.

Dragusin 6.5 – A differenza del compagno di reparto (decisamente più esperto) sembra essersi inserito con la mentalità giusta e lo dimostra con un’ottima performance, chiudendo quasi tutte le sortite offensive degli avversari.

Ranieri 6 – Poco appariscente ma senza sfigurare di fronte a un match dalla grande intensità. Buona fase difensiva, decisamente meno quella offensiva.

Coulibaly 6 – Non è di certo il giocatore da cui bisogna aspettarsi la giocata illuminante, ma, nel complesso, contribuisce positivamente al pareggio fornendo un’ottima fase d’interdizione.

Radovanovic 6 – Metronomo dalla grande esperienza in serie A, apporta la giusta mentalità, garantendo ordine e sicurezza a tutta la mediana.

Kastanos 5.5 – Tanta dedizione messa in campo dalla mezz’ala cipriota di proprietà della Juventus, ma la qualità è scadente. Clamoroso l’errore sottoporta con cui liscia un perfetto assist di Mazzocchi al limite dell’area piccola. Sfiora la rete, ma una deviazione provvidenziale gli nega la gioia.

Verdi 8 – Gli bastano solo quindici minuti per segnare più punizioni di Cr7 in serie A e creare il panico all’Arechi. Due punizioni magistrali che si infilano quasi all’incrocio dei pali, lì dove Provedel non può nulla. Nella ripresa contribuisce anche in fase difensiva, recuperando tanti palloni preziosi. MVP!

Ribery 5 – Una pessima forma fisica lo porta a perdere palloni per tutto l’arco della partita. Grave il passaggio in orizzontale che costringe Fazio a farsi ammonire per impedire un contropiede pericolosissimo agli ospiti. Mai davvero pericoloso dalle parti di Provedel.

Mousset 5 – Verrà ricordato più per le ottime doti di portiere che per le qualità offensive. Para letteralmente il tiro di Manaj sugli sviluppi di un angolo, concedendo il secondo tiro dal dischetto, questa volta trasformato da Daniele Verde. Per il resto quasi invisibile, eccetto con un tiro velleitario che non impensierisce Provedel, fattore che costringe Colantuono a tirarlo fuori dal match durante l’intervallo.

Djuric 5.5 – Subentra a inizio secondo tempo per garantire maggiore peso offensivo. Qualche buona sponda ai compagni di reparto, ma senza incidere più di quanto dovrebbe.

Perotti 6 – Ritorno in serie A di Diego “El Monito” Perotti in chiaro scuro. L’ impegno per creare qualcosa di buono c’è, il risultato meno anche in virtù di una scarsa assistenza.

Bohinen 6 – Mezz’ala sinistra norvegese di cui si parla tanto bene. Tuttavia il suo ingresso a metà ripresa è senza infamia e senza lode.

Mikael s.v.

Gyomber s.v.

Pagelle a cura di Daniele Ferlito

PAGELLE SPEZIA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Spezia

Provedel 6 - Difficile poter fare di più in termini di piazzamento della barriera e tuffo sui due capolavori di Verdi. Per il resto non è chiamato a compiere interventi complessi.

Amian 5.5 - Dalle sue parti arrivano i maggiori pericoli, va spesso in difficoltà nel contenere le trame di Ribery e compagni.

Erlic 7 - Fa sue tutte le palle alte e non perde mai la posizione, liberando l'area da ogni pericolo. Guadagna anche il rigore dell'1-1, benché senza particolari meriti.

Nikolaou 6 - Forma una buona coppia con Erlic, ma al contrario del compagno è più confusionario nei rilanci e nella gestione del pallone. Rischia la frittata con uno dei suoi rinvii tirando addosso ad un giocatore, fortunatamente riesce a riprenderla prima che entri in rete.

Reca 5.5 - Mazzocchi gli sfugge qualche volta ma anche lui riesce a spingere sulla fascia. Dopo buoni dialoghi con Verde, però, non riesce a fare la giusta scelta finale.

Sala 5.5 - Prestazione di quantità in mezzo al campo nel duello individuale con Coulibaly. Macchia subito la prova però perdendo ingenuamente il pallone che porta Ribery a guadagnare il calcio di punizione del primo vantaggio.

Kiwior 6 - Fa il suo in mezzo al campo, sta acquisendo sempre maggiore fiducia in un ruolo non suo.

Gyasi 5 - Tornato in una posizione più consona, dopo la parentesi di esterno a tutta fascia, non riesce ad affondare ed entrare nel vivo del gioco. Concede anche la punizione dell'1-0, in una situazione che poteva gestire meglio essendoci il raddoppio di Maggiore.

Maggiore 5.5 - Qualche buono strappo ma manca in fase di rifinitura. Di fatto se la squadra non riesce mai a impensierire Sepe, le colpe sono anche sue che non aiuta nel costruire la manovra per vie centrali.

Verde 7- Ancora una volta il faro della squadra, anche se non sempre i compagni seguono le sue iniziative. Prende in carico il secondo penalty del match e lo mette a segno con un'ottima trasformazione.

Manaj 7 - Grandissimo lavoro per lui, che pressa e rincorre chiunque sia in possesso del pallone, recuperandone diversi. Trova poi la seconda rete del campionato, con il primo rigore che spiazza Sepe, e guadagna il secondo.

Nguiamba 5.5 - Nei suoi 20 minuti di gara lo Spezia non riesce a tenere il possesso del pallone ed avere il predominio del centrocampo.

Agudelo 6 - Ottimo ingresso in termini di verve, come nelle precedenti sembra possa essere lui a spaccare la partita. Cambia il ritmo ma è l'unico ad attaccare e non trovando compagni finisce per perdersi in troppi dribbling.

Nzola 5.5 - Dovrebbe dar peso e freschezza all'attacco ma non riesce a controllare alcun pallone.

Pagelle a cura di Annarita Piegari

 

tutte le notizie di