Pagelle Parma – Sampdoria 0-2: Yoshida e Keità decidono il match. Crisi nera per i ducali – Voti Fantacalcio

Altro tonfo interno per i gialloblu che chiudono il girone d’andata con sei sconfitte nelle ultime sette gare. Sorride la Samp con le reti di Yoshida e Keità

di Voti Fantamagazine

Il girone d’andata si conclude con la vittoria in esterna della Sampdoria ai danni del Parma con un secco 0-2. I blucerchiati colgono la quarta vittoria nelle ultime sette sfide issandosi al decimo posto. Sprofondano i gialloblu, alla sesta sconfitta negli ultimi sette incontri, sfortunati questa sera anche per aver centrato due legni con Gervinho e Kucka. Yoshida e Keità firmano il successo del club ligure al ‘Tardini’ con un uno-due in dieci minuti.

PAGELLE PARMA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Parma

Sepe 6 – Non può nulla sulle reti subite, ci mette una pezza sulla conclusione velenosa di Damsgaard.

Conti 6 – L’ex Milan trova subito la maglia da titolare. Prova a mettere alle corde Augello, sprintando a più riprese sulla corsia

Iacoponi 5,5 – In combutta, seppur in tono minore, con Hernani combina la frittata dello 0-2 mettendo in difficoltà il centrocampista con un passaggio non semplice e, poi, non chiude su Keità che lo supera come un birillo. Nel complesso la sua gara era sulla linea della sufficienza, ma questo errore pesa sul risultato del match.

Gagliolo 6 – Il migliore della difesa ducale. Solido, ruvido, non tira mai la gamba e mette tanta pressione a Quagliarella che non è un caso sia poco letale nei sedici metri.

Pezzella 5,5 – Buon avvio in combutta con Gervinho scatena l’inferno sulla fascia mancina. Meriterebbe la sufficienza, ma i suoi cross sono decisamente sballati e offre, difatti, pochi rifornimenti alla pur ‘vuota’ area doriana. Esce nel finale

Grassi 6 – Ritorna titolare dopo tempo immemore. Piccoli momenti d’intesa con Conti sulla catena di destra. Cala vertiginosamente ma è fisiologico. La migliore notizia è il suo ritorno in campo sperando che non vi sia un nuovo infortunio a tormentarlo.

Hernani 4,5 – Grave l’errore che, difatti, determina l’azione del raddoppio blucerchiato. Regala la sfera a Ramirez che è bravo a imbeccare l’accorrente Keita. Viene continuamente sorpassato dagli avversari in blucerchiato. Serata no.

Kurtic 6 – Si cala nei panni del regista, ha una felice imbeccata ma Audero è strepitoso anticipando con un’uscita scalmanata ma precisa Gervinho. Dimostra di poter dare anche qualità alla manovra e non solo tanta sostanza in mezzo al campo.

Kucka 6,5 – Prima Colley, poi la traversa e infine Audero gli negano la gioia del goal. Non ha nulla da rimproverarsi, l’ultimo ad arrendersi del Parma in questa gelida serata di gennaio.

Cornelius 5 – Protagonista in negativo del vantaggio blucerchiato, con l’assist offerto a Yoshida in maniera del tutto fortuita. Davanti è un fantasma, Colley lo cancella nei contrasti aerei. Pallida copia dell’attaccante che lo scorso anno era una certezza sotto porta.

Gervinho 6 – Ottimo inizio, con Pezzella la catena mancina è davvero insidiosa per la Sampdoria. Colpisce un palo, ma la sua gara, nel complesso termina su questo episodio. Dato che poi prova a ciondolare da una parte all’altra dell’attacco parmense ma senza particolare fortuna.

Karamoh 5,5 – Dovrebbe dare la scossa, ma il suo ingresso in campo non rivitalizza il Parma. Anzi, per certi versi, nella ripresa la formazione gialloblu si spegne mentalmente e tatticamente infrangendosi sulla solidità degli avversari. Esce per infortunio.

Brugman 6 – A risultato parzialmente definito prova a cambiare volto del match ma non vi riesce. Sufficienza di stima.

Mihahila sv

Ricci sv

PAGELLE SAMPDORIA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Sampdoria

 

Audero 7 – Strepitoso. Devia sul palo la conclusione di Gervinho, con un intervento impercettibile ma fondamentale. Bravo in uscita proprio sulla freccia nera poco dopo. Si supera anche su Kucka nella ripresa.

Bereszynski 6 – In apprensione nella prima fase del match, con Gervinho che gli fa ballare la rumba. Poi tutto rientra nella norma anche perché il Parma si demotiva man mano col passare dei minuti.

Yoshida 6,5 – Prima rischia grosso, poi è fortunato nel trovarsi al posto giusto nel momento giusto con Cornelius che gli offre un involontario e prezioso assist. Festeggia al meglio il recente rinnovo con i blucerchiati.

Colley 7 – Prezioso dopo pochi minuti con il salvataggio sulla linea sul tiro di Kucka che approfitta di una dormita di Yoshida. Stringe i denti nel finale quando lamenta un piccolo acciacco muscolare.

Candreva 6,5 – Entra nell’azione del vantaggio con il cross che disorienta Cornelius e propizia la rete di Yoshida. Mette al servizio della squadra esperienza e duttilità nel cambiare spesso ruolo nel corso del match.

Adrien Silva 6,5 – La mente del centrocampo blucerchiato. Se la cava con classe innata anche in situazioni spigolose.

Thorsby 6 – Il braccio della mediana blucerchiata. Rispetto al compagno di squadra è più dedito alla sostanza e alla quantità. Si gestisce bene e si conferma uno dei calciatori più continui della formazione di Ranieri.

Ramirez 6,5 – Finalmente un lampo dei suoi. Bravo a rubare palla a Hernani e a servire un cioccolatino che Keità scarta senza troppi problemi. Un po’ più vivo nel gioco rispetto ai precedenti match.

Augello 6 – Meno offensivo del solito anche perché dalla sua parte c’è Conti che notoriamente è un terzino che spinge. In ogni caso non soffre la verve del neo-arrivato in casa gialloblu ma riesce a disimpegnarsi in entrambi le fasi senza soffire.

Keità 6,5 – Accoglie l’assist di Ramirez e scarica con un diagonale stretto la rete del raddoppio blucerchiato. Vivace, è molto ispirato. Da quando è ritornato con continuità sta trovando spesso la rete.

Quagliarella 6 – Serata da veterano. Accompagna l’azione ma senza emettere alcun lampo negli ultimi sedici metri.

Damsgaard 6 – Pronti, via ed è subito pericoloso impegnando Sepe ad una difficile parata. Rileva Keita e dà sfogo delle sue caratteristiche tecniche e fisiche contro la solida ma statica difesa ducale.

Torregrossa 6 – Venti minuti di sostanza in cui regge il reparto offensivo con grande impegno e spirito di sacrificio.

Verre 6 – Gestisce bene le ultime fasi di gara subentrando a risultato già acquisito. Bravo a dialogare con Damsgaard e Torregrossa, gli manca la zampata finale.

Jankto sv

Ekdal sv

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy