Pagelle Napoli – Torino 2-1: di Manolas e Di Lorenzo i gol partenopei – Voti Fantacalcio

Il Napoli batte il Torino con i gol di Manolas e Di Lorenzo, a cui risponde Edera nel finale. Gli azzurri salgono momentaneamente al sesto posto.

di Voti Fantamagazine
Pagelle Napoli - Torino 2-1: di Manolas e Di Lorenzo i gol partenopei - Voti Fantacalcio

Si ritrova finalmente anche tra le mura amiche il Napoli di Rino Gattuso, che vince e convince contro un Torino sempre più in crisi. La squadra granata incorre così nella sesta sconfitta consecutiva, impattando contro il goal di Manolas prima e quello di Di Lorenzo poi. A nulla vale il goal di Edera, che fissa il risultato sul 2-1 finale colpendo la sfera con un preciso colpo di testa nel cuore dell’area azzurra.

PAGELLE NAPOLI

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Napoli

Ospina 6 – Un’uscita poco convincente marchia i primissimi attimi di una gara che per i restanti novanta minuti lo ha visto quasi del tutto inoperoso. Nessuna responsabilità in occasione del goal messo a segno dai granata.

Di Lorenzo 7 – Mette in mostra una condizione fisica invidiabile. Soffre poco le sortite offensive avversarie, gestisce il pallone con la giusta precisione e la dovuta freddezza, si propone con costanza in sovrapposizione interna. Proprio in occasione di un suo inserimento di questo tipo trova il goal che consente ai suoi di portare a termine la gara con serenità.

Manolas 7 – Alla solidità difensiva alla quale ci ha ormai abituato, abbina finalmente un ritrovato feeling col goal. Prestazione maiuscola.

Maksimovic 6.5 – Stravince il duello fisico con la coppia d’attacco avversaria, mostrandosi in grande spolvero nelle poche occasioni in cui viene chiamato in causa.

Hysaj 5.5 – Un brivido percorre la schiena dei tifosi partenopei ogni qual volta l’albanese ha la palla tra i piedi. Difficoltà tecniche a parte, corre per due e non soffre praticamente mai quando c’è da difendere, vestendo ancora una volta i panni della riserva affidabile anche se certamente non di lusso.

Lobotka 6.5 – Gattuso affida a lui in cabina di regia, concedendo un turno di riposo a Diego Demme. Rispetto all’ex Lipsia, lo slovacco gestisce il pallone con maggiore confidenza, non sfigurando neanche quando c’è da ripuegare all’idietro. Non va molto al di là del classico compitino, ma conferma di essere senza dubbiotra i giocatori su cui mister Gattuso potrà fare affidamento in questo finale di stagione.

Fabian 6 – Reduce da tre prestazioni maiuscole contro Inter, Brescia e Barcellona, il centrocampista spagnolo prova a dare continuità al periodo di forma straripante che lo vede protagonista. Gioca bene, ma senza strappare quasi mai applausi: sufficiente.

Zielinski 6.5 – Macina metri palla al piede con grande qualità sin dai primissimi minuti. Viene comprensibilmente meno alla distanza, quando la stanchezza del triplo impegno settimanale inizia a farsi sentire nelle gambe.

Politano 6 – Si danna l’anima su e giù per la fascia di competenza, mostrando quello spirito di sacrificio che per Gattuso è il requisito minimo fondamentale per avere la possibilità di giocarsi le proprie opportunità. Ha il demerito di accendersi solo a tratti e in maniera poco determinante, mostrando come i quattro mesi trascorsi in disparte all’Inter pesino ancora inevitabilmente sulla sua condizione.

Milik 6 – Positivo quando c’è da fare gioco con i compagni, raccoglie quanto può in area avversaria. Da lui, forse, era lecito aspettarsi qualcosina di più, ma merita a pieno la sufficienza.

Insigne 7 – Il capitano azzurro sbaglia una quantità non indifferente di scelte importanti, ma è dai suoi piedi che passano molte delle giocate dal peso specifico maggiore. Tra i tanti alti e bassi, brilla la traiettoria perfetta con la quale pesca Manolas nel cuore dell’area di rigore avversaria.

Allan: sv

Elmas: sv

Mertens 6.5 – Il folletto belga ha pochi minuti a disposizione, ma tanto gli basta per vestire i panni dell’assistman e consegnare a Di Lorenzo la palla del goal vittoria.

PAGELLE TORINO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Torino

Sirigu 6,5: Può fare poco sui due gol azzurri ma grazie ad alcuni interventi provvidenziali tiene aperta la gara.

Izzo 6: Prestazione senza infamia e senza lode, da sufficienza pulita.

N’Koulou 6: Protagonista di numerose chiusure grazie alle quali il Torino può continuare a sperare fino alla fine.

Bremer 6: In occasione del gol di Manolas avrebbe potuto fare di più ma nel corso della gara si rifà con un gran numero di anticipi e interventi decisivi.

De Silvestri 6: Offensivamente parlando risulta nullo ma agguanta la sufficienza per il supporto che dà in difesa.

Baselli 5,5: Rientra dopo due mesi dall’infortunio e, a parte qualche idea positiva in avanti, si nota la condizione fisica ancora non al meglio.

Rincon 5: Per gran parte della gara pressa gli avversari e riesce a recuperare diversi palloni ma si perde Di Lorenzo nell’azione del gol che chiude la gara.

Lukic 5,5: Inizia bene, collezionando chiusure e anticipi decisivi. Nel secondo tempo va a spegnersi, finendo per non incidere mai nelle ripartenze granata.

Ansaldi 6,5: Gioca senza nessun timore, rappresenta la spina nel fianco per i giocatori del Napoli e riesce ad inanellare una quantità enorme di cross perfetti, come quello che nel finale riaccende le speranze granata.

Zaza 5,5: La voglia di incidere c’è e si vede ma non riesce mai a farlo, impensierendo ben poco la retroguardia partenopea.

Belotti 6,5: Si sbatte fino alla fine da vero capitano e la sua tenacia dà il via all’azione dell’unico gol torinese. Non contento, risulta prezioso anche in fase difensiva.

Meité (dal 65esimo) 6: Entra per dare più energia a centrocampo e con il suo fisico riesce a contenere alcune ripartenze azzurre.

Edera (dall’82esimo) 6,5: Sostituisce Zaza e gli bastano pochi minuti per lasciare il segno con un bel gol di testa.

Verdi (dall’82esimo): sv

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy