Pagelle Napoli – Genoa 0-0: fischi per gli azzurri, rossoblù da applausi – Voti Fantacalcio

Pagelle Napoli – Genoa 0-0: fischi per gli azzurri, rossoblù da applausi – Voti Fantacalcio

Finisce a reti bianche l’anticipo tra Napoli e Genoa, dopo una gara più che equilibrata. Gli azzurri escono dal campo ricoperti dai fischi del San Paolo.

di Voti Fantamagazine
Pagelle Napoli - Genoa 0-0: fischi per gli azzurri, rossoblù da applausi - Voti Fantacalcio

Termina con un pareggio a reti inviolate la gara tra Napoli e Genoa. La compagine di casa, chiamata al cambio di marcia decisivo, ha dovuto fare invece i conti con una squadra ordinata e ben schierata in campo da mister Motta. Sorprese di giornata Hysaj e Agudelo, apparsi entrambi particolarmente in forma. Degne di sottolineatura anche le prestazioni di Koulibaly e Radu.

PAGELLE NAPOLI

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Napoli

Ospina 6 – Spettatore non pagante, sporca i guantoni solo ed esclusivamente per interventi di ordinaria amministrazione.

Di Lorenzo 5.5 – Si propone con discreta costanza in proiezione offensiva. Grave la disattenzione che lo vede protagonista alla mezz’ora, quando Agudelo lo supera in velocità e crea i presupposti per un’occasione potenzialmente molto pericolosa.

Koulibaly 7 – Ha il compito di limitare Pinamonti e lo fa con buona efficacia. Si francobolla al numero 99 e gli concede ben poche occasioni. Provvidenziale quando al sessantesimo salva un goal fatto sulla linea di porta. Determinante.

Maksimovic 6 – Si vede poco, ma questo per uno che di mestiere fa il difensore centrale non è necessariamente un male.

Hjsay 7 – Perfetto quando si tratta di costruire dal basso, sempre puntuale quando c’è da chiudere sugli avversari. Non soffre praticamente mai in fase difensiva, eccezion fatta per quelle circostanze isolate in cui Ankersen trova la sovrapposizione e lui finisce per trovarsi incolpevolmente in inferiorità numerica. Si vede raramente in avanti, ma più per imposizioni tattiche che per scarsa solerzia.

Insigne 5 – Ci mette voglia e impegno da vendere, ma diversi errori tecnici vanificano tutto. Serve una buona palla a Callejon in chiusura di primo tempo, dopo quaranta minuti di scarsa lucidità. Esce tra i fischi al minuto 65.

Zielinski 6,5 – Arriva più di una volta al tiro, mettendoci quel pizzico di personalità che in più di un frangente è mancata ai compagni. Viene costretto ad una partita di sacrificio giocando diversi metri dietro a Fabian Ruiz.

Fabian Ruiz 5 – Poco presente in appoggio alle due punte, troppo leggero quando si tratta di andare a contrasto o reggere l’uno contro uno con gli avversari.

Callejon 5 – I suoi tagli proverbiali si vedono col contagocce, le assistenze per i compagni sono spesso e volentieri imprecise. Non la sua migliore apparizione.

Mertens 6,5 – Nel primo tempo si impegna con costanza nel recupero del pallone, dando in questo modo il via a due delle azioni più promettenti della squadra. La coppia formata con Lozano è quasi inedita e lo si nota in più di una circostanza. È lo stesso giocatore belga a rivolgersi infastidito ad Ancelotti a causa di movimenti spesso e volentieri non compatibili. Bravo a servire Lozano in ottima posizione a metà primo tempo. Nell’ultima mezz’ora gioca defilato sulla sinistra, continuando ad essere uno dei più intraprendenti tra le fila dei suoi.

Lozano 5,5 – Il goal che si divora in apertura non incide sul voto perché a gioco fermo. Molto più rilevante il mancato tiro nel cuore del primo tempo su assist di Mertens. Fuori discussione l’impegno in pressing. Gioca l’ultima mezz’ora defilata sull’out di sinistra, facendo vedere le cose migliori della sua partita, ma senza risultare comunque in alcun modo decisivo.

Llorente 5,5 – Entra nel tentativo di sbloccare la partita: inconsistente nelle zone più calde del campo.

Elmas 6,5 – Entra e dà freschezza al centrocampo azzurro, facendosi notare in positivo in entrambe le fasi. Solo un super intervento di Radu gli nega la gioia del goal.

Luperto – s.v.

Pagelle a cura di Marcello Pelosi

PAGELLE GENOA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Genoa

Radu 7: Para tutto ciò che può pagare, superandosi soprattutto nel finale su Elmas. Se il Genoa è riuscito a strappare un prezioso punto al San Paolo, lo deve in buona parte al suo portiere.

Ankersen 6,5: Macina km sulla fascia, complice anche una catena partenopea particolarmente in difficoltà sulla sinistra. Nella ripresa sente la fatica ma in generale la prestazione resta molto positiva.

Romero 6,5: I due centrali del Genoa sono stati uno dei maggiori punti forza della squadra allenata da Thiago Motta. Romero tiene testa ad avversari non certo semplici, rendendosi autore di anticipi decisivi per salvare il risultato rossoblù.

Zapata 6,5: Gestisce al meglio la fase di copertura, anticipa sia Mertens che Lozano quando necessario, dimostrando ancora una volta affidabilità.

Pajac 5,5: Provocatorio ma anche timido, avrebbe potuto azzardare qualche verticalizzazione ma sceglie di concentrarsi sul duello con Callejon da cui esce in maniera discreta. Nel finale spreca una nitida occasione da gol.

Cassata 6: Buon fraseggio con i compagni sulla linea del centrocampo, imposta bene le ripartenze genoane. Esce nel finale per infortunio.

Schone 6: L’ammonizione arrivata dopo appena un quarto d’ora lo ha frenato per tutta la gara quando si è trattato di dover contrastare fisicamente gli avversari. Alterna imprecisioni ad interventi dettati dall’esperienza.

Lerager 6: Meglio in copertura, si rende prezioso con alcuni recuperi difensivi ma anche nell’impostazione delle ripartenze rossoblù.

Agudelo 7: Che il ragazzo avesse talento lo si era già capito nelle ultime settimane ma contro un avversario come il Napoli il numero 89 ha dimostrato personalità e tanta voglia di fare. Inventa fino alla fine, affrontando gli azzurri a testa alta e risultando l’uomo più pericoloso del Genoa per tutta la durata del match.

Pandev 6: Nel primo tempo gestisce saggiamente le energie, prendendo parte sia alla manovra offensiva che a quella difensiva. Cerca il gol dalla distanza ma in un’occasione calcia male a pochi metri dalla porta difesa da Ospina, sprecando un’occasione preziosa.

Pinamonti 6: I tifosi del Genoa lo vorrebbero sicuramente più concreto in fase realizzativa ma c’è da dire che questa sera soltanto un miracoloso intervento di Koulibaly gli ha negato la gioia del gol. Si dimostra altruista e desideroso di dare supporto ai propri compagni in ogni zona del campo.

Cleonise (’78) – sv

Radovanovic (’87) – sv

Ghiglione (’94) –  sv

Pagelle a cura di Patrizia Monaco

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy