Pagelle Napoli – Benevento 2-0: Mertens ritrova il goal, Politano chiude la contesa – Voti Fantacalcio

Nonostante l’inferiorità numerica per la grossa ingenuità di Koulibaly, il Napoli vince il derby campano con una rete per tempo grazie alle marcature di Mertens e Politano

di Voti Fantamagazine

Il Napoli, cui non resta che il campionato per rincorrere l’obiettivo CHL, arriva all’incontro dopo la batosta di Bergamo. Il Benevento, viceversa, dopo aver strappato un prezioso punto contro la Roma. A fare la partita sono gli azzurri, che trovano il vantaggio a metà della prima frazione di gara con un gol di mestiere di Mertens e il raddoppio a metà del secondo tempo con un gollonzo di Politano. Nel finale un’ingenuità di Koulibaly costringe i suoi a dieci minuti in inferiorità numerica, ma il Benevento non riesce a riaprire la gara.

PAGELLE NAPOLI

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Napoli

Meret 6 – Buona parata su De Paoli in chiusura di primo tempo. Per il resto inoperoso.

Di Lorenzo 6,5 – Decisamente meglio delle ultime prestazioni. La sua spinta è fondamentale nel generare l’occasione del 2-0.

Koulibaly 5 – Buona prestazione del centrale senegalese, che mostra le sue ottime doti in anticipo e si fa valere anche in costruzione. Inevitabile però il votaccio, considerando il gol divorato e l’ingenuità clamorosa in occasione del secondo cartellino giallo (che pesa ancora di più, considerando le assenze in difesa dei suoi).

Rrahmani 6 – Dalla Serbia al Kosovo la distanza non è insormontabile, ma tra Maksimovic a Rrahmani sembrano esserci due categorie di differenza. Non sbaglia nulla e questa è già una notizia, considerando le ultime prestazioni degli azzurri.

Ghoulam 7 – Sogno o son desto? Sulla corsia mancina del Napoli sprazzi di un grande terzino che fu. Da un suo cross radente nasce il gol del vantaggio, e in generale rappresenta una fondamentale arma in più nella costruzione azzurra. Bentornato.

Fabian Ruiz 6,5 – Un suo velo a inizio ripresa, che ben letto dal Benevento apre a un pericoloso contropiede, ne mostra la solita tendenza alla leziosità. Già da qualche gara è però tra i migliori dei suoi, e rispetto alle prestazioni di inizio anno è più concreto.

Bakayoko 6 – Per il massiccio centrocampista francese una prestazione regolare. Soliti errorucci veniali, ma anche tanta quantità e un buon numero di palloni recuperati.

Politano 7 – L’avventura di Politano a Napoli sembra essere caratterizzata da improvvise e repentine fiammate: trova dal nulla la giocata dalla quale nasce il gol del vantaggio azzurro e si trova nel posto giusto al momento giusto in occasione del raddoppio dei suoi.

Zielinski 6,5 – Ottima gara del polacco tra le linee. Trova un gol fantastico ma gli viene annullato per fuorigioco di un compagno sulla traiettoria. Da una sua buona conduzione nasce il gol del 2-0.

Insigne 6,5 – Per qualità delle giocate, partita sufficiente del capitano azzurro. Per sacrificio e dedizione, partita di ottima fattura. Il suo voto nasce da una media tra le due componenti.

Mertens 6,5 – Al ritorno da titolare torna a togliere le castagne dal fuoco al Napoli, prima di scomparire per i restanti 60 minuti. Cartina da tornasole dell’importanza delle assenze nello scacchiere azzurro. Ciro.

Maksimovic sv

Elmas sv

Hysaj sv

Pagelle a cura di Salvatore Iacolare

PAGELLE BENEVENTO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Benevento

Montipò 6 – Poteva fare di più in occasione del goal del raddoppio? Difficile a dirsi, ma certamente non siamo qui a discutere di una situazione di facile lettura. L’episodio resta comunque una fattispecie isolata, in una partita nel complesso di facile gestione.

Depaoli 5.5 – Suo il primo tiro della partita del Benevento, nel finale della prima frazione. Per il resto lo si vede davvero poco. Molto incerto in fase di impostazione.

Tuia 6 – L’avversario dà modo di disimpegnarsi facilmente nel gioco aereo ad entrambi i centrali giallorossi. Non demerita, rendendo più leggera e sopportabile l’assenza di un pilastro come Glik.

Barba 6 – Così come il compagno, soffre quanto era legittimo aspettarsi o poco più. Rimedia un’ammonizione evitabile: diffidato, salterà il prossimo incontro.

Foulon 5 – Subisce le sortite offensive degli azzurri in maniera piuttosto marcata. Nel rivedere l’azione del gol, lo si nota nei pressi della linea di fondo, intento a rientrare con pigrizia, tenendo colpevolmente in gioco Dries Mertens. Esce nel cuore della seconda frazione in luogo di Letizia.

Viola 6 – Non si vede molto da mezzala, nella prima frazione. Migliora nel secondo tempo, quando gli viene affidata la regia della squadra. Il voto è il risultato di una prestazione dai due volti: sufficiente.

Schiattarella 5.5 – Sostituito a beneficio di Roberto Insigne al termine della prima frazione di gioco, sbaglia una quantità di giocate davvero rilevante, non dimostrandosi del tutto all’altezza del compito assegnatogli e della sua stessa fama. Tiene botta sul piano difensivo.

Hetemaj 6 – Sfavorito probabilmente dalle scelte tattiche del mister, copre una porzione di campo enorme e lo fa con grande dinamismo e buona efficacia per tutta la partita.

Caprari 5 – Cinque dribbling falliti su cinque tentati e zero tiri riusciti nel primo tempo. Esce a venti minuti dall’inizio della ripresa, senza dare cenni evidenti di vitalità.

Ionita 5.5 –  un passaggio su due sbagliato nei primi quarantacinque minuti di gioco, in una zona di campo dove ci sarebbe stato bisogno di ben altro. Arretra il suo raggio di azione nel secondo tempo, senza però impressionare mai positivamente in nessuna delle due fasi.

Lapadula 5.5 – Servito poco e male, vive una partita fatta di tanti scontri fisici e poche opportunità di fare concretamente la differenza. Esce esausto e malconcio a pochi minuti dalla fine.

Insigne 5.5 – Molto fumo e poco arrosto per il ragazzo di Frattamaggiore, che non riesce a imporsi come fece in occasione del match dell’andata.

Sau 5.5 – Non tocca palla o quasi, risultando poco utile alla causa.

Letizia 5.5 – Dà l’impressione di effettuare un intervento un po’ goffo in occasione del secondo goal partenopeo, a pochi secondi dal suo ingresso in campo. Situazione rocambolesca e colpe eventuali da dividere con la malasorte, che ci mette lo zampino.

Gaich 6 – Tanta buona volontà. Lascia intravedere anche qualche lampo di buona tecnica.

Moncini sv

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy