Pagelle Milan – Sampdoria 1-1: meglio gli ospiti, ma Hauge trova il pareggio! – Voti Fantacalcio

L’inossidabile Quagliarella aveva portato in vantaggio i doriani con una perla.

di Voti Fantamagazine

Il turno del weekend di Pasqua si apre con il lunch match di San Siro tra Milan e Sampdoria. Primo tempo di stampo blucerchiato con la Sampdoria che è apparsa più volte pericolosa, in particolare con un ispirato Gabbiadini e il danese Thorsby, ma è nella ripresa che la squadra genovese passa in vantaggio con il decimo gol di Quagliarella, letteralmente regalato da un appannato Theo Hernandez. I rossoneri tuttavia agguantano nei minuti finali il pareggio con un bel gol Jens-Petter Hauge. Il match finisce 1-1, risultato molto più utile per la Sampdoria che per il Milan che, di conseguenza, può dire addio alla corsa scudetto.

PAGELLE MILAN

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Milan

Donnarumma 6 – Attento nel colpo di testa di Thorsby sugli sviluppi di un calcio di punizione. Nell’episodio della rete subita appare, invece, discutibile il suo piazzamento eccessivamente lontano dalla propria porta.

Saelemaekers 5 – Palesa un certo imbarazzo nella posizione di terzino destro e con un Damsgaard particolarmente inspirato la sua sostituzione durante l’intervallo appare inevitabile.

Kjaer 6.5 – Muro danese! Ancora una volta dimostra di essere uno dei giocatori più continui di questo Milan. Nessuna sbavatura da segnalare.

Tomori 6.5 – Non è più una sorpresa, puntuale ed elegante in tutte le incursioni blucerchiate. Incolpevole assieme al compagno di reparto nel vantaggio doriano. Costanza e tantissima forza al servizio di Pioli.

Theo Hernandez 4.5 – Dr. Jekyll e Mr.Hyde! Partita dai due volti: primo tempo di buon livello, ma nella ripresa perde la testa compiendo un passaggio folle che impacchetta il gol degli avversari. Quagliarella gentilmente ringrazia.

Bennacer 5 – Il numero di passaggi errati è clamoroso. Non riesce a ripetere la prestazione di Firenze, tant’è che viene sostituito nella ripresa per lasciare posto a Tonali.

Kessie 6 – Inizia un po’ in sordina, non riuscendo a garantire il suo solito filtro e sbagliando anche qualche passaggio di troppo. Migliora nella ripresa e allo scadere sfiora il gol colpendo il palo, grazie ad intervento strepitoso in scivolata di Bereszynski che devia la traiettoria.

Castillejo 5 – Impalpabile! Non fa mancare l’apporto in fase di ripiego, ma offensivamente dai suoi piedi non si denota alcun tipo di inventiva.

Calhanoglu 5.5 – Le idee ci sono, la precisione molto meno. Eemerge un po’ nel finale con un tiro da fuori che impegna Audero, ma troppo poco per un giocatore della sua tecnica. Certamente non il Calhanoglu ammirato con la nazionale turca.

Krunic 5 – Non è mai stato un fenomeno, ma certamente quest’oggi ci si aspettava qualcosa di più da lui. Non si vede mai nell’area avversaria e appare insicuro anche nelle giocate elementari.

Ibrahimovic 5 – Evanescente! Soffre maledettamente la fisicità di Colley. Eccede nelle giocate e non si rende mai pericoloso dalle parti di Audero. Evidentemente la parentesi in nazionale gli ha tolto le giuste energie per affrontare questa importantissima partita.

Kalulu 6 – Pioli lo butta nella mischia dopo l’intervallo e il giovane Pierre risponde prontamente. Mai in sofferenza in fase difensiva e fornisce qualche bel cross che i compagni non riescono a sfruttare.

Tonali 6 – Subentra al posto di un negativo Bennacer, ma oltre al semplice compitino non riesce ad illuminare con verticalizzazioni in grado di scardinare la retroguardia allenata da Ranieri.

Rebic 5.5 – Entra subito dopo lo svantaggio rossonero per smuovere una situazione drammatica. La volontà di creare qualcosa di buono c’è, ma il tutto avviene con troppa confusione. Ha la possibilità di agguantare il pareggio, ma un imperioso Colley salva sulla linea.

Hauge 6.5 – Azzittisce le critiche (anche eccessive) con un gol di pregevole fattura. Dribbla Candreva e infila nell’angolino lontano il portiere ex Juventus e Venezia.

Pagelle a cura di Daniele Ferlito

PAGELLE SAMPDORIA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Sampdoria

Audero 6 – Subisce il primo vero tiro al 87’ ma è anche quello che lo trafigge, perché Hauge trova l’angolino. Bravo un minuto dopo a dire di no a Calhanoglu.

Bereszynski 7 – Praticamente perfetto in entrambe le fasi con le giuste diagonali difensive e una buona dose di spinta. Decisivo nel recupero con la deviazione sul tiro di Kessiè.

Colley 7 – Accetta il duello fisico con Ibra, costringendolo ad arretrare per avere palloni giocabili. Sempre nel posto giusto, come quando salva poco prima della linea sul tentativo di Rebic.

Tonelli 6,5 – Così come Colley ha il merito di essere sempre nel posto giusto per limitare gli attacchi rossoneri che si infrangono sul muro blucerchiato.

Augello 6 – Ci mette tutto il suo dinamismo anche se è meno incisivo del solito in zona cross. Rischia anche in area su Ibra, ma se la cava.

Yoshida sv.

Candreva 6,5 – L’esempio di ciò che chiede Ranieri nella doppia fase. Abile e pericoloso quando va sul fondo, concreto e sempre utile in copertura con tanti duelli difensivi vinti.

Leris sv.

Thorsby 6,5 – Domina praticamente tutti i duelli aerei e spaventa Donnarumma con un colpo di testa a cui manca solo un po’ d’angolo per diventare goal. Prezioso anche in copertura nella propria area.

Silva 5 – Da una sua punizione errata, nasce una ripartenza pericolosa a cui rimedia con fallo e giallo evitabili. Completa l’opera guadagnandosi un’espulsione dopo un’ora di gioco.

Damsgaard 6,5 – Reduce dalla doppietta in nazionale, mostra l’ottimo stato di forma e tutte le sue qualità per tenere in costante apprensione la difesa rossonera.

Verre sv.

Quagliarella 7 – Primo tempo con poche luci e tante ombre tra i centrali rossoneri, ma la capacità di vedere la porta e la perla che sfodera per portare in vantaggio i suoi, varrebbero il prezzo del biglietto.

Keita sv.

Gabbiadini 6 – Impensierisce Donnarumma con il suo mancino ad inizio gara, poi disputa una partita di sponde e lotte prima di essere sacrificato quando la Samp resta in 10.

Askildsen 6 – Una mezz’ora per dare forza fresca e sostanza a difesa del vantaggio nell’assalto rossonero.

Pagelle a cura di Marco Agostinelli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy