Pagelle Milan – Napoli 0-1: Politano, il solito match-winner! – Voti Fantacalcio

Ennesimo gol decisivo per l’esterno offensivo. Nel finale espulso Rebic tra le fila rossonere.

di Voti Fantamagazine

Un bel Napoli espugna meritatamente San Siro con il risultato di 1 a 0. Nel primo tempo sono i partenopei a rendersi maggiormente pericolosi grazie ai particolarmente ispirati Insigne e Zielinski, ma Tomori alza un muro in difesa e Donnarumma si fa trovare pronto in occasione dei tiri avversari. Nei minuti successivi all’intervallo gli ospiti riescano finalmente a trovare il vantaggio con Politano, servito magistralmente da Zielinski; a quel punto la gara cambia ed il Milan inizia a prendere possesso del gioco con diversi cambi dalla panchina, senza però riuscire a trovare il gol del pareggio. Con questa vittoria il Napoli si rilancia prepotentemente in zona Champions League, mentre il Milan vede pericolosamente ridursi il vantaggio sulle dirette concorrenti.

PAGELLE MILAN

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Milan

Donnarumma 6,5 – Il portierone milanista è chiamato in causa più del solito e compie due parate importanti sui tiri di Zielinski e Fabian Ruiz. Incolpevole sulla marcatura di Politano;

Dalot 5 – Dopo l’ottima prestazione di Manchester il terzino portoghese si fa letteralmente annichilire da Hysaj, senza mai riuscire ad ostruirlo o comunque a manifestare un qualunque cenno di opposizione agli avversari;

Gabbia 5,5 – Il ragazzo risente del lungo periodo di “inattività” nell’undici titolare, ma nonostante ciò si prodiga in una prestazione dignitosa. Sul voto incide la scarsa reattività in occasione del gol di Politano;

Tomori 7 – Semplicemente dominante: se la fascia di destra non crolla è grazie ai suoi continui interventi che limitano Insigne e bloccano le vie di passaggio per Mertens. Il ragazzo merita senza ombra di dubbio il riscatto;

Hernandez T. 5,5 – Partita senza infamia e senza lode per lui, però si fa cogliere impreparato dal mancato anticipo di Kessiè e lascia una prateria a disposizione di Politano per siglare lo 0 ad 1. Graziato in occasione di un brutto fallo ai danni di Osimhen;

Tonali 6 – Per la prima volta in tutta la stagione l’ex Brescia gioca meglio di Kessie’ e diventa il punto di riferimento del centrocampo milanista. Sandro pressa, smista palloni e scherma i centrocampisti avversari in diverse occasioni nonostante si trovi a soffrire in diverse occasioni la dinamicità del centrocampo avversario. La crescita del giocatore è palese e costante;

Kessie’ 5 – La classica prestazione di sacrificio e sudore per la maglia viene macchiata da un mancata chiusura a centrocampo che darà vita ad un’azione con la quale Politano realizzerà l’1 a 0 per gli ospiti. Dopo l’errore accusa il colpo dal punto di vista psicologico e sbaglia anche i passaggi più elementari, quindi il mister decide “clamorosamente” di sostituirlo con Meite’;

Meite’ 6 – Il ragazzo entra molto bene ed offre quella prestazione di “quantità” richiesta dal ruolo: è evidente che ha assunto sempre più sicurezza e ciò è dimostrato anche da diverse giocate “a sangue freddo” nella propria area di rigore;

Castillejo 5 – E’ mai davvero sceso in campo? In attacco si muove male e Koulibaly accorcia costantemente su di lui senza fargli prendere palla, ma non va altrettanto meglio nemmeno quando viene chiamato ad aiutare Dalot in difesa. Lo spagnolo appare costantemente in sofferenza per tutta la partita e di conseguenza il tandem Hysaj-Insigne fa letteralmente il buono ed il cattivo tempo a proprio piacimento;

Saelemaekers 6 – Il belga risveglia totalmente la squadra insieme a Rebic ed in mezz’ora offre più di quanto Castillejo abbia fornito nel doppio del tempo. Sul titolare in Europa League non ci sono sicuramente dubbi;

Calhanoglu 4,5 – Prestazione orribile da parte del trequartista turco, sia in fase d’impostazione che nei movimenti senza palla. Il ragazzo è un assente ingiustificato per tutta la partita e sembra una copia sbiadita di quel meraviglioso giocatore visto l’anno scorso;

Diaz 6,5 – Offre quella dinamicità e quell’inventiva mancata a Calhanoglu per tutta la partita, ma sfortunatamente per lui il Milan non ha un vero e proprio finalizzatore in avanti e quasi ogni invenzione finisce a vuoto;

Krunic 5,5 – Incontra le stesse difficoltà di Castillejo ma offre complessivamente una prestazione migliore: si inserisce spesso al centro e dialoga maggiormente con i compagni, soprattutto in fase di costruzione. Nonostante queste belle parole è chiaro però che il ragazzo sia stato inserito in quella posizione per causa di forza maggiore, quindi la prestazione non sarebbe mai potuta coincidere pienamente con il lavoro richiesto solitamente a Rebic;

Rebic 5 – Quando entra la squadra rinasce e comincia seriamente ad attaccare la porta avversaria con costanza e cattiveria, senza però riuscire a finalizzare. Sul voto incide un’evitabile espulsione causata da alcune parole rivolte all’arbitro dopo un rigore non concesso;

Leao 5,5 – Il ragazzo si ritrova isolato per buona parte del match ed ha poche occasioni per incidere ma, nonostante ciò, si fa trovare puntualmente preparato ed impensierisce Maksimovic più di una volta. Al netto delle varie difficoltà la sua prestazione è buona, ma su di essa incide la mancanza di freddezza in area di rigore su un’occasione molto ghiotta nel corso del secondo tempo;

Hauge s.v.

Prefazione e pagelle a cura di Giosuè Fichera

PAGELLE NAPOLI

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Napoli

Ospina 6,5 – Bravo in uscita su Leao in apertura. Sull’incornata di Rebic al settantesimo se la trova un po’ addosso, ma salva il risultato con un ottimo riflesso.

Di Lorenzo 6 – Oggi sufficiente, con il plus di diversi filtranti per i tagli dei suoi attaccanti che avrebbero meritato miglior sorte.

Maksimovic 6.5 – Leao lo mette parecchio in difficoltà, e lui si arrangia come può. Nel finale scaccia provvidenzialmente in acrobazia l’ultimo traversone pericoloso del Milan.

Koulibaly 7 – Nel primo tempo prestazione regolare del difensore senegalese, che ha poche occasioni per mettere in mostra le sue qualità. Il copione, tuttavia, cambia radicalmente nella ripresa, quando sale in cattedra sbrogliando diverse situazioni pericolose.

Hysaj 7 – Buono il lavoro a sinistra con Insigne, sebbene in fase di spinta paghi l’attacco col piede debole. In chiusura della prima frazione si rende protagonista con un grande recupero, e da un suo ottimo break nasce il vantaggio azzurro.

Fabian Ruiz 6,5 – Fa girare bene il pallone ed è sul pezzo. Quando non si perde nei suoi vezzi è un piacere vederlo giocare. Donnarumma gli nega la rete.

Demme 6 – Partita di grinta e di governo del Diego tedesco-partenopeo. Corre per tre e garantisce sempre ai compagni uno sbocco utile per la risalita del campo.

Zielinski 6.5 – Ha le occasioni migliori dei suoi nella prima mezz’ora di gara. Centrale nella manovra del Napoli, è bravo a dialogare con tutti i compagni e a impostare le ripartenze (da una delle quali nasce il gol del vantaggio).

Politano 7 – Prestazione finalmente ottima da titolare dell’attaccante romano, che si fa trovare sempre al posto giusto e porta i suoi in vantaggio con un tocco di destro sottomisura.

Mertens 5,5 – Palesemente non ancora al top, il belga non riesce a incidere in alcun modo sulla gara.

Insigne 6,5 – Conferma la leadership delle ultime settimane con un’ottima prestazione. I compagni lo cercano e lui detta tempi e tesse trame di gioco. Sempre più capitano.

Osimhen 5.5 – Il suo ingresso avrebbe dovuto alleggerire l’uscita in profondità dei suoi, ma lo spartito di gara cambia e lui non riesce ad aiutare troppo la squadra. Va vicino al gol nel finale con una bella girata.

Elmas 6 – Ingresso sufficiente del macedone, che dà una mano nella fase di sofferenza finale.

Bakayoko 5 – Dopo il pasticcio col Sassuolo, in dieci minuti rischia di mandare all’aria un’altra vittoria della sua squadra. Se non si dà una sveglia rischia di diventare un malus.

Mario Rui sv

Pagelle a cura di Salvatore Iacolare

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy