Pagelle Lecce – Torino 4-0: Saponara show al Via del Mare – Voti Fantacalcio

Pagelle Lecce – Torino 4-0: Saponara show al Via del Mare – Voti Fantacalcio

Altro brutto tonfo del Torino che non entra mai in partita e subisce 4 gol dal Lecce.

di Voti Fantamagazine
Saponara

Dominio assoluto del Lecce in Via del Mare con i nuovi arrivati in grande spolvero: Deiola, Barak, ma soprattutto Saponara che trova due assist e detta i ritmi di gioco. In gol anche Lapadula e Pippo Falco che trova un bellissimo gol. Per il Torino si tratta di un’altra brutta partita che non aiuta a ritrovare la serenità.

PAGELLE LECCE

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Lecce

Vigorito 6 – Scalda a stento i guantoni stasera il portiere salentino che si limita a due parate molto semplici nel finale di partita. Per il resto fa lo spettatore non pagante.

Donati 6.5 – Lui e Rispoli sono favoriti dalla brutta prestazione degli esterni torinesi, ma sono anche bravi a non concedere nulla e a dominare il gioco sulla fascia.

Rossettini 6 – Rischia un po’ nei primi minuti con qualche disattenzione di troppo, ma è bravo poi a riprendersi e a non concedere più nulla al Toro.

Lucioni 6.5 – Dopo tante insufficienze, torna a brillare con una buona partita su un Belotti che in tutti i modi cerca di cambiare l’inerzia della partita.

Rispoli 6.5 – Buona prestazione per l’ex Palermo che, grazie anche alla brutta prestazione dei granata, può permettersi di giocare senza pressione e con maggior libertà.

Barak 7 – Il gol e non solo quello per l’ex Udinese stasera che fa rivedere quelle qualità che da tempo pensavamo perdute dopo l’ultimo anno e mezzo deludente in Friuli. Se continuerà così, non potrà che essere roseo il futuro in giallorosso.

Deiola 6.5 – Primo gol in Serie A per il centrocampista ex Cagliari che gioca un’ottima partita aiutato anche dalla reazione granata totalmente assente. 

Majer 6.5 – Si perde un po’ fra le belle giocate dei compagni, ma, pur non brillando, la sua partita è perfetta, senza errori.

Saponara 7.5 – Il cambio maglia lo ha ispirato: a parte due errori in impostazione non da lui, non sbaglia niente. Appena arrivato prende le chiavi del gioco e comincia a dettare ritmi e giocate. Su 3 gol segnati dal Lecce, due portano la sua firma sotto la dicitura “assist”

Falco 7 – I gol di Pippo Falco non sono mai banali. Il destro a giro che scheggia la traversa e non lascia scampo a Sirigu è uno dei più belli della giornata.

Lapadula 7 – Sirigu riserva le parate migliori del match per lui che si dispera per il mancato gol nonostante le tante occasioni. Al di là di questo, la prestazione dell’ex Milan è molto più che sufficiente: una spina nel fianco della difesa granata.

Petriccione 6.5 – Gli basta mezz’ora per mostrare tutto il suo talento. Se il Lecce era già in perfetto controllo del match, con il suo ingresso è diventato un dominio.

Shakov 6.5 – Come Petriccione entra a partita praticamente chiusa, ma non per questo non ci mette del suo con belle giocate, come il colpo di tacco a servire Lapadula davanti al portiere, e il rigore guadagnato pochi minuti più tardi.

Paz SV

A cura di Giovanni Sichel

PAGELLE TORINO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Torino

Sirigu 7 – Altra prestazione monstre per il portiere sardo che permette alla squadra granata di uscire dal Via del Mare con un passivo meno pesante di quello che sarebbe potuto essere.

Bremer 4.5 – Neanche lui si salva da una partita del genere. Barak e Saponara fanno più o meno quello che vogliono dalle sue parti e il rigore del 4-0 lo causa lui con un intervento ingenuo.

N’Koulou 5 – Lapadula è un avversario scomodo per tutto il match e l’ammonizione dei primissimi minuti di gioco lo costringe spesso a trattenersi.

Djidji 4.5 – L’episodio che fotografa la sua prestazione è il rinvio svirgolato che regala il secondo gol al Lecce. Lascia il campo per Edera poco dopo l’inizio del secondo tempo.

Ola Aina 5 – Mai in partita, non sembra poter incidere sia in fase offensiva che in fase difensiva. In occasione del secondo gol è lui a dare il via all’azione del Lecce con un rinvio a campanile disastroso.

Meité 5 – La voglia di lottare non gli manca, ma spesso non riesce a controllarsi e il cartellino giallo arriva dopo pochi minuti di partita. Questo penalizza molto il suo match e consegna le chiavi del centrocampo ai giallorossi.

Rincon 5.5 – Che non sia la serata dei granata lo si capisce anche da lui: poco incisivo, perde qualche pallone di troppo, ma soprattutto mai in grado di arginare le sortite offensive dei giallorossi.

De Silvestri 5.5 – Di provarci, sicuramente è uno dei pochi che ci prova, ma è una delle vittime dell’atteggiamento generale della squadra. Nel primo tempo trova anche il gol con una deviazione vincente, ma il VAR annulla tutto per fuorigioco.

Berenguer 6 – Uno dei pochissimi sufficienti del match. Confermando le ultime prestazioni, non pensa neanche per un attimo di lasciarsi andare allo sconforto e prova in tutti i modi a impensierire la difesa salentina.

Verdi 5 – Non vuole essere un voto punitivo, ma nei suoi 24 minuti di partita non si fa vedere mai e il Torino soffre terribilmente. Lascia il campo per un problema al flessore.

Belotti 6 – Non c’è molto da dire sulla sua prestazione: tagliato fuori dal gioco da una squadra che non sembra proprio voler giocare la partita, nell’unica occasione che ha di tirare verso la porta, il Torino trova il gol con De Silvestri che poi il VAR annulla per fuorigioco.

Millico 6 – Poco meno di 70 minuti per il giovane attaccante granata che prova a metterci del suo, senza però riuscire a incidere, colpa anche di una squadra che frequenta poco la trequarti avversaria.

Edera 6 – Mazzarri vuole cercare di dare la scossa mettendolo al posto di Djidji, ma non può nulla neanche lui per questo Torino.

Lyanco 6 – Come per Edera, il suo ingresso servirebbe per mettere più grinta al centrocampo, ma c’è poco da fare stasera.

A cura di Giovanni Sichel

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy