Pagelle Lecce – Napoli 1-4: è già Llorente-show, Insigne e Ruiz completano l’opera – Voti Fantacalcio

Pagelle Lecce – Napoli 1-4: è già Llorente-show, Insigne e Ruiz completano l’opera – Voti Fantacalcio

Il neo-acquisto dei partenopei si prende la scena con una doppietta alla prima da titolare in campionato. +3 anche per Mancosu, che dal dischetto batte Ospina per l’unico goal dei padroni di casa.

di Voti Fantamagazine

Continua la rincorsa scudetto del Napoli. Gli azzurri regolano il Lecce a domicilio calando il poker. I partenopei sfruttano la doppietta di Llorente, il sigillo di Insigne dal dischetto e il centro dell’inesauribile Fabian Ruiz. Nella ripresa, un altro penalty, stavolta di Mancosu aveva illuso momentaneamente i salentini.

PAGELLE LECCE

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Lecce

Gabriel 6,5 – Come facilmente preventivabile è una giornata complicata per il portiere brasiliano che, però, non può nulla sui goal degli azzurri. Anzi, ha anche il merito di intuire il rigore di Insigne seppur venga giustamente ammonito per aver mosso entrambi i piedi sulla linea. Sul poker è bravo a deviare la conclusione del fantasista napoletano, ma Llorente – complice la dormita di Benzar – ha gioco e vita facile per siglare il poker.

Rispoli 5,5 – In combutta con Lucioni si perde Llorente nell’azione del primo goal. Dalle sue parti il Napoli avanza spesso con Ghoulam che è molto propositivo. Nella ripresa Liverani lo sostituisce per dare più verve alla fascia destra giallorossa.

Lucioni 5,5 – Si perde Llorente in occasione del vantaggio azzurro, ma è anche colui il quale ci prova ad impensierire il Napoli con un pregevole colpo di testa che lambisce la traversa. Mentre Llorente è straripante, Milik viene tenuto a bada.

Rossettini 6 – Il Lecce subisce quattro reti, ma paradossalmente, della retroguardia pugliese, è il meno colpevole effettuando una prestazione determinata.

Calderoni 5,5 – Nell’azione del tris partenopeo lascia troppo spazio a Ruiz che con il suo mancino trafigge inesorabilmente Gabriel dopo aver superato anche Tabanelli. In ripresa nel finale di gara quando con le ultime forze riesce a mettere in mezzo un cross invitante su cui proprio l’ex Cesena colpisce il palo.

Majer 5,5 – Ha il merito di impegnare severamente Ospina nell’azione del rigore provocando poi il goffo intervento del portiere sudamericano. In generale, però, soffre la maggiore qualità dei palleggiatori azzurri.

Tachtidis 5 – Elefantiaco, fatica a trovare le misure nella ragnatela orchestrata dagli uomini di Ancelotti. Inoltre provoca il raddoppio dei campani con un fallo di mano ineccepibile. Rimane negli spogliatoi all’intervallo.

Tabanelli 6 – Generoso, è uomo ovunque. Forse leggermente sorpreso dalla sterzata di Fabian Ruiz in occasione del tris da parte dello spagnolo. Nel finale Ospina gli devia la conclusione mancina sul palo effettuando una grandissima parata.

Mancosu 6,5 – Il capitano è l’ultimo a mollare, mantiene viva la sfera sulla conclusione parata da Ospina e da cui scaturisce il rigore con l’atterramento di Farias da parte del portiere colombiano. Il suo rigore è perfetto, realizza il secondo goal consecutivo, il trentesimo con la maglia del Lecce.

Falco 5,5 – Sicuramente rispetto al solito ha meno praterie su cui azionare il suo estro e non ha vita facile con i colossi della difesa campana che effettuano una prestazione largamente sufficiente. Liverani lo sostituisce inserendo il più volitivo Lapadula.

Farias 5,5 – Ha il merito di procurarsi il calcio di rigore sull’intervento goffo di Ospina. Ma è fuori fase, non ha gli spunti che lo contraddistinguono. Nel finale è troppo leggero su Malcuit che lo scherza con un funambolico dribbling.

Petriccione 6 – Sicuramente più centrato del compagno Tachtidis che sostituisce all’intervallo, manda praticamente in rete Lapadula nel finale, ma l’ex Genoa sparacchia fuori.

Lapadula 5,5 – Entra con la voglia di spaccare il mondo e di siglare la sua prima rete in campionato, pressando tutto e tutti. In area, però, i palloni latitano. Sfiora il 2-4 nelle battute conclusive, ma il suo tiro termina largo alla destra di Ospina.

Benzar 5 – Subentra a Rispoli, prova a metterci energia e forze fresche, ma commette una doppia ingenuità sul quarto goal azzurro: prima perde la sfera con un rinvio inutile, poi si addormenta lasciando in posizione regolare Llorente che sigla la sua personale doppietta.

Pagelle a cura di Mario Ruggiero.

PAGELLE NAPOLI

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Napoli

Ospina 6 – Coinvolto nel gioco solo con i piedi, fino all’episodio che determina il calcio di rigore. Il fallo viene rivisto a lungo in sala var: non è lampante, ma è certamente frutto di un’uscita audace quanto probabilmente avventata. Nel bilancio complessivo anche due parate di ottima fattura, in particolar modo quella su deviazione ravvicinata di Koulibaly al minuto 85.

Ghoulam 6.5 – Gioca in costante proiezione offensiva, allo scopo di allargare le maglie della difesa di casa e con la speranza che qualcuno dei suoi cross possa innescare uno tra Milik e Llorente. Da un suo traversone nasce il quarto goal dei suoi.

Maksimovic 6.5 – Ancora segnali di buona affidabilità. Sivrende protagonista di un paio di buoni interventi in anticipo, oltre a risultare dominante anche nel gioco aereo.

Koulibaly 6.5 – Oggi non gli tocca fare gli straordinari, ma quando chiamato in causa risulta sempre convincente ed efficace. Ingenuo in occasione di un calcio di punizione a favore battuto nei piedi degli avversari.

Malcuit 6.5 – Gioca con compiti analoghi a quelli di Ghoulam, ma nell’arco dei novanta minuti ci mette qualcosa in più dal punto di vista della forza fisica e della pericolosità dei cross.

Zielinski 7 – Svolge egregiamente il compito affidatogli da Ancelotti, prendendo per mano il centrocampo partenopeo. Non ruba l’occhio perché costretto a giocare in una posizione che non gli consente di arrivare al tiro con facilità e limita al minimo la possibilità di tentare i suoi consueti strappi palla al piede, ma brilla per sostanza e intelligenza tattica messe in campo.

Fabian Ruiz 7 – Gioca tanti palloni, segna una rete magnifica che vale per i suoi la sicurezza del risultato.

Elmas 6 – Meno brillante rispetto alle precedenti uscite, si rende protagonista di un fallo di mano ingenuo che gli poteva costare l’espulsione per doppia ammonizione.

Insigne 6,5 – Perde una quantità di palloni considerevole, ma quando accende la luce conferma di essere il calciatore importante che tutti gli riconoscono di essere. Segna su calcio di rigore.

Milik 6 – Rientra dall’infortunio e viene schierato da Ancelotti in coppia con Llorente. Il nuovo assetto lo vede giocare in una posizione più arretrata rispetto al passato: lui si adegua e non si risparmia, risultando poco coinvolto nelle zone più calde del campo, ma ugualmente convincente per partecipazione e contributo tattico. Cala comprensibilmente alla distanza, fino al momento della sostituzione.

Llorente 7.5 – Il principale riferimento offensivo azzurro quest’oggi è lui. Segna due volte e ci mette lo zampino anche in occasione del calcio di rigore poi trasformato da Lorenzo Insigne.

Lozano 6 – Entra e si rende protagonista di un paio di strappi degni di nota. La sua freschezza si fa sentire, contribuendo a sollevare i suoi nel momento di maggiore apprensione tattica.

Callejon 6 – Entra al posto di Elmas e gli azzurri tornano a difendere con maggiore sicurezza.

Luperto sv

Pagelle a cura di Marcello Pelosi.

SFIDA LA REDAZIONE DI FANTAMAGAZINE SU MAGIC
Attiva subito la tua squadra, il torneo generale inizia il 28 Settembre!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy