Pagelle Inter – Torino 4-2: la doppietta di Lukaku risulta decisiva! – Voti Fantacalcio

Zaza e Ansaldi portando sul doppio vantaggio i granata, ma Sanchez, Lukaku con una doppietta e Lautaro Martinez trovano i gol della rimonta.

di Voti Fantamagazine

La pazza Inter è tornata. Come spesso accade in questa stagione, la squadra di Conte si ritrova costretta ad inseguire l’avversario, ma grazie ai suoi campioni riesce a ribaltare il Toro e portarsi a casa 3 punti fondamentali per portarsi a ridosso della vetta della classifica.

PAGELLE INTER

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Inter

Handanovic 6 – bravo nel primo tempo a chiudere lo specchio a Zaza, nulla può sui due gol del Toro.

D’Ambrosio 5.5 – anche lui non perfetto in fase di appoggio e di lettura, condizionato forse dall’ammonizione presa al 35esimo del primo tempo. Non commette grossi errori, ma non sembrava solido come il suo solito.

Ranocchia 5.5 – Non è DeVrij in impostazione, soffre non poco i movimenti di Zaza e ha pure il demerito di sbagliare un gol facile facile che avrebbe portato l’Inter in vantaggio.

Bastoni 6 – Il migliore dei 3 centrali di partenza, sbaglia poco ma non si notano le solite sgroppate condotte con il mancino in fase di impostazione.

Hakimi 5.5 – Ancora lontano parente dello straordinario esterno visto ad inizio anno. Poche discese sulla fascia, un grave errore simil Madrid nel primo tempo, ma ha il merito (e la furbizia) di conquistarsi il rigore del 3-2.

Vidal 6 – La sua prestazione è senza sussulti fino al raddoppio del Toro. La sua grinta risulta determinate nella rimonta nerazzurra, con tanti palloni recuperati grazie alla sua cattiveria agonistica.

Barella 6.5 – Come sempre corre più di tutti fino al 95esimo, nonostante le fatiche con la maglia azzurra durante la settimana. Non perfetto in fase di appoggio, ma la sua presenza è fondamentale nello scacchiere di Conte.

Gagliardini 5 – Della sua partita si ricordano solo tantissimi errori in fase di appoggio, letture e tempi di uscita sbagliati. Non un caso che la rimonta nerazzurra scaturisca in seguito alla sua sostituzione.

Young 5 – Soffre tantissimo Singo durante tutta la partita. Si fa vedere poco in fase offensiva, causando un rigore assolutamente evitabile per un giocatore della sua esperienza.

Sanchez 6.5 – La sua partita è un’altalena di emozioni e giocate. Autore di un pessimo primo tempo (coronato dall’errore in uscita nel vantaggio granata), suona la carica per il pareggio nerazzurro con un gol e un assist nel giro di pochi minuti. A modo suo, decisivo.

Lukaku 8 – Anche lui fino al 2-0 del Torino disputa una prestazione da 5, ma poi, come spesso accade, decide che è arrivato il momento di vincere la partita da solo. Traversa nel gol di Sanchez, doppietta che porta l’Inter sul 3-2, e assist splendido per il 4-2 del Toro Martinez. Una mezz’ora finale da campione assoluto.

Lautaro 7 – Entra e con lui in campo si vede che la squadra gira meglio. Partecipa all’azione del 2-2, crea noie alla difesa granata e chiude il match con un piattone facile facile sul contropiede condotto da Lukaku.

Skriniar 6 – 20 minuti finali per Milan, che si fa sentire di fisico contro gli attaccanti granata senza mai commettere errori.

De Vrij 6.5 – La differenza con Ranocchia è nota e si vede subito al momento del suo ingresso. Sempre preciso in fase di uscita e in un paio di anticipi.

Perisic 6.5 – Merita mezzo voto in più per la palla deliziosa che offre a Lukaku per il sigillo finale di Martinez che chiude la partita sul punteggio di 4-2.

Nainggolan SV

Pagelle a cura di Alessandro Faccin

PAGELLE TORINO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Torino

Sirigu 6 – Pressochè incolpevole sui gol, il portierone sardo ancora una volta è costretto a subire una drammatica rimonta in pochi minuti senza poter mai veramente opporsi.

Bremer 6 – Come vale per quasi tutti i compagni di squadra, e soprattutto per i difensori, benissimo nel primo tempo e panico dal 60′ in poi del secondo. Del terzetto difensivo però il brasiliano è quello che eccelle maggiormente nella prima frazione e con meno colpe nella seconda, se non quella di concedere troppo spazio a Sanchez in occasione del 2-2.

N’koulou 5 – Ancora una volta ricompaiono i fantasmi dell’anno scorso per il camerunense; nel complesso appare come il meno sicuro dei tre in generale, ma a pesare sul giudizio è l’errore che porta al rigore del 3-2, oltre comunque a non essere esente dalle colpe generali dell’intera difesa in quasi tutti i gol subiti.

Lyanco 5.5 – Bene in diverse occasioni, ma poi è tra i più in difficoltà nel contenere Lukaku nel secondo tempo, a cui lascia troppo spazio in occasione del pareggio. Voto mediato al ribasso tra un possibile 6.5 del primo tempo e un 5 del secondo.

Singo 7 – Il giovane diciannovene ivoriano, senza girarci troppo intorno, esce da San Siro con quella è che la sua (al momento) miglior prestazione nella massima serie. Diversi numeri di prestigio, spinta costante, un rigore guadagnato e tantissima personalità nel proporsi e nei duelli. Unica pecca il giallo nel finale, ma per il resto c’è veramente poco da rimproverargli.

Meitè 6.5 – Giganteggia per buona parte della partita, trovando un assist di tacco per Zaza da alta scuola. Ma come altri, nel finale si eclissa.

Rincon 6 – Combattivo e a tratti molto efficace nella gestione e distribuzione della palla, da un suo anticipo nasce una grande occasione per Zaza. Esce stremato con qualche colpa nel primo gol nerazzurro.

Edera – s.v.

Linetty 5.5 – Dei tre di centrocampi è quello che si fa notare meno, anche se in generale non compie grossi errori. Avrebbe probabilmente necessitato di un’uscita anticipata dal campo.

Ansaldi 6 – A sorpresa in campo a causa delle numerosissime assenza, l’argentino di per sè svolge una partita ordinata, pur non trovando grossi spazi per il cross o il tiro (eccetto una conclusione centrale ad inizio partita). Freddo quando chiamato in causa dagli 11 metri.

Verdi 6.5 – Fulcro della manovra nel primo tempo, smista diversi palloni abbassandosi sulla linea di centrocampo, trovando 2 grandi assist per Zaza, che spreca. Purtroppo esce anzitempo per un dolore muscolare.

Bonazzoli 5 – Chiamato in causa senza riscaldamento a causa dell’infortunio di Verdi, l’ex Sampdoria ancora una volta non si fa granchè notare, dando l’impressione di non essere particolarmente in sintonia con i compagni.

Zaza 6.5 – Anche per il lucano rientro a sorpresa negli 11 titolari a seguito del forfait di Belotti. Se da una parte è vero che spreca 2 ghiotte occasioni, dall’altra gli si riconosce comunque la grande mobilità dopo la lunga assenza, culminata con il gol che apre il match. Cala anche lui nel finale, pur lottando fino agli ultimi scampoli su diversi palloni sporchi.

Millico – s.v.

Pagelle a cura di Thomas Dal Monte

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy