Pagelle Inter – Napoli 2-0: i nerazzurri tornano secondi in classifica! – Voti Fantacalcio

Atalanta vincente nel primo anticipo, ma l’Inter batte il Napoli e torna seconda in classifica davanti ai nerazzurri.

di Voti Fantamagazine

Con un goal per tempo, l’Inter supera 2-0 il Napoli, grazie alle reti di D’Ambrosio e Lautaro. Altri 3 punti per i nerazzurri di Conte, che tornano nuovamente al secondo posto, scavalcando nuovamente l’Atalanta, vincente nel primo anticipo a Parma.

PAGELLE INTER

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Inter

Handanovic 6,5 – Sempre attento, dà grande sicurezza alla difesa e risponde alla grande sui tentativi, seppur pochi, degli avversari.

D’Ambrosio 7 – Preferito a Skriniar, propositivo da difensore destro, si rivela prezioso nella ripresa, con l’inserimento di Godin in difesa. Bravo a farsi trovare nel posto giusto al momento giusto, per sbloccare il match.

De Vrij 6 – Serata di ordinaria amministrazione e di facile gestione con un Milik, che di fatto non entra in partita e concede una serata di riposo al centrale olandese.

Bastoni 6 – Con Politano che non lo insegue, prova a sfruttare gli spazi aperti dai compagni per arrivare sul fondo. Difende sempre con ordine e buona scelta di tempo.

Candreva 6,5 – Sempre utile nella doppia fase, stasera meglio quando c’è da dare una mano dietro. Decisivo, con una diagonale difensiva, a negare il goal ad Insigne.

Godin 6 – Subentra al posto di Candreva e prende il posto di D’Ambrosio nel tridente difensivo, ma non deve mai compiere interventi difensivi.

Brozovic 6,5 – Cervello pensante del gioco nerazzurro. Bravo a gestire i palloni, che passano quasi tutti dai suoi piedi, e a proporsi a rimorchio trovando un grande Meret sulla sua strada.

Barella 5 – Tanti falli e tanta imprecisione. Emblematica la fuga solitaria, su lancio di Lukaku, nella quale si allunga troppo il pallone facendosi bloccare da Meret in uscita.

Biraghi 6,5 – Ottima gara sulla corsia mancina sia a livello difensivo, che in fase di spinta. Lucido nel trovare l’assist vincente, scaricando per D’Ambrosio. Meno quando si ritrova con una buona occasione, ma spreca malamente calciando fuori.

Young 6 – Prende il posto di un esausto Biraghi, e si limita a gestire la corsia senza affondare con la sua velocità.

Borja Valero 6 – Scelto sulla trequarti, al posto di Eriksen, gioca una partita tatticamente ordinata e intelligente, senza lampi e senza sbavature.

Eriksen sv.

Sanchez 6 – Non trova la giocata da bonus, ma disputa una partita di grande sacrificio con tanto lavoro sporco e tanto supporto al centrocampo, anche quando c’è da rincorrere.

Lautaro 7 – Entra dalla panchina, e si inventa un gran goal con una ripartenza in solitaria da centrocampo, e una conclusione dal limite dell’area che non dà scampo a Meret.

Lukaku 6,5 – In continuo duello con Koulibaly, ne da e ne prende disputando una gara di grande sostanza. Sempre prezioso con le sue sponde, e nel risolvere le situazioni da palla inattiva in fase difensiva.

Moses sv.

Pagelle a cura di Marco Agostinelli

PAGELLE NAPOLI

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Napoli

Meret 6 – Può poco sul goal di D’Ambrosio, un gioiello la parata su Brozovic a fine primo tempo. Sull’angolo successivo, però, non è perfetto. Come in occasione del 2-0 di Lautaro in cui non riesce a leggere bene la traiettoria del missile scoccato dall’argentino che gli rimbalza vicino

Hysaj 6 – Dopo essersi sbloccato e aver tolto la polvere negli scarpini nel match con il Sassuolo ha acquisito personalità non soffrendo affatto le sortite nerazzurre. Accompagna, però, poco le scorribande di Politano spesso chiuso da tanti avversari.

Maksimovic 6 – Ha gioco facile con Sanchez, con il cileno meno pimpante rispetto alle ultime uscite. Esito opposto con Lautaro che fulmina Meret con il serbo che prova a murarlo con i tempi giusti ma senza riuscirci. Nel finale esce con le lacrime per un duro contrasto ricevuto.

Koulibaly 6,5 – Scontro tra titani con Lukaku. A volte è bravo il belga, in altre circostanze emerge la forza fisica del senegalese che, dunque, sembra essere ritornato a buoni livelli dopo una prima fase di stagione a dir poco orrenda.

Mario Rui 5 – Grave l’errore che alimenta, difatti, l’azione del vantaggio nerazzurro. Non una grande serata per il terzino lusitano.

Zielinski 6 – Impegna severamente Handanovic con una conclusione dalla media distanza. Pochi lampi, tanta quantità. Cala alla distanza sparendo, difatti, nella ripresa.

Demme 5,5 – Preciso, ordinato, bravo nell’effettuare il compitino scaricando la palla al compagno di squadra più vicino. Lautaro lo supera agevolmente nell’azione del 2-0 in cui il tedesco non riesce ad essere più incisivo nella circostanza.

Elmas 6 – Motorino inesauribile del centrocampo azzurro. Protagonista di uno slalom nel primo tempo ma la sua conclusione s’infrange sulla muraglia nerazzurra. Diamante grezzo su cui Gattuso può lavorare con tutta serenità.

Politano 5,5 – Gara da ex per l’esterno giunto all’ombra di San Siro con tante aspettative e un bilancio altalenante. Anche lui sbatte sul muro eretto da Handanovic: prova a sorprenderlo in controtempo ma lo sloveno devia ed evita il pareggio. Si spegne anche lui nella ripresa anche perché nessuno gli dà manforte.

Milik 4,5 – Pochi rifornimenti, vero, con il Napoli che preferisce entrare in porta con il pallone piuttosto che cercare il suo ariete. Ma il polacco non fa nulla per togliersi dalla morsa dei difensori nerazzurri. Prova incolore.

Insigne 6 – Sicuramente il più in palla del tridente offensivo: Candreva gli mura la conclusione a botta sicura in angolo. Prende le redini della squadra nella fase centrale del primo tempo mentre nella ripresa accusa la stanchezza.

Allan 6 – Ridà freschezza al centrocampo azzurro. Tuttavia, mancano gli spunti negli ultimi metri, con l’Inter che riesce, pian piano, a difendere il vantaggio.

Ghoulam 6 – Ritorna in campo a distanza di un mese dopo i dieci minuti contro la Spal. Qualche punizione affilata, ha ancora tanta ruggine.

Lozano sv – Ha voglia di spaccare il mondo ma ci mette decisamente troppa foga. Si nota per un contrasto duro su Handanovic in cui guadagna un inevitabile giallo.

Malcuit sv – La fine di un incubo: ad ottobre si era rotto il crociato contro la Spal. Ora finalmente può scorrazzare sul manto erboso.

Callejon sv – Ci avviciniamo alla fine della sua avventura con il Napoli. Lo spagnolo, protagonista di mille battaglie in azzurro, si guadagna qualche manciata di minuti finale nel prestigioso palcoscenico di San Siro.

Pagelle a cura di Mario Ruggiero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy