Pagelle Fiorentina – Verona 1-1: dopo 100 minuti, Cutrone trova il pareggio! – Voti Fantacalcio

Pagelle Fiorentina – Verona 1-1: dopo 100 minuti, Cutrone trova il pareggio! – Voti Fantacalcio

Faraoni diventa il secondo miglior marcatore tra i difensori con 4 gol, ma l’attaccante trova a tempo abbondantemente scaduto il gol del pareggio

di Voti Fantamagazine
Fiorentina, Cutrone ancora

Partita molto combattuta quella andata in scena tra Fiorentina ed Hellas Verona. Poche le occasioni da ambo le parti, ma squadre che combattono in maniera grintosa. Passano in vantaggio gli ospiti con Faraoni che, ben imbeccato da Amrabat e tenuto in gioco da Igor e Dalbert, beffa Dragowksi. Ripresa maggiormente all’insegna della Fiorentina, che reclama un rigore per un tocco col braccio di Pessina in area, ma il direttore di gara lascia correre e il VAR non interviene. Rete del pareggio che però arriva negli ultimi secondi di partita, con Cutrone che, dopo un bel movimento a smarcarsi, appoggia in rete un filtrante di Chiesa. Finisce 1 – 1.

PAGELLE FIORENTINA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Fiorentina

Dragowski 6 – La conclusione ravvicinata e sporca di Faraoni lo inganna, ma difficile assegnargli colpe. Per il resto quasi mai impegnato.

Milenkovic 6 – Non sempre pulito in contrasto, riesce comunque a chiudere a dovere e non rischia molto.

Pezzella 6 – Rientra dalla squalifica con una partita concreta, anche se alle volte non risulta preciso in fase di disimpegno.

Igor 5 – Assieme ha Dalbert ha sulla coscienza la rete di Faraoni, in quanto sbaglia la posizione che tiene in gioco l’esterno avversario.

Lirola 5,5 – Difensivamente rischia poco, ma in fase di spinta è piuttosto sterile. Esce nel finale per Vlahovic.

Pulgar 5,5 – La pressione avversaria lo costringe ad agire molto basso e la sua regia risulta fin troppo bloccata e scolastica, senza possibilità di incidere nella manovra.

Castrovilli 6 – Rispetto al collega di reparto si nota di più in fase offensiva, cercando spesso l’inserimento o la giocata. Tuttavia continua ad avere le polveri bagnate e, anche con un po’ di sfortuna, non trova lo spazio giusto.

Dalbert 5,5 – In collaborazione con Igor ha la responsabilità della rete di Faraoni. Sale tuttavia nella ripresa in fase di spinta e, sebbene i suoi cross raramente vengano sfruttati, diventa un fastidio per gli avversari.

Sottil 5 – Inserito a sorpresa dall’inizio, chiude una partita pressoché impalpabile senza nemmeno rientrare dagli spogliatoi, sostituito da Chiesa.

Kouame 6 – Poco preciso nei pressi della porta avversaria, ma è tra i più attivi tra i suoi, cercano di spaziare in tutto il fronte d’attacco, seppur senza successo.

Ribery 5,5 – Prova a tenere su la squadra con la solita qualità ed esperienza, ma sembra meno brillante del solito. Probabilmente stanco, esce alla fine del primo tempo per Cutrone.

Chiesa 6,5 – Non trova la via della porta, ma ci mette grinta e voglia, lottando generosamente. A pochissimi secondi dal triplice fischio trova un bel filtrante che manda Cutrone in porta per il pareggio finale.

Cutrone 6,5 – Il suo ingresso, assieme a quello di Chiesa, ravviva la manovra viola. Ha la grande responsabilità di sbagliare un goal semplice quando, di testa e a porta sguarnita, colpisce molto male. Tuttavia, quando la partita sta per finire, chiude un ottimo smarrimento e, su assist di Chiesa, segna un diagonale che agguanta il pareggio.

Vlahovic S.V.

Pagelle a cura di Nicolò Villani

PAGELLE VERONA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Verona

Silvestri 6 – Incolpevole sulla rete di Cutrone, per impegnato solo raramente e con occasioni tutto sommato gestibili.

Rrahmani 5,5 – Prova solida la sua fino a pochissimi secondi dal termine, quando viene beffato da Cutrone che gli va via in un fazzoletto e segna la rete del pareggio.

Gunter 6,5 – Mai in difficoltà, attento sia sulle palle alte che in fase di disimpegno.

Kumbulla 6,5 – Anche lui tiene a bada i giocatori viola che passano dalle sue parti, sia con le buone che con le cattive. Acciaccato, esce nel finale per Empereur.

Faraoni 7 – Sfrutta un’indecisione difensiva dei padroni di casa per inserirsi e trovare la quarta rete stagionale. Nel primo tempo si fa spesso notare in entrambe le fasi, mentre nella ripresa, col passare dei minuti, cala di intensità, probabilmente stanco. Comunque prova decisamente ottima.

Amrabat 7 – Perfetto l’assist per Faraoni ma, soprattutto, chiude una partita giocata ad altissima intensità fino al fischio finale. Deciso in interdizione, copre tutta l’area centrale e anche in impostazione si fa spesso notare. L’anno prossimo giocherà proprio con la Fiorentina; buon biglietto da visita.

Veloso 6 – Regia pulita e senza errori, i cali sono pochissimi. Purtroppo per lui, uno di questi arriva proprio nel finale, quando lascia forse troppo spazio a Chiesa, che riesce così a disegnare il passaggio che smarca Cutrone.

Dimarco 6 – La fase di spinta è poco presente, ma tiene bene a bada Lirola, finché non esce per Adjapong.

Pessina 6 – Anche per lui gara di quantità, che lo porta a spendere molte energie, tuttavia senza riuscire a finalizzare. Stanco, esce ad inizio ripresa per Verre.

Lazovic 6 – Si ridimensiona leggermente l’esterno ex Genoa che, dopo una ripresa di stagione ad alti livelli, oggi gioca una gara ordinata, in posizione più avanzata e centrale, che forse gli toglie gli spazi di cui necessità per innescarsi. Generoso e comunque sufficiente, esce anche lui ad inizio secondo tempo, sostituito da Zaccagni.

Di Carmine 5,5 – Buon lavoro di pressione, ma si nota davvero poco se non per qualche sportellate coi centrali avversari, risultando alla fine poco consistente in avanti. Esce a metà ripresa per Stepinski.

Verre 5,5. – Il suo ingresso non ravviva la manovra e, sebbene giochi solo una parte di match, non riesce a farsi notare.

Zaccagni 5,5 – Come il suo compagno appena citato, entra per dare energia e freschezza al reparto, ma senza riuscirci a dovere.

Adjapong 5,5 – Gioca poco più di una ventina di minuti, gestisce egregiamente la fase difensiva ma pesa un errore in campo aperto nel recupero, quando poteva chiudere il match ma spreca, tirando centrale.

Stepinski 5,5 – Nemmeno lui, come Di Carmine, riesce a dare profondità e consistenza alla manovra offensiva. Gli viene annullato un goal per fuorigioco, che c’era. Unico lampo in circa 25’ di utilizzo.

Empereur S.V.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy