Pagelle Fiorentina – Bologna 4-0: finalmente Chiesa e il solito Milenkovic – Voti Fantacalcio

di Voti Fantamagazine

Sorride la Viola che trionfa in casa 4-0 in virtù della tripletta di Chiesa e del sigillo, il quinto in campionato, del difensore Milenkovic. Crolla il Bologna che non chiude la propria porta per la trentaduesima gara di fila: record ‘estremamente’ negativo della Serie A per la compagine allenata da Sinisa Mihajlovic.

PAGELLE FIORENTINA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Fiorentina

Terracciano 6 – Rispetto alle ultim gare ha meno lavoro da espletare: è attento sull’iniziativa di Dominguez. Nel finale lascia il campo per far esordire il giovane Brancolini.

Milenkovic 7 – Sontuoso in difesa, stranamente elegante in attacco quando riesce a scaricare in rete dopo uno stop educato la conclusione del 3-0. Si tratta del quinto goal stagionale, il secondo consecutivo.

Pezzella 6,5 – Barrow è un peperino ma l’argentino è attento e veglia senza sbavature sull’esuberante gambiano. In generale comanda con grande concentrazione la retroguardia toscana.

Caceres 6 – Meno elegante rispetto ai compagni di reparto, non si fa scrupoli di spazzare la sfera quando il pallone scotta. Qualche lieve sbavatura in una prestazione sufficiente.

Venuti 6 – Più attento alla fase difensiva che in quella offensiva, dà manforte a Milenkovic.

Castrovilli 6,5 – Imprenscindibile: trasforma in oro anche il pallone più difficile dando il là ad una nuova sortita offensiva. Fa tanto lavoro oscuro ma riesce a rimanere lucido nelle scelte.

Pulgar 6.5 – Gara da ex per il cileno che non si fa cogliere impreparato dai ricordi nostalgici ma anzi è artefice del 3-0 con il preciso corner su cui si avventa Milenkovic.

Ghezzal 5,5 – Una delle poche note stonate in casa viola: ci prova, ma è poco incisivo negli ultimi sedici metri.

Dalbert 6,5 – Sfrutta l’equilibrio fornito da Venuti per attaccare di più sulla fascia. Ciò gli vale l’assist per Chiesa ma anche qualche piccola disattenzione difensiva. Juwara lo punta e lo mette in difficoltà.

Chiesa 8 – Già aveva saggiato i riflessi di Danilo nel primo tempo, nella ripresa si prende la scena realizzando una tripletta d’antologia mostrando tutto il suo repertorio: tecnica, ferocia agonistica e rapidità d’esecuzione. Dieci goal in campionato e la sensazione che si sia tolto tutte le negatività raccolte nell’ultimo periodo.

Cutrone 6 – Solita generosità, lotta con grande impegno tra le maglie avversarie facendo praticamente reparto da solo. Non incide, però, a livello di conclusioni nello specchio della porta.

Duncan 6 – Entra a gara virtualmente chiusa e avrebbe persino l’opportunità di arrotondare il punteggio ma sparacchia da posizione interessante preferendo concludere di sinistro anziché provarci di destro.

Lirola 6 – Spinge di più rispetto a Venuti approfittando anche del calo fisico (e mentale) degli avversari.

Kouame 6 – Si sbatte, vuole la prima rete in A ma ciabatta clamorosamente nel finale davanti a Skorupski. Ha il merito, però, di servire con i giri giusti l’indemoniato Chiesa nell’azione del 4-0.

Brancolini sv – Esordio assoluto in A per il giovane portiere classe 2001 che rileva Terracciano negli ultimi minuti.

Terzic sv – Serata delle prime volte: anche per il mancino classe 1999 il debutto in massima serie subentrando a Dalbert.

Pagelle a cura di Mario Ruggiero.

PAGELLE BOLOGNA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Bologna

Skorupski 5,5 – Anche oggi un’altra serata maledetta, con la porta del Bologna ‘aperta’ da 32 giornate. Ha forse colpe sul secondo goal di Chiesa dove poteva respingere meglio la sfera.

Mbaye 5 – Non ha la protezione di Orsolini e viene spesso travolto dall’eurostar viola guidato da Dalbert-Castrovilli-Chiesa. Difficile uscire dal binario con quei tre così in forma questa sera.

Corbo 5 – Ha l’attenuante dell’esordio dal primo minuto in A dopo la mezzoretta concessa a San Siro. Anche in quel caso, come oggi, la sfida è terminata in goleada. Deve ancora prendere le misure alla A.

Danilo 5,5 – Mezzo voto in più per il riflesso con il quale evita che Chiesa possa già timbrare il cartellino. L’attaccante viola è incontenibile e nemmeno lui brilla in occasione del 2-0.

Denswil 4,5 – Da terzino dovrebbe essere meno una calamità per sé stesso e i compagni di squadra. Invece, riesce a smentire il tutto nell’azione del 2-0 dove schiaccia un pisolino. Chiesa ringrazia e sigla il raddoppio.

Medel 5,5 – La grinta è la stessa di sempre manca qualcosa a livello atletico e di supporto a Mbaye. Sfortunato sulla conclusione di Chiesa che propizia l’1-0: devia la sfera e batte l’incolpevole Skorupski.

Dominguez 5,5 – Uno dei pochi a provarci, bravo ad inserirsi meno bravo a finalizzare l’azione.

Orsolini 4,5 – Continua il periodo ‘no’. Poco decisivo negli ultimi sedici metri non fornisce aiuto al povero Mbaye lasciato praticamente da solo contro l’inferocito Chiesa.

Soriano 5,5 – Gioca, come sempre, tra le linee e il buon primo tempo del Bologna è anche opera sua con alcune scelte interessanti. Cala nella ripresa come tutta la squadra subendo il tracollo mentale e poi quello fisico.

Sansone 5 – Con i se non si fa la storia. Tuttavia se avesse segnato l’incredibile occasione capitatagli nel primo tempo avremmo parlato d’altro. Invece cicca il tiro e il Bologna nella ripresa ne prende quattro.

Barrow 5,5 – Dà sempre la sensazione di poter fare qualcosa di importante con la sfera tra i piedi: deve migliorare nelle scelte e pasticciare di meno. Da attaccante preferisce comunque svariare per tutto il fronte senza dare punti di riferimento.

Schouten 5,5 – Rispetto a Dominguez ha forse un maggiore agonismo ma non riesce a trasmettere questa voglia di rivalsa in campo. Viene fagocitato anche lui nel solido centrocampo gigliato.

Baldursson 5,5 – Milenkovic lo sovrasta in occasione del 3-0, nel finale è falloso oltremisura rischiando il giallo.

Svanberg 5,5 – Anche da lui ci si aspetta un approccio migliore di quello avuto stasera. Mihajlovic sperava in qualche verticalizzazione in più.

Juwara 6 – Entra con buona personalità provando a dare fastidio alla difesa gigliata, in primis a Dalbert che è costretto a stenderlo e a spendere un giallo per evitare guai.

Bonini sv – Nel giro della prima squadra alla ripresa del campionato, rileva il capitano Danilo facendo l’esordio assoluto in A a 18 anni.

Pagelle a cura di Mario Ruggiero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy