Pagelle Crotone – Genoa 0-3: la doppietta di Destro è decisiva! – Voti Fantacalcio

Continua il momento d’oro dell’attaccante del Grifone. A segno anche Cyzborra.

di Voti Fantamagazine

Stop casalingo per la squadra di Stroppa e se viene meno anche il fattore campo, la corsa salvezza diventa molto complicata. Al Genoa di Ballardini per conquistare i tre punti è bastato chiudere in maniera impeccabile le linee di passaggio agli avversari ed attendere i soliti svarioni della difesa calabrese. Nella prima frazione a segno un ritrovato Destro e Czyborra con un bel tiro a volo. Subentra la rassegnazione per la squadra di casa nella ripresa, così c’è tempo per la terza rete ancora a firma di Destro.

PAGELLE CROTONE

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Crotone

Cordaz 5.5 – Rischia subito tanto con l’insistito gioco palla a terra. Per una volta può fare poco per salvare la squadra.

Magallan 5 – Molta apprensione e molti svarioni anche in situazioni banali. Sul primo gol è impreciso nel disimpegno per ben due volte.

Marrone 5 – Marcature troppo morbide. Bruciato sul terzo gol e in generale bastano poche accelerazioni per mettere in evidenza le sue lacune.

Golemic 5.5 – Mette qualche toppa a un difesa molto fragile, ma il pressing di Ballardini gli crea costanti grattacapi.

Pereira 5 – Perde il duello con Czyborra sotto tutti i punti di vista e viene sostituito a inizio ripresa. Sul secondo gol è sorpreso fuori posizione.

Zanellato 5 – Di solito è il fulcro del gioco di Stroppa e non a caso gli avversari non gli lasciano il tempo di ragionare. Atteggiamento passivo in occasione del primo e del terzo gol.

Messias 5 – Qualche punizione conquistata in mezzo a tanti insoliti errori, anche in quelle poche occasioni in cui aveva lo spazio per ragionare.

Benali 5.5 – Risulta essere tra i più vivaci anche se decisamente con troppe pause. È l’ultimo ad arrendersi in questo complicato pomeriggio e Perin gli nega sul finale la gioia del gol della bandiera.

Reca 5.5 – Tra i pochi che riesce ad arrivare sul fondo sfruttando la sua velocità. In difesa quando si spinge davanti non è ben coperto dai suoi compagni di squadra.

Di Carmine 5 – Il nuovo arrivo è subito buttato nella mischia da Stroppa, ma si vede che è ancora un pesce fuor d’acqua.

Simy 5 – Ha l’attenuante della scarsa assistenza da parte dei compagni di squadra, ma è evidentemente surclassato dalle marcature della solida difesa genoana.

Rispoli 5.5 – Nella ripresa il Genoa è padrone del campo. Può fare veramente poco.

Riviere 5.5 – Sostituisce Di Carmine. Si accende a partita finita e con lui non migliora la fase offensiva della squadra.

Eduardo 5.5 – Rassegnato forse per l’ingresso a giochi fatti. Ha giusto il tempo di rimediare un’inutile ammonizione.

Djidji 6 – Fa il suo dovere e non ci è voluto molto per non sfigurare nel confronto con il sostituito Magallan.

Pagelle a cura di Valerio Sereni

PAGELLE GENOA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Genoa

Perin 6 – nel primo tempo è praticamente uno spettatore non pagante. Nel secondo tempo si fa trovare pronto sulla conclusione di Benali.

Masiello 6.5 – preciso in chiusura, puntuale in anticipo, non rischia mai se giudica la situazione insidiosa. Nel secondo tempo, quando il baricentro dei rossoblù si alza, lui si concede addirittura qualche sortita offensiva.

Radovanovic 6.5 – meno appariscente e decisivo delle ultime uscite, ma dirige la linea difensiva in modo autorevole e sicuro. Sorprende la sua duttilità e la sua capacità a reiventarsi: letteralmente un altro giocatore rispetto al mediano goffo e confuso delle ultime stagione.

Criscito 6.5 – sicuro ed efficace, come al solito. L’unica giocata degna di nota è la chiusura da dietro su Riviere, ma è un intervento importante. Fra una cosa e l’altra, il Grifone colleziona il quarto clean sheet consecutivo, e gran parte dei meriti vanno alla sua retroguardia, che si riscopre ermetica.

Zappacosta 7 – quando Reca si spinge in avanti, lui lo controlla senza mai andare in affanno. Spesso e volentieri si propone in fase offensiva, e i suoi cross si rivelano spesso pericolosi. Sul migliore di questo, Czyborra trova la rete del momentaneo 0-2. Gli uomini di fascia, al momento, sono una delle chiavi della sorprendente cura Ballardini.

Zajc 7 – in continua crescita, questa volta lo sloveno offre una prestazione completa, a tutto campo, imponendo la sua qualità, sfruttando la sua creatività e sbagliando poco. Nel primo tempo si ritrova davanti al portiere ma tenta di servire Shomurodov: la scelta è sbagliata, ma sulla respinta si avventa Destro. Nel secondo tempo, è proprio Zajc a pescare il centravanti rossoblù a centro area, e Destro non perdona.

Badelj 6 – solita prestazione autorevole e ordinata del centrocampista croato. Questa volta la sua è una prova meno appariscente e dirompente del solito, ma la sua qualità si manifesta sempre.

Strootman 6.5 – la “lavatrice”, pian pianino, sta salendo di giri: sta ritrovando la condizione atletica ideale, e ripulisce palloni in quantità industriale. Raccoglie un’ammonizione evitabile nel primo tempo, ma non si fa scomporre e gioca una buona gara.

Czyborra 7 – che partita! Il motorino tedesco gioca la solita gara di corsa e di sacrificio. Vedendosi meno impegnato del solito in fase di copertura, decide di proporsi con continuità in avanti, e trova la prima rete in campionato con un gran tiro al volo.

Shomurodov 6 – meno brillante e incisivo del solito: buoni i movimenti, buona l’intesa con Destro, ma questa volta viene un po’ a mancare la precisione nell’ultima giocata. Ha una discreta occasione nel secondo tempo, ma un rimpallo lo sorprende e lui non riesce a concludere.

Destro 7.5 – al momento è semplicemente l’attaccante più in forma della Serie A: 8 gol nelle ultime 8 partite, 9 gol in 9 partite di campionato. Tutto quello che tocca diventa oro, e in area di rigore non sbaglia mai. Anche oggi concretizza le due occasioni che gli si presentano: a suon di gol, si sta riprendendo tutto quello che gli ultimi anni gli avevano tolto.

Melegoni 6.5 – entra nel miglior momento degli ospiti, ma sorprende la personalità e la consapevolezza nei propri mezzi. Realizza alcune buone giocate, compreso un bell’assist per Pandev, che però non riesce a chiuderla.

Pjaca 6.5 – ingresso pimpante, la sua esplosività mette in grande difficoltà la retroguardia pitagorica. Va vicino al gol con una grande giocata, fra finta, contro-finta e tiro a giro.

Pandev 6 – il veterano macedone appare ancora in leggero ritardo di condizione, ma mette minuti importanti nelle gambe. Ha un paio di buone occasioni ma non riesce a concretizzarle.

Ghiglione 6 – senza infamia e senza lode. Entra al posto di uno stremato Zappacosta, e tenta qualche discesa sulla fascia senza particolare successo, anche perché a quel punto il Genoa non ha più riferimenti davanti.

Behrami s.v.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy