Voti Fantacalcio

Pagelle Cagliari – Sampdoria 3-1: prima vittoria sarda targata Joao Pedro e Caceres – Voti Fantacalcio

CAGLIARI, ITALY - OCTOBER 17:  Joao Pedro of Cagliari celebrates his goal 3-1  during the Serie A match between Cagliari Calcio and UC Sampdoria at Sardegna Arena on October 17, 2021 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

I primi tre punti per la squadra di Mazzarri arrivano grazie alla doppietta del capitano e del difensore ex Juve

Voti Fantamagazine

Dopo la sosta riprende anche il campionato di Cagliari e Sampdoria, le squadre di Mazzarri e D’Aversa danno vita ad una bella sfida, nella quale il Cagliari cerca la prima vittoria in campionato. Al 4’ il Cagliari passa in vantaggio con João Pedro, con il VAR che impiega 3 minuti per convalidarlo. Unico acuto doriano del primo tempo un palo di Candreva dopo un dribbling secco su Godín. Secondo tempo equilibrato, entrambe le squadre si fronteggiano a viso aperto. È il Cagliari a trovare ancora una volta la via del gol: punizione di Marin respinta fuori area, stop di Cáceres che, complice una deviazione di Thorsby, vede il suo tiro togliere le ragnatele dal 7 difeso dall’incolpevole Audero. La Samp non si arrende, e Thorsby cancella lo sfortunato tocco sul raddoppio rossoblù con un gol in tuffo, accorciando le distanze. Insistono i blucerchiati, sfiorando il gol con Colley e Caputo, ma al 94’ Nández entra in area con grinta, e con freddezza serve l’assist che consente a João Pedro di firmare il definitivo 3-1 e la prima gioia degli uomini di Mazzarri in questa serie A.

PAGELLE CAGLIARI

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Cagliari

Cragno 7 – A parte il brivido del palo di Candreva, non viene impegnato severamente da nessun giocatore avversario. Non può nulla sul gol ravvicinato di Thorsby ed è decisivo su Caputo quando i suoi sono ancora sul 2-1. I suoi gli devono 2 dei tre punti conquistati.

Cáceres 7 – Buona prova, Augello non è un avversario semplice da affrontare, ma con esperienza e impegno riesce spesso a contenerlo. Realizza il raddoppio al 74’, meritandosi tutti gli applausi dell’Unipol Domus e la festa dei suoi compagni.

Godín 6,5 – Tiene in piedi la difesa per tutto il primo tempo, concedendo solamente un tiro a Candreva, ma molto pericoloso. L’esterno doriano colpisce il palo, mancando la rete che avrebbe portato al pareggio gli uomini di D’Aversa. Esce per far posto a Ceppitelli.

Carboni 5,5 – Troppe imprecisioni per arrivare ad un voto sufficiente, su tutti 2 lisci clamorosi nella sua area e la dormita (generale) sul gol di Thorsby. Serve più concentrazione se vuole alzare l’asticella delle sue prestazioni.

Lykogiannis 6 – Non è al 100%, Mazzarri lo schiera lo stesso e lo pungola molto. Una partita senza infamia né lode per l’esterno greco, comunque autore di una prova sufficiente.

Nández 6,5 – Non incide particolarmente, il ruolo di esterno lo interpreta bene con la corsa e la grinta che lo contraddistinguono, ma in maniera dozzinale. Lo si vorrebbe vedere più nel vivo del gioco, consentendogli di aumentare il numero di quegli spunti che, al 94’, lo portano a non mollare e servire l’assist per il definitivo 3-1 firmato capitan João Pedro.

Marin 5,5 – Anche lui non riesce ad incidere, ci si aspetta di più soprattutto in fase di costruzione.

Strootman 5,5 – Avulso dal gioco offensivo, davanti alla difesa cerca di gestire i palloni che gli vengono affidati. Una partita più di regia passiva che di partecipazione attiva alla manovra. Anche lui – insieme a Ceppitelli e Carboni – si perde Thorsby.

Dalbert 6,5 – Gioca solo 10 minuti e si infortuna, ma il gol parte da una sua geniale intercettazione sulla trequarti avversaria.

Keita 6,5 – Una partita di grande intensità, va su tutti i palloni, cercando di creare più pericoli possibile alla difesa avversaria. Suo l’assist per João Pedro, sbaglia il gol del raddoppio nel secondo tempo, ben contrastato dai centrali doriani.

João Pedro 7,5 – Classe. Ogni palla che passa dai piedi del capitano crea stress e ansia negli avversari, che faticano a stargli dietro. Oltre ai 2 gol, tantissime palle gestite, difese e tanti preziosi appoggi in fase di costruzione alta.

Deiola 6 – Entra al posto dell’infortunato Dalbert, costringendo Mazzarri a tornare al 3-5-2. Non eccelle, ma si rende protagonista di un’azione spettacolare, fornendo un bell’assist per Keita, forse un po’ lungo. Rimane la bella combinazione con João Pedro e lo stesso Keita.

Ceppitelli 6 – Sostituire Godín dopo una prestazione sontuosa non è stato semplice. Gioca una partita attenta, ma anche lui è complice della dormita generale sul gol che accorcia le distanze per i blucerchiati. Si riscatta quando con grandissima furbizia ed esperienza contrasta Caputo solo davanti a Cragno, rendendogli molto difficile concludere a rete.

Pavoletti sv

Pagelle a cura di Claudio Podda

PAGELLE SAMPDORIA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Sampdoria

Audero 6 - Non deve compiere parate decisive, ma non ha colpe sui goal, soprattutto sul secondo vista la deviazione di un compagno.

Bereszynski 5,5 - Buon per lui che Dalbert deve abbandonare il match dopo pochi minuti. Con Deiola riesce a prendere le misure e avere vita più facile.

Depaoli sv.

Yoshida 5,5 - Ingaggia un bel duello senza esclusione di colpi con Joao Pedro, anche se alla fine il brasiliano esce dal campo con una doppietta, non solo per colpa sua.

Colley 5,5 - Prova a respingere tutti gli attacchi avversari, e sfiora anche il goal di testa, ma alla fine deve arrendersi anche lui.

Augello 6 - Poco più di un’ora per provare a dare il suo solito apporto sulla corsia mancina. Viene sostituito quando perde di brillantezza.

Murru 5 - Prende il posto di Augello ma non riesce a dare la spinta necessaria sulla corsia, e in più si addormenta in occasione della terza rete cagliaritana.

Thorsby 6,5 - Si becca l’ennesimo giallo della stagione, che gli costerà una squalifica. È come sempre uno degli ultimi a mollare, sfortunato nel deviare il tiro di Caceres, rimedia col goal che riapre momentaneamente il match.

Silva 5,5 - Buona quantità ma poca qualità. Si mette al servizio della squadra nel recupero della palla, ma non sempre trova la soluzione migliore per ripartire.

Askildsen 5 - All’esordio dall’inizio dopo tanti spezzoni di gara, non riesce ad approfittare della chance concessa, disputando una gara piuttosto anonima.

Verre 5,5 - Mezz’ora per apportare estro alla manovra. Non incide come dovrebbe sulla trequarti, ma almeno aumenta la qualità del palleggio in mezzo al campo.

Candreva 5,5 - Croce e delizia doriana. Prima sbaglia un cambio gioco avviando l’azione del vantaggio rossoblu, poi prova a riscattarsi con le sue doti, ma trova il palo a dirgli di no.

Quagliarella 5,5 - Partita complicata per il capitano blucerchiato che lotta tra i centrali rossoblu lasciato troppo spesso solo. Meglio nella ripresa col supporto di Caputo.

Gabbiadini 5,5 - Recuperato e lanciato dall’inizio, viene schierato largo a destra, ma non riesce ad incidere come dovrebbe per poter far male col suo mancino.

Caputo 6,5 - Col suo ingresso la Samp torna ad avere due punte più vicine alla porta. Dialoga bene con i compagni e sforna l’assist vincente per Thorsby.

Pagelle a cura di Marco Agostinelli

tutte le notizie di