Pagelle Atalanta – Fiorentina 3-0: la difesa della Dea vince la partita! – Voti Fantacalcio

Gosens e Toloi entrambi a segno, di Malinovsky il gol del momentaneo 2 – 0

di Voti Fantamagazine

Partita a senso unico quella andata in scena oggi a Bergamo tra Atalanta e Fiorentina. Gli orobici impegnano Dragowski ma ci mettono quasi un tempo intero per segnare; ci pensa Gosens a sbloccare il risultato, aggiustando sotto porta un assist di Zapata. Inizia la ripresa e dopo 10’ arriva prima il raddoppio su punizione firmata da Malinovskyi, e poi, al 63° minuto, la rete di Toloi su sponda di Djimsiti. Goal che, di fatto chiude il match. Fiorentina che, a parte una conclusione dalla distanza di Vlahovic, che scheggia la traversa, e un tiro nel finale di Barreca, non si affaccia quasi mai dalle parte di Gollini. Finisce 3 – 0.

PAGELLE ATALANTA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Atalanta

Gollini 6,5 – Bravo a deviare sulla traversa un tiro dalla distanza di Vlahovic, e nel finale a chiudere lo specchio a Barreca; gli unici impegni per lui in una partita per il resto senza apprensioni.

Toloi 7 – Trova la prima rete in stagione con un colpo di testa sotto porta, mentre in difesa non trova complicazioni di alcun tipo.

Romero 6,5 – Bravo in anticipo e presente di testa, fa buona guardia; inoltre, si affaccia spesso nell’area avversaria, dove va vicino al goal di testa. Esce nella ripresa per Palomino.

Djimsiti 6,5 – Come anche gli altri centrali, pure lui non ha problemi con gli attaccanti della Fiorentina. Inoltre, spiazza di testa e trova l’assist per il goal di Toloi, che chiude la gara.

Hateboer 6 – Attivo nei primissimi minuti, ma si adegua presto a ritmi bassi e, quando la squadra fa sua la partita, si limita al compitino.

De Roon 6,5 – Filtro e regia al servizio della squadra. Indispensabile nella manovra di Gasperini.

Freuler 6 – Non è una partita che necessità di grandi inserimenti così, a parte un’occasione iniziale, si adopera bene nella zona centrale del campo, senza squilli ma anche senza sbavature.

Gosens 7 – Il goal non è dei più difficili, ma si fa trovare spesso in zona offensiva ed è pronto nel seguire e ribadire in rete l’azione di potenza di Zapata. Per il resto spinge molto ed esce a 10’ dalla fine per Mojica.

Malinovskyi 7 – Spesso attivo, riesce ad agire molto bene sulla trequarti avversaria, dialogando bene con i compagni. Ad inizio secondo tempo trova anche la rete su punizione, con complicità di Milenkovic in barriera. Esce per Muriel nel secondo tempo.

Pessina 6 – Rispetto agli altri uomini offensivi dell’Atalanta, lui non si rende molto pericoloso e pensa maggiormente a dare energia e densità in fase avanzata, pressando i centrali avversari. Esce anche lui nel recupero, dando spazio all’esordio del giovane Gyabuaa.

Zapata 7 – Si divora un goal pressoché fatto in avvio di partita, quando a tu per tu con Dragowski e completamente smarcato non riesce ad angolare un semplice colpo di testa. Però la vittoria ha la sua firma, in quanto prima cerca di potenza un inserimento, seguito da un assist perfetto per Gosens che appoggia in rete e porta in vantaggio i suoi. Poi, ad inizio ripresa, sinconquista la punizione al limite dell’area che viene trasformata da Malinovskyi. Per il resto tanta quantità e generosità e nel finale lascia il campo stremato per Lammers.

Muriel 6 – Nel finale la Fiorentina prova ad alzare un po’ il baricentro, e lui si limita a far salire la squadra e a cercare qualche ripartenza, ma senza pungere.

Palomino 6 – Entra a partita virtualmente finita, e gioca una ventina di minuti di ordinaria amministrazione.

Mojica S.V.

Lammers S.V.

Gyabuaa S.V.

PAGELLE FIORENTINA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Fiorentina

Dragowki 6,5 – Tiene i suoi a galla con un paio di parate provvidenziali su Zapata, ma da solo non regge e alla fine risulta incolpevole sulle tre reti degli orobici. Colleziona un altro paio di buoni interventi nel secondo tempo, ma la partita è ormai chiusa.

Venuti 5 – Schierato per avere una maggiore copertura difensiva, ma Zapata e Gosens dalle sue parti fanno il bello e il cattivo tempo e soffre tutta la partita.

Milenkovic 4,5 – Soffre tremendamente Zapata per tutto il match ed è costretto a fargli fallo in più di un’occasione. È proprio da un suo intervento al limite dell’area sul colombiano che arriva il goal di Malinovskyi; ma la responsabilità è doppia, perché oltre a fare fallo, è l’unico che non salta in barriera e la palla passa proprio sopra la sua testa. Giornata da da dimenticare.

Pezzella 4,5 – Fatica a dare autorità alla fase difensiva e affonda con tutto il reparto. Prima si fa sovrastare da Zapata in occasione del primo goal, col colombiano che riesce a mettere poi l’assist per Gosens, poi ha parziali responsabilità sulla rete di Toloi, dato che manca il colpo di testa in anticipo sul centrale avversario.

Biraghi 5,5 – Il meno peggio dei difensori viola, in quanto riesce tutto sommato a contenere le folate di Hateboer, ma a costo di sacrificare completamente la fase di spinta, risultando quasi nullo nella metà campo avversaria. Esce al 73° minuto per Barreca.

Lirola 5 – Schierato per dare un po’ di gamba sulla fascia pur senza dimenticare la fase difensiva, non fa né l’una né l’altra cosa. Esce a mezz’ora dalla fine per Callejon.

Amrabat 5 – In mezzo al campo non riesce a superare la coppia De Roon – Freuler e soffre i movimenti di Malinovskyi tra le linee. È complice di Pezzella nella rete di Toloi che chiude la partita.

Pulgar 5,5 – Gioca solo il primo tempo, nel quale si adopera in una regia ordinata ma scolastica e senza particolari spunti. Esce per Castrovilli.

Bonaventura 5,5 – Generoso perché si adopera per cercare di coprire ma, come Biraghi, lo fa a discapito della fase offensiva e si nota, dal momento in cui gli ospiti non riescono a creare occasioni.

Eysseric 5 – Schierato a sorpresa da titolare per dare una mano a Vlahovic, gioca una partita decisamente anonima, uscendo ad inizio secondo tempo per Ribery.

Vlahovic 6 – Pur non giocando una gara indimenticabile, è costretto a fare reparto completamente da solo e l’unica vera occasione della Fiorentina passa da una sua invenzione da fuori area, con un tiro che colpisce la traversa dopo una deviazione di Gollini. Esce a una ventina di minuti dal 90° per Kouame.

Castrovilli 5 – Non al meglio fisicamente, ma rimane il fatto che il suo ingresso non cambia la partita. Fatica a tenere il passo degli avversari e alla fine risulta inutilmente falloso.

Ribery 5,5 – Lui e Callejon entrano con i suoi sotto di due reti per cercare di cambiare la partita, ma pochi attimi dopo arriva la terza rete degli orobici che chiude virtualmente la contesa. In questo contesto, prova qualche timida giocata, servendo a Barreca l’unica palla interessante della ripresa, ma nulla di più.

Callejon 5,5 – Gioca solo uno spezzone di gara, ma il suo ingresso non ravviva la manovra della Fiorentina, anche perché il risultato spegne rapidamente gli animi, e quindi si nota poco.

Kouame 6 – 20’ in cui non si rende pericoloso, ma fa movimento, ci mette la gamba e subisce qualche fallo che è utile ai suoi per respirare e alzare il baricentro.

Barreca 6 – Gioca circa una ventina di minuti coi suoi già sotto di tre goal e scocca uno dei due tiri che in tutti i 90’ impegnano Gollini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy