Inter, la fragilità di Sensi spaventa i fantallenatori

Inter, la fragilità di Sensi spaventa i fantallenatori

Dopo un avvio di stagione super, Sensi ha iniziato a fare i conti con diversi problemi fisici che lo hanno tenuto lontano dal campo nell’ultimo periodo.

di Redazione Fantamagazine
Inter, la fragilità di Sensi spaventa i fantallenatori

Articolo a cura di Gianluca Losi

Nell’Inter dell’era Conte la stella più lucente ed anche, per certi versi, inaspettata è senza dubbio quella di Stefano Sensi. L’ex Sassuolo, arrivato alla Pinetina la scorsa estate in prestito (potrà essere acquistato da Marotta & co. il prossimo giugno a titolo definitivo versando 20 milioni di euro nelle casse neroverdi), nelle prime 7 di campionato è andato a segno tre volte e servito un assist, ma più che altro ha acceso la luce del centrocampo neroazzurro dove anche Brozovic non garantisce la stessa qualità e fantasia come quando gioca in coppia con il classe ’95.

SENSI, CONTE E I FANTALLENATORI HANNO BISOGNO DI LUI

L’avvio sprint del classe 1995  si è purtroppo interrotto in occasione del big match con la Juventus: durante l’intervallo è infatti rimasto negli spogliatoi per un infortunio agli adduttori. In quella stessa partita si sono evidenziati tutti i limiti della Beneamata senza la lucidità e genialità dei passaggi di Sensi. Da quel 6 di ottobre si è rivisto in campo per soli 22 minuti contro il Borussia Dortmund, durante i quali è andato al tiro e rischiato di pareggiare una partita da dimenticare per l’Inter. Per le due successive partite di campionato, Bologna e Verona, l’urbinate è rimasto in panchina per tutti e 90 i minuti, denotando di non essere ancora al cento per cento.

Durante la sosta per le nazionali, 15 giorni d’oro per recuperare energie e smaltire infortuni, Stefano non si è aggregato al gruppo azzurro ed è rimasto ad Appiano Gentile per tirarsi a lucido ma ad oggi si allena ancora in disparte e la sua convocazione per la sfida contro il Torino è tutt’altro che scontata. Nel caso Conte decida di portarlo con sé, il centrocampista siederà quasi sicuramente in panchina e non sarà rischiato in vista della trasferta decisiva di Praga. Tutti i fantallenatori aspettano il suo rientro con ansia poiché in ottica fantacalcio è ancora il miglior centrocampista della serie A e dei suoi bonus non si può continuare a fare a meno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy