“Sogno Ciofani la notte”: Il fantacalcio non è un gioco, è una malattia

“Sogno Ciofani la notte”: Il fantacalcio non è un gioco, è una malattia

Intervistiamo Simone che si sveglia dopo aver sognato una cinquina di Ciofani contro il Carpi.

di Riccardo Cerrone, @riki171980

Di buon’ora intervistiamo Simone, protagonista di una notte decisamente concitata. Il nostro follower sta affrontando lo scontro diretto con un’antagonista per la lotta al vertice, sono secondi a pari merito, ed inseguono il primo in classifica ad un solo punto di distacco.

“Sogno Ciofani la notte”: Il fantacalcio non è un gioco, è una malattia

“Stanotte ho avuto gli incubi! Sappiate che gioco lo scontro diretto ed ho contro Ciofani: ho sognato che Carpi – Frosinone finiva 3-8! Credimi un vero colpo. Questo gioco mi sta entrando nel cervello, sogno i giocatori avversari la notte. Ho sognato che mi trovavo con Enrico, il mio socio al fanta. Comincio a vedere le formazioni e Ciofani non gioca. La sensazione è positiva, perché lo temiamo molto. Inizia la partita e il Frosinone comincia ad attaccare e segna a raffica, vincendo fuori casa per 0-3, poi l’impensabile”.
“Entra Ciofani (il maledetto ndr) e mette a segno una cinquina incredibile, fissando il risultato finale sul 3-8, una cosa mai vista. Parte l’insulto, l’imprecazione, lo scontro con Enrico… ma fortunatamente poi mi sveglio e mi accorgo che è stato solo un brutto sogno. Per fortuna!”.
E a voi, è mai successo di avere gli incubi sui giocatori avversari al fantacalcio?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy