San Valentino: la festa di chi non smette mai di amarlo (il fantacalcio)

San Valentino: la festa di chi non smette mai di amarlo (il fantacalcio)

Festa degli innamorati? Sì, dei gol che ti cambiano la giornata, del modificatore difesa e dell’assist che illumina la serata

di Nicolò Premoli, @NicoloPremoli

Ti amo
Quanto?
Come una tripletta di Immobile

Ho sempre avuto un debole per i trequartisti, giocatori di frontiera che non hanno mai capito cosa fare da grandi. Sempre in dubbio se dettare i tempi a metà campo o timbrare il cartellino in avanti gonfiando la rete alla prima occasione possibile, al primo pallone che spiove in area piccola. Non sai mai cosa aspettarti da un trequartista, eppure ogni suo tocco, ogni suo allungo e passaggio potrebbero essere determinanti. Cambiare le carte in tavola quando meno ce lo si aspetta, svoltare una partita che stava diventando noiosa. Solo come un amore sa fare.

Ricordi? Qui ci siamo dati il primo bacio
Sì, ricordo benissimo: avevo lasciato in panchina la doppietta di Benatia

Purtroppo non si possono riempire tutti e venticinque gli slot di trequartisti: il fantacalcio, proprio come l’amore, impone le sue regole. Esagerare non porta a nulla di buono: quando una domenica tutti i giocatori in campo o quasi portano a casa un bonus è fin troppo chiaro che non potrà andare così bene alla giornata successiva, all’appuntamento con un’altra squadra pronta a rendervi la vita difficile, impossibile. C’è allora da sudare freddo, restare ancorati alla sedia scomoda del bar fino all’ultimo posticipo e sperare di portarla a casa strappando un pareggio all’ultimo istante. Sì, proprio come in amore quando si finisce per inseguire un “sì” mettendo sul piatto anche promesse impossibili.

Dimmi qualcosa di dolce
Il mio portiere ha parato un rigore all’attaccante del mio avversario

Non ci si innamora per scelta. Succede e basta. Possono bastare un paio di appuntamenti, qualche mese oppure un’intera vita. Può bastare una sola chiamata all’asta, una doppietta dell’ultima riserva oppure un intero campionato trascorso a lottare nelle ultime posizioni. Perché in amore si soffre e non lo dicono soltanto le canzoni: lo urlano nei messaggi ragazzini, lo scrivono nelle lettere i più romantici, lo dimentica chi non ci crede più. Chi dopo l’anticipo del sabato è già sotto di tre gol e probabilmente giocherà in dieci.

Per me sei davvero unico
Come un gol di Andre Silva?

C’è chi però non smette mai di amarlo, il fantacalcio. Nonostante tutti i rigori sbagliati, i rossi sventolati in faccia ai propri giocatori. I sei politici ai due attaccanti messi in campo con sogni di doppia cifra, il portiere che ha incassato quattro gol sbagliando clamorosamente un’uscita preferito a quello imbattuto lasciato in panchina. La chiamata sbagliata all’asta che segna un’intera stagione, dalla prima all’ultima giornata. Proprio come in amore: dove più che treuqartisti si è mediani. Dal giallo facile e con i piedi quadrati. Pronti, nonostante tutto, a fare di tutto per portare a casa un’altra salvezza, una nuova storia tutta da scrivere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy