Premier League, la seconda giornata

Premier League, la seconda giornata

United, City, Liverpool ed il sorprendente Leicester di Claudio Ranieri le uniche squadre a punteggio pieno. Arsenal a fatica, continuano a deludere Chelsea e Tottenham. Convincono Everton, Swansea e Norwich

di Titty Cerquetti, @tittyna

Aston Villa 0-1 Manchester United

Ancora una vittoria, la seconda su due partite di premier, e ancora per uno a zero. Stavolta però almeno i red devils il goal della vittoria se lo segnano da soli, senza bisogno dell’aiuto altrui. Ci pensa il giovane Januzaj che gioca (bene), segna (un bel goal) e reclama un posto da titolare e da protagonista. Come successo nel debutto contro il Tottenham, anche stavolta lo United ottiene probabilmente più di quello che merita, ma spesso è proprio questo il segnale di una stagione vincente.

Aston Villa: nessun bonus da segnalare per i Villans, solo i cartellini gialli di Gueye e Ayew.
Manchester United: goal di Januzaj e assist di Mata, gialli per Darmian ed Herrera. Insomma, non è stata propriamente una gran partita.
MVP
3: Juan Mata (MUN)
2: Matteo Darmian (MUN)
1: Chris Smalling (MUN), Luke Shaw (MUN)

Southampton 0-3 Everton

L’Everton si presenta al St Mary’s Stadium deciso a riscattare il non felicissimo avvio casalingo con il Watford e ci riesce grazie ad una grandissima prestazione di Lukaku e Barkley, una ritrovata solidità difensiva, un centrocampo sontuoso. I Saints non entrano praticamente mai in partita, bloccati in mezzo al campo e costretti ad innocui lanci lunghi alla ricerca di un Pellè ottimamente marcato da Jagielka e Stones. Giornata negativa per gli uomini di Ronald Koeman mentre quelli di Martinez sembrano finalmente aver trovato la quadratura. E se Barkley avesse deciso che questa è la stagione della consacrazione?
Southampton: nulla da segnalare, a parte i cartellini gialli di Targett, Davis, Oriol Romeu e Pellè
Everton: doppietta di Lukaku e goal di Barkley, assist per lo stesso Barkley, Coleman e Konè. Gialli ancora per Barkley e McCarthy, bonus anche per Howard grazie a 4 parate. Ovviamente anche tutti gli MVP sono dell’Everton, giornata trionfale per i fantapossessori dei toffees.
MVP
3: Romelu Lukaku (EVE)
2: Seamus Coleman (EVE)
1: Tim Howard (EVE), John Stones (EVE), Ross Barkley (EVE)

Sunderland 1-3 Norwich City

E così la neopromossa si concede il lusso di vincere la sua prima trasferta in Premier. A farne le spese un Sunderland che quest’anno, in tutta onestà, rischia veramente grosso. Due partite, due neopromosse, due sconfitte e 7 goal subiti. Insomma, per Dick Advocaat le cose sembrano mettersi davvero male. Il Norwich domina nel possesso palla e nelle occasioni da goal e si prende tutti gli MVP. Aggiungiamo che i Black cats non prendevano sette goal nelle prime due partite di campionato dal 1970-71 ed il quadro della crisi è completo. Il Norwich invece ripete esattamente lo stesso risultato della prima contro il Crystal Palace ma stavolta a suo vantaggio. Da segnalare che Nathan Redmond ha realizzato cinque goal nelle sue ultime sei partite con il Norwich e che Hoolahan è al terzo assist in due partite.
Sunderland: goal di Watmore su assist di Lens (che prende però anche un giallo), bonus per Pantilimon e le sue parate. Niente altro da segnalare.
Norwich City: Il nostro “consigliato” Hoolahan sforna due assist e si prende anche un bonus MVP. Ai goal pensano Whittaker, Martin e Redmond, due difensori e un centrocampista. Il terzo assist invece lo regala Brady. Cartellini gialli per Bassong e Tettey.
MVP
3: Nathan Redmond (NOR)
2: Robbie Brady (NOR)
1: Wes Hoolahan (NOR)

Swansea City 2-0 Newcastle United

La coppia d’oro Gomis Ayew dopo essersi presa il lusso di condurre lo Swansea al pareggio contro i campioni in carica del Chelsea nel primo turno di campionato, si ripete e conquista anche la prima vittoria in stagione contro le magpies, e non può bastare l’espulsione a fine primo tempo di Janmaat a spiegare il dominio che lo Swansea ha avuto sulla gara. Di certo la squadra gallese sta confermando quanto di buono fatto la scorsa stagione, e potrebbe rivelarsi la sorpresa di questo campionato. Sugli scudi non solo i due attaccanti ma anche e soprattutto gli uomini del centrocampo, Jefferson Montero man of the match, Shelvey autore di una prestazione fantastica così come Sigurdsson. Una squadra, questo Swansea, da tenere fantacalcisticamente d’occhio.
Swansea City: Ayew e Gomis in goal, Shelvey e Montero agli assist. Gialli per Naughton e lo stesso Ayew, tutti gli MVP.
Newcastle United: a parte Krul, che salva 4 volte la sua porta e si prende un bonus, per il resto solo il giallo a Mitrovic e il rosso a Janmaat.
MVP
3: Ashley Williams (SWA)
2: Neil Taylor (SWA)
1: Kyle Naughton (SWA)

Tottenham Hotspur 2-2 Stoke City

Quando ad un quarto d’ora dalla fine stai vincendo 2-0 e ti ritrovi al fischio finale sul 2-2 certamente non puoi essere contento. Il campionato, per gli Spurs, sembra essere partito sotto una cattiva stella, visto che dopo la sfortunata e immeritata sconfitta contro il Manchester United (autogol di Walker) si ritrova a pareggiare una partita praticamente già vinta, complici le amnesie difensive retaggio della scorsa stagione ed un Kane ancora lontano dalla forma migliore ma che, causa mancanza di alternative, è costretto ugualmente a scendere in campo. Lo Stoke, dal canto suo, si limita a fare il proprio, cercando di rimanere in partita più a lungo possibile per poi sfruttare, al momento giusto, le occasioni favorevoli. Partita bella, ricca di occasioni, con i bonus ai portieri a testimoniare lo stile offensivo delle due squadre, una per indole tattica, l’altra per necessità di recuperare.
Tottenham: Dier e Chadli per i goal, Davies ed Eriksen per gli assist, Walker e ancora Davies ammoniti. Lloris, come detto in precedenza, bonus saves.
Stoke: Diouf e Arnautovic realizzano le reti della rimonta, Ireland e Joselu forniscono gli assist. Muniesa e Whelan finiscono sul taccuino dell’arbitro mentre Butland, come il collega Lloris, porta a casa il bonus saves.
MVP
3: Christian Eriksen (TOT), Marko Arnautovic (STK)
1: Nacer Chadli (TOT)

Watford 0-0 West Bromwich Albion

Partita senza goal al Vicarage Road Stadium, ma i Baggies devono dire grazie al loro portiere Myhill autore di almeno otto parate importanti, di cui cinque sicuramente decisive, se escono dallo stadio degli Hornets senza farsi male. Partita fantacalcisticamente inutile, solo qualche cartellino e niente più.
Watford: un giallo per Nyom, e due mvp.
WBA: il bonus saves per Myhill e due gialli per Olsson e Lambert.
MVP
3: Boaz Myhill (WBA)
2: Craig Cathcart (WAT)
1: Sebastian Prodl (WAT)

West Ham United 1-2 Leicester City

Continua la favola di Claudio Ranieri e del suo Leicester, che va a vincere sul campo del West Ham una gara sulla carta molto difficile. Partita indirizzata nel primo tempo, chiuso in vantaggio per 2-0 e nonostante gli Hammers riducano il vantaggio dopo soli dieci minuti dall’inizio della ripresa il Leicester riesce a contenere gli attacchi avversari fino alla fine. Da notare che nonostante il possesso palla sia stato a vantaggio dei londinesi per 70 a 30, i tiri in porta del Leicester sono stati esattamente il doppio, 6 contro 3.
West Ham: goal di Payet su assist di Kouyaté, un giallo per Jenkinson ed un rosso per il portiere Adryan che si spinge nell’area avversaria per l’ultimo calcio d’angolo e poi commette fallo sull’avversario che riparte in contropiede. Bonus negativo oltre i due goal, in parte compensato dal bonus saves.
Leicester: il solito Mahrez ed il primo goal inglese di Okazaki per la vittoria dei Foxes. Assist per Albrighton, cartellini gialli per Benalouane, Vardy e Okazaki.
MVP
3: Riyad Mahrez (LEI)
2: Dimitri Payet (WHU)
1: Shinji Okazaki (LEI)

Crystal Palace 1-2 Arsenal

Seconda giornata e secondo derby per i gunners che stavolta, sebbene in maniera fortunosa e senza convincere, portano a casa la vittoria. Dopo un precampionato scintillante ed un esordio stagionale convincente con la conquista della supercoppa contro il Chelsea sembrava che l’Arsenal avesse finalmente trovato le soluzioni di gioco ideali per competere al vertice della premier invece queste due prime partite hanno insinuato nuovi dubbi in Arsene Wenger. Messi in panchina Walcott e Chamberlain a vantaggio di Giroud e Sanchez ecco che il gioco dei gunners sembra meno rapido e fluido e più prevedibile. Insomma, il Crystal Palace se la gioca alla pari e solo uno sfortunato autogoal di Delaney lo costringe alla resa. Di certo dall’Arsenal ci si aspetta molto di più, non solo per i tifosi dell’Emirates, ma anche per i fantasy manager che hanno puntato sui centrocampisti gunners.
Crystal Palace: goal di Ward su assist di McArthur, autogoal di Delaney, giallo per lo stesso McArthur, bonus saves per il portiere McCarthy.
Arsenal: goal di Giroud, assist per Sanchez e Ozil, giallo per Coquelin, bonus saves per Cech.
MVP
3: Joel Ward (CRY)
2: Mesut Ozil (ARS)
1: Olivier Giroud (ARS)

Manchester City 3-0 Chelsea

Il City schianta il Chelsea di Mourinho vincendo la seconda partita consecutiva ma soprattutto infliggendo ai campioni uscenti un lezione veramente dura. Dominati in lungo e in largo i Blues non hanno mai dato l’impressione di essere all’altezza degli avversari, né mentalmente né fisicamente mentre i Citizens hanno avuto, prima del goal del vantaggio di Aguero, almeno altre 4 occasioni chiare da goal che solo l’ottima vena di Begovic ha impedito diventassero altrettante reti. In ottica fantacalcio difficile scegliere tra gli interpreti del City, apparsi tutti già al top, escluso forse il solo Sterling che paga ancora il peso del suo trasferimento record. Lo stesso Aguero, inserito per pochi minuti la prima di campionato, ha dimostrato di essere in ottime condizioni e con l’dea della porta già ben chiara nella mente. Se questo è il buongiorno…
Manchester City: Aguero, Kompany e Fernandinho per i goal. Due volte Silva e Yaya Toure per gli assist, cartellini gialli per Kompany, Mangala, Yaya Touré e Fernandinho, bonus saves per Hart.
Chelsea: bonus meritatissimo per le molte parate a Begovic, cartellini gialli per Hazard e Ivanovic, questo è tutto per i blues.
MVP
3: Aleksandar Kolarov (MCI)
2: David Silva (MCI), Fernandinho (MCI)

Liverpool 1-0 Bournemouth

Vittoria sofferta ad Anfield per i reds di Rodgers che solo grazie al primo goal del nuovo acquisto Benteke strappano i tre punti alla neopromossa Bournemouth. Partita bella, con tante occasioni da ambo le parti, e diversi spunti interessanti per i fantallenatori alla ricerca di titolari a basso costo ma dal buon rendimento. Uno tra tutti il centrocampista ospite Ritchie, autore di un’ottima gara e un paio di volte anche vicino al goal del pareggio. Per il Liverpool, oltre il risultato, note positive dal gioco sulle fasce, con Clyne ed Ibe in ottima forma, dal buon inserimento di Benteke e dall’ottima prova di Coutinho che pare non risentire delle responsabilità derivanti dalla partenza di due grandissimi come Gerrard e Sterling. Il tutto in attesa di Sturridge.
Liverpool: Benteke sigla la rete decisiva, Henderson, uscito per infortunio, firma l’assist. Cartellino giallo per il pur buono terzino sinistro Gomez.
Bournemouth: nonostante la buona gara porta a casa per i fantallenatori solo i malus di Cook, Ritchie, O’Kane e Tomlin, tutti finiti sul taccuino dell’arbitro.
MVP
3: Christian Benteke (LIV)
2: Dejan Lovren (LIV)
1: Martin Skrtel (LIV)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy