Inside Premier: Raheem Sterling

Sarà l’anno della consacrazione per il talentuoso centrocampista neo Manchester City?

di Titty Cerquetti, @tittyna

Nato a Kingston, in Jamaica, l’8/12/1994, centrocampista offensivo, destro naturale ma spesso impiegato a sinistra per permettergli di rientrare e provare il tiro con il suo piede preferito. Grande velocità, ottima propensione all’assist grazie alla visione di gioco ed alla tecnica raffinata, buon senso del goal, queste sono le caratteristiche vincenti di Raheem Sterling. La poca propensione alla fase difensiva ed una certa anarchia tattica le note dolenti, ma certamente imputabili, per ora, alla giovane età ed al grande talento offensivo.

Dopo il trasferimento in Inghilterra comincia piccolissimo nelle giovanili del West Ham, per poi passare nelle fila del QPR. Nel 2010, a soli 15 anni, viene acquistato dal Liverpool per 800,000 sterline, e il 24 marzo 2012, a 17 anni e 107 giorni esordisce in Premier League nella partita contro il Wigan. Il 20 ottobre dello stesso anno realizza la sua prima rete in Premier nel match che il Liverpool vince contro il Reading, proprio grazie al suo goal.

Stagione 2012/13: gli esordi

È l’anno in cui Sterling, anche senza essere ancora un titolare, si trova stabilmente in campo. Colleziona 24 presenze e per 15 di queste gioca gli interi 90 minuti. Realizza 2 goal e colleziona 6 assist, prendendo un solo cartellino giallo. 82 i fantasy points che regala ai suoi possessori. Si intravedono grandi qualità e si prospetta per la stagione successiva una sostanziale crescita che possa fare di lui uno dei top player del centrocampo.

Stagione 2013/2014: la crescita

È l’anno in cui diventa un appetibile giocatore di Fantasy football ed infatti il suo prezzo arriva ad 8m, un buon risultato per la sua prima vera stagione da titolare. Colleziona 33 presenze, realizzando 9 goal e fornendo 7 assist. Il suo punteggio, a fine stagione, parla di un totale di 132 Fantasy points, vicinissimo ai mostri sacri del fantacentrocampo inglese, Yaya Toure e David Silva. È fin troppo chiaro che il prossimo anno saranno in molti a puntare su di lui per le loro fantasquadre.
 

Stagione 2014/2015: la conferma

Il 33.8% dei fantallenatori scelgono Sterling per il loro starting eleven, un vero trionfo. La partenza di Suarez lo sposta ancora più avanti nello scacchiere di Rodgers e in tanti sperano di vedere esplodere il suo talento ed aumentare ancora di più i suoi bonus. Invece, complici le lunghe assenze di Sturridge e la non fortunata stagione del Liverpool i risultati fantacalcistici migliorano di poco. 7 goal, 8 assist, 5 cartellini gialli. 158 fantasy points. Si conferma uno dei migliori centrocampisti della Premier, ma c’è la sensazione che non sia ancora completamente esploso. La carta d’identità del ragazzo di Kingston sembra confermare questa tesi.

Stagione 2015/2016: il trasferimento record

Il passaggio al Manchester City per 49m di sterline è il colpo di mercato dell’anno per la Premier League. Le responsabilità derivanti dalla cifra elevata pagata dai Citizens per assicurarsi le sue prestazioni e l’arrivo in una squadra destinata a lottare per vincere, in patria ed in europa, potrebbero segnare la definitiva maturazione di Raheem Sterling. Avere come riferimento offensivo un attaccante del calibro del Kun Aguero potrebbe certamente contribuire ad aumentare il numero di assist, mentre la coabitazione con Silva, Nasri e Yaya Toure potrebbe metterlo nelle condizioni di migliorare la sua vena realizzativa.
Sebbene David Silva (191 fp la stagione scorsa, mai sotto i 140 negli ultimi 5 campionati) sia il più appetibile tra i midfielders dei Citizens, almeno ad inizio stagione, non ci sarebbe da stupirsi se Sterling riuscisse in breve tempo ad insidiare la sua leadership.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy