Fantamagazine chiama, Rudi Garcia risponde.

(Fanta)intervista all’allenatore della Roma, che ci racconta dettagli interessanti per il fantacalcio

di Riccardo Cerrone, @riki171980

Nel bel mezzo di questa tournée asiatica, incontriamo Mister Rudi Garcia, tecnico francese della Roma. La squadra giallorossa, come ormai consuetudine, affronta la preparazione precampionato tra impegni nella International Champions Cup, sessioni atletiche e trasferimenti in aereo. Dopo due stagioni contrastanti, ma entrambe caratterizzate da due secondi posti, la Roma cerca l’affermazione definitiva in Serie A ed in Europa. Tramite questa (fanta) intervista rilasciata a Fantamagazine.com, riveliamo le idee e lo stato d’animo di Rudi Garcia, della squadra e dell’equipe: in generale dell’ As Roma.

Salve mister, grazie per averci ricevuto subito dopo l’impegno contro il City di Pellegrini. Come vede la squadra?

“La squadra sta lavorando molto bene, stiamo pian piano recuperando i vari calciatori che si sono aggregati in ritardo per vari motivi. Stiamo lavorando moltissimo sotto l’aspetto fisico e mentale: soprattutto il primo punto è migliorato, grazie all’innesto in organico del preparatore Darcy Norman e del suo staff. Un grande acquisto per la squadra e per la società, un nuovo punto di forza”.

Quindi, chiarito l’equivoco “preparazione fisica”, siete pronti a ripartire, ma da chi? Su chi punta lei?

Kevin Strootman
Kevin Strootman
“Per me sarebbe ingeneroso fare dei nomi rispetto alla mia rosa, tra l’altro ancora incompleta visto che il mercato è ancora in divenire. Faccio parlare i numeri: Florenzi (6.16 MV, 6.57 FM), Nainggolan (6.41 MV, 6.77 FM), De Sanctis (6.14 MV, 5.39 FM), e soprattutto Pjanic (6.08 MV, 6.55 FM), hanno in mano la squadra, il grande potenziale è nei loro piedi e nella loro testa: contiamo su di loro. Se dovessi scommettere un centesimo però, rapporto qualità/prezzo, lo investirei su Kevin Strootman: il ragazzo sta recuperando e da lui può ripartire una nuova Roma. Ma in generale ho una rosa molto competitiva, ricca in ogni ruolo e con ampi margini di crescita. Ripeto: lavoriamo sull’aspetto mentale della squadra”.

E dei nuovi arrivati? Cosa pensa?

Iago Falque
Iago Falque
“Beh, per ora abbiamo preso soltanto Iago Falque (6.24 MV, 7.47 FM): il ragazzo ha enormi doti e lo scorso anno l’ha dimostrato. Mi piace per impegno e lo vedo molto bene nel tridente. Lo scorso anno giocava da centrocampista avanzato, io lo vedo più come attaccante laterale. Ma ripeto il mercato è ancora lungo e tutto può accadere…”.

Ci sono cessioni in vista o acquisti importanti?

“Ci sono situazioni in divenire, sia in entrata che in uscita: Destro (5.77 MV, 6.06 FM) e Ljajic (6.00 MV, 6.78 FM) chiedono uno spazio costante che qui non possiamo garantire, come del resto Ucan (5.75 MV, 5.50 FM) e Paredes (5.57 MV, 5.86 FM). Poi cerchiamo una forte punta centrale, come per esempio Dzeko. Dipende moltissimo dal lavoro di Sabatini, è tutto nelle sue mani il mercato, lui sa cosa mi serve, io lavoro con il materiale che lui mi mette a disposizione. Siamo in grado di giocare con 4-3-3, con 4-2-3-1 e, perché no, con il 4-3-1-2, abbiamo i giocatori adatti per farlo. Ma ripeto, siamo una grande squadra, e lavoriamo per essere pronti sempre a tutto. Sicuramente miriamo ad una serie di prestazioni di rendimento che, nel tempo, ci portino ad un risultato importante in stagione”. Il contenuto dell’intervista è frutto dell’immaginazione del redattore, ma offre interessanti spunti riguardo e dinamiche della Roma dal punto di vista fantacalcistico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy