Il fanta mi ha rovinato – La linea sottile tra giocare in 10 e il +3

Il fanta mi ha rovinato – La linea sottile tra giocare in 10 e il +3

Il confine tra giocare in 10 o beccare un bonus al fantacalcio è davvero esiguo: scopriamolo nella nostra rubrica sulle sfighe.

di Lorenzo Menchetti

Il fantacalcio, lo sappiamo tutti, è un gioco dove si deve rischiare. E farlo è ancora più bello con alcuni giocatori, di cui non sei sicuro che andranno a voto, ma se entrano faranno sicuramente bene. È il caso di Piotr Zielinski, schierato senza copertura da Ferdinando come da molti altri fantallenatori.

Il fanta mi ha rovinato – La linea sottile tra giocare in 10 e il +3

Sicuri che sarebbe entrato, ma inconsapevoli che avrebbe fatto ancora una volta bene, benissimo. E così ti ritrovi al 60’ del posticipo in cui giochi virtualmente in 10. Rischi, soffri, incollato davanti al televisore non per vedere la partita, chi se ne importa, ma per vedere chi fa scaldare il buon Maurizio. Poi entra lui, Piotr, vecchio caro Piotr, entra, offre subito una marcia in più al Napoli, che in 4 minuti si porta in vantaggio con Callejon, e riesce addirittura a segnare. Media voto incredibile, lo scorso anno solo due insufficienze (5,5, tra l’altro), e tanti buoni voti, conditi da assist e gol. Da titolare o subentrante non cambia molto, tanta sostanza e tempi di inserimento unici.

Per cui, cari fantallenatori, schieratelo sempre.. con le dovute coperture.

Rischiare è bello, Piotr è meglio!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy