gazzanet

Udinese-Sampdoria, le Fantapills: ad Udine regna il nervosismo, ben 3 cartellini rossi

Danilo, ma che combini?

Le Fantapills della sfida tra Udinese e Sampdoria della 37a giornata di Serie A.

Redazione

"Sembrava una tranquilla domenica primaverile, con l'Udinese e la Sampdoria a giocarsi il decimo posto. Primo tempo piacevole con le due squadre che giocano a viso aperto e con i padroni di casa in vantaggio grazie al 12° sigillo in Campionato di Thereau. Nel secondo tempo però, all'arbitro Pinzani sfugge completamente di mano la gara, prima sventola un rosso eccessivo a De Paul, e dopo il rigore concesso alla Sampdoria manda sotto la doccia sia Danilo che Muriel.

"- ZAPATA: Contro la Sampdoria è stata l'ultima gara casalinga in bianconero per il colombiano, ci teneva a far bene e nonostante non abbia trovato il gol ha giocato un'ottima partita. Il gol di Thereau è in gran parte merito suo visto che tramite un'azione personale brucia Silvestre e consegna al francese un pallone facile facile da trasformare. Nonostante qualche duro colpo subito, non sempre sanzionato, Zapata si rende spesso protagonista nel corso della gara di azioni più o meno travolgenti. Non sarà un bomber, ma sarà veramente difficile sostituirlo trovando una punta con le sue caratteristiche.

"- DE PAUL: Dopo un primo tempo in cui subisce tanti, forse troppi, falli la maggior parte delle volte in ritardo, si vede sventolare un cartellino rosso per un'entrata al massimo da giallo. Conclude così la sua prima stagione in bianconero, non certo nel migliore dei modi, ma dimostrandosi un buon elemento per il campionato venturo.

"- SCUFFET: Sicuro dei propri mezzi, sempre vigile su ogni pallone. Lo Scuffet visto contro la Sampdoria è un giocatore che in Serie A può dire molto: forse non sarà l'erede di Buffon, come era stato frettolosamente battezzato al suo esordio, ma troppi l'avevano già dato per finito a soli 21 anni.

"- MURIEL: L'espulsione è stata eccessiva, come eccessiva è stata l'esultanza polemica nei confronti della tifoseria di casa, rea di averlo fischiato per tutta la gara. Il rigore segnato è stato l'unico spunto positivo in una giornata storta per il colombiano, mai pericoloso e che evidentemente sentiva troppo la gara.

"- SCHICK: Ci si aspettava molto da lui, ma a parte un bel tiro a giro sul finire di primo tempo ha faticato molto a rendersi pericoloso. Stretto tra la morsa di Angella e Danilo, l'attaccante finito nel mirino della Juventus non riesce ad incidere, neanche quando la Sampdoria si trova in superiorità numerica.

tutte le notizie di