“The American Dream”: Copa America Centenario 2016 #11

Torna Messi e l’Argentina ne fa 5 a Panama. Bene il Cile trascinato da Vidal.

di Riccardo Cerrone, @riki171980

S’accende all’improvviso la Copa America Centenario che dopo un avvio noioso, ha regalato emozioni nelle ultime due giornate con tanti gol. Torna Messi nell’Argentina e fa tripletta: “la pulce” rimette tutti in riga e stende Panama. Vidal invece regala tre punti che danno ossigeno al Cile che ora si trova al secondo posto nel girone.

COPA AMERICA CENTENARIO: LE PARTITE GIOCATE

ARGENTINA – PANAMA 5-0

Lionel-MessiNon è certo l’Argentina dei sogni. Però l’obiettivo minimo della prima fase di Copa America, Higuain e compagni l’hanno raggiunto: 5-0 su Panama e l’Albiceleste vola ai quarti di finale con una giornata d’anticipo. I nordamericani del Bolillo Gomez se la giocano alla grande per buona parte del match, nonostante debbano rimanere con un uomo in meno dal 31′ per un rosso al già ammonito Godoy, che rifila una gomitata a Gaitan. Però la classe dell’Argentina, fin lì sottotono, fa la differenza quando entra Leo Messi: in campo al 61′, due settimane dopo il guaio patito a fine maggio contro l’Honduras, la Pulga lascia lo zampino tre volte. Un impatto fenomenale, strabiliante. Un impatto da Messi, insomma. Questa è la buona notizia: la cattiva è l’uscita per infortunio di Angel Di Maria, che lascia il campo prima dell’intervallo per infortunio muscolare. Martino e tutti gli argentini incrociano le dita.

CILE – BOLIVIA 2-1

Vidal_ChileCon l’Argentina già qualificata sarà un ultimo turno inutile, dunque? Non esattamente, perché Panama e Cile, entrambe a quota 3, daranno vita a una vera e propria finale: chi vince farà compagnia all’Argentina, chi perde se ne tornerà a casa. Il pari è salutare alla Roja, favorita dalla differenza reti. Merito della doppietta con cui Arturo Vidal vince la resistenza della Bolivia, matematicamente eliminata. A Foxborough il finale è epico: lo statunitense Marrufo concede prima 8 minuti di recupero per un infortunio occorso a Eguino, quindi un rigore inesistente al Cile per un fallo di mano in area di Gutierrez. Lo trasforma proprio Vidal, che firma la doppietta personale rendendo inutile lo splendido 1-1 (punizione sotto l’incrocio) di Jhasmani Campos. Un gol che può valere una qualificazione.

COPA AMERICA CENTENARIO: GLI “ITALIANI” IN CAMPO

Un assist a testa per Higuain e Banega nella vittoria schiacciante dell’Argentina su Panama. Bene anche Pinilla nel Cile che in 90 minuti ha servito l’assist per il primo gol di Vidal, e ha disputato un buon match.

COPA AMERICA CENTENARIO: OGGI PARLIAMO DI…

Claudio Paul Caniggia! Caniggia è sempre stato amante della bella vita, celebri le sue scappatelle a Montecarlo a bordo di auto supersportive durante il giorno di riposo ai tempi della militanza atalantina. La sua vita privata è sempre stata oggetto di pettegolezzi: dalle feste in casa alle stanze d’albergo distrutte. Celebre il suo rapporto burrascoso con Daniel Passarella, selezionatore dell’Argentina che non lo convocò a France ’98 per colpa dei suo lunghi capelli biondi, acconciatura che esibisce orgogliosamente ancora oggi a Marbella, dove vive con i tre figli Axel, Alexander e Charlotte (prossima concorrente dell’Isola dei famosi). Caniggia, come più volte ha ammesso, vive di rendita grazie agli ottimi investimenti fatti da calciatore, possiede infatti 5 case in Argentina, due negli Stati Uniti e 3 a Miami. Per hobby, come ha sempre sottolineato, fa da tramite tra squadre argentine e inglesi per segnalare giovani talenti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy