Serie A, Spadafora: “Il Comitato Tecnico Scientifico chiede modifiche al protocollo FIGC”

Serie A, Spadafora: “Il Comitato Tecnico Scientifico chiede modifiche al protocollo FIGC”

Al Tg1 il Ministro dello Sport e delle Politiche Giovanili ha rilasciato altre dichiarazioni in merito all’eventuale ripresa del campionato.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

L’indecisione sulla ripresa della Serie A continua. Pochi minuti fa, il Ministro Vincenzo Spadafora è intervenuto ai microfoni del Tg1 per esprimere l’opinione del Governo a seguito dell’incontro con il Comitato Tecnico Scientifico, chiamato a pronunciarsi sul protocollo presentato dalla FIGC per la ripartenza del campionato dopo lo stop forzato causato dalla pandemia di Coronavirus ancora in corso.

Queste le sue dichiarazioni: “Il Comitato chiede delle modifiche vincolanti alla Federazione, come quella di garantire che se dovesse emergere un positivo la squadra e lo staff restino in quarantena, senza avere alcun contatto con l’esterno, e che lo staff medico di ogni società si assuma tutta le responsabilità del caso. Inoltre si chiede che i test ai giocatori non abbiano peso sociale e che l’enorme mole di tamponi cui verranno sottoposti non vada a gravare su quelli a disposizione della gente comune. Se la Figc accetterà queste condizioni, gli allenamenti potranno riprendere il 18 maggio.

Io credo che dalle indicazioni del Comitato emerga che la linea governativa che abbiamo adottato sia quella da seguire. Abbiamo bisogno ancora di una settimana per vedere il proseguimento della curva dei contagi e decidere poi delle sorti del campionato. Per quanto mi riguarda, mi impegnerò affinché il 18 maggio riprendano anche gli altri allenamenti visto che domattina presenterò al Comitato le linee guida per far riaprire tutti gli impianti sportivi, anche le semplici palestre”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy