Roma, tra mercato e sogni di Champions: Fonseca azzarda il tris

Kluivert, Ünder e Kalinic: tre giocatori vicini alla cessione che cercheranno però di aiutare la Roma a raggiungere la qualificazione in Champions League.

di Matteo Previderio

Sarà Europa League o Champions League? La differenza tra le due competizioni è notevole, non solo per il prestigio ma anche e soprattutto in termini economici. Lo sa bene la Roma, che nelle prossime dodici partite di Campionato cercherà di difendere il quinto posto, senza perdere però di vista l’Atalanta, attualmente in quarta posizione, provando a recuperare quei punti in classifica che le garantirebbero un posto nella prossima Champions League. Così, dopo una parte di stagione condizionata dai tantissimi infortuni, il tecnico Paulo Fonseca potrebbe avere a disposizione alcune pedine importanti per provare a centrare gli obiettivi stagionali.

Tuttavia, a tener banco in casa giallorossa non ci sono solo le ormai note vicende societarie, con la trattativa Friedkin-Pallotta ancora in fase di stallo, ma anche alcune situazioni legate al mercato. Proprio per questo, il tecnico nato a Maputo, capitale del Mozambico, sta lavorando duramente a Trigoria cercando di coinvolgere e di ottenere il massimo da tutti gli uomini a disposizione, compresi quelli che presumibilmente nella prossima sessione di mercato lasceranno la Roma. A tal proposito, sono tre i giocatori che potrebbero avere un ruolo chiave sia per il finale di stagione, sia per il mercato e le casse della società romanista.

JUSTIN KLUIVERT

Classe 1999 e 21 anni appena compiuti. L’olandese, salvo ripensamenti della dirigenza, dovrebbe essere uno dei pezzi pregiati del mercato estivo di Gianluca Petrachi. Arrivato in Italia dall’Ajax per una cifra vicina ai 18 milioni, il giovane esterno ha mostrato sin da subito delle ottime qualità e un grandissimo margine di miglioramento, pur non brillando in termini di continuità. Infatti, nella sua prima stagione in giallorosso ha collezionato 35 presenze tra Serie A, Champions e Coppa Italia, realizzando appena 2 goal e offrendo 8 assist. Decisamente migliore almeno in termini realizzativi questa stagione, con 27 presenze in gare ufficiali e 7 goal realizzati, di cui 3 in Europa League.

Difficile capire quanto possa incidere sul suo futuro il finale di stagione. Dalle ultime indiscrezioni infatti, pare che la Roma sia più ingolosita dalla possibilità di fare una buona plusvalenza, piuttosto che dalla prospettiva di far crescere un giovane calciatore sotto la guida di Fonseca ancora per qualche anno. Alla finestra ci sono Arsenal e Barcellona, con la dirigenza capitolina pronta a chiedere 40 milioni. Riuscirà qualche club a soddisfare le richieste della Roma? Discorsi che al tecnico Fonseca interesseranno ben poco, dal momento che da qui alla fine punterà sulla qualità e sulla velocità dell’esterno olandese.

CENGIZ ÜNDER 

È bastata una sola stagione positiva all’Istanbul Basaksehir per convincere la dirigenza giallorossa ad investire su di lui circa 14 milioni di euro, nell’estate del 2017. E tutto sommato nella sua prima stagione a Roma aveva sorpreso un po’ tutti, collezionando 26 presenze e ben 7 goal in Campionato. Non male per un calciatore appena ventenne proveniente dal Campionato turco. Eppure, la stagione successiva non ha rispecchiato quanto di buono fatto vedere alla prima apparizione in Italia, eccezion fatta per i 3 goal realizzati in Champions League.

In questa stagione ancora da concludere invece, l’esterno turco ha collezionato appena 20 presenze tra Campionato, Europa League e Coppa Italia, realizzando appena 3 goal e pagando negativamente in termini di condizione fisica e di presenze un infortunio importante al bicipite femorale, che lo ha tenuto lontano dai campi per quasi tre mesi. Ora, il tecnico Paulo Fonseca proverà a regalarsi una soluzione tattica in più, cercando di recuperare al meglio il classe 1997 per questo finale di stagione. Tuttavia, il suo futuro sembra ancora più scontato di quello di Justin Kluivert, con Everton, Bayern e Lipsia interessate ad acquistarlo, e con la dirigenza giallorossa pronta a trattare sulla base di 25/30 milioni, senza dimenticare il 20% sulla sua futura rivendita in favore del Basaksehir, suo ex club. Altra plusvalenza in vista, per un altro giovane talento pronto a salutare la Serie A.

NIKOLA KALINIC

Non è un giovane in rampa di lancio come gli altri due, e l’unica certezza, dati alla mano, è che la sua ultima stagione positiva risale al 2016/2017, quando con la Fiorentina realizzò 15 goal in 33 presenze. Di quel Kalinic passato poi al Milan e successivamente a Madrid sponda Atletico, neanche l’ombra. La Roma ha puntato sulla sua voglia di rivalsa, seppur con un prestito con diritto di riscatto che, molto probabilmente non verrà esercitato. Pur essendo la prima alternativa a Džeko, ha trovato pochissimo spazio, disputando appena 13 presenze ufficiali e trovando la gioia del goal solo nella partita contro il Cagliari, vinta con il risultato di 3-4 grazie proprio ad una sua doppietta.

Proprio da quella doppietta spera di poter ripartire Kalinic e, con dodici partite da disputare in poco tempo, non è da escludere che mister Fonseca possa concedere al croato qualche altra chance, proprio come con il Cagliari.

Dunque, per la Roma si preannunciano mesi caldissimi su parecchi fronti, con questioni societarie da risolvere; con un mercato pensato per costruire una rosa competitiva; e con una Champions League da riconquistare, per rivivere notti magiche come il match contro il Barcellona.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy