Roma: è tempo di riscatto per i quattro esterni in rosa

Roma: è tempo di riscatto per i quattro esterni in rosa

Il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, vuole rialzare la testa dopo un avvio un po’ deludente. Scalpitano gli esterni in rosa che ancora non si sono espressi al meglio.

di Marco Spartà, @marcosparta91

La Roma, senza i giocatori impegnati con le Nazionali (ben 13), sta svolgendo la consueta preparazione in vista dei prossimi impegni alla ripresa dalla sosta. La squadra di Eusebio Di Francesco non ha brillato in queste prime tre gare di campionato, assicurandosi solo 4 dei 9 punti totali a disposizione. Qualcuno ha già puntato il dito contro l’allenatore, ma c’è invece chi rimane fiducioso, dato che anche l’anno scorso i giallorossi avevano iniziato la stagione con il piede sbagliato. Adesso settembre rappresenta un momento di svolta non solo per Di Francesco, dato che il calendario è ricco d sfide complicate tra campionato e Champions League. Anche molti giocatori, rimasti in ombra durante l’inizio della nuova stagione, cercano riscatto e, nel caso di alcuni, un posto da titolare. Il reparto più affollato dove si sgomita per una maglia sono le corsie offensive, in cui le gerarchie non sembrano definite al 100%.

ROMA: LA SCELTA DI EUSEBIO

Il tecnico del club capitolino, sempre affezionato ad un gioco offensivo, ha a disposizione ben quattro nomi da poter ruotare a suo piacimento: Diego Perotti, Stephan El Shaarawy, Cengiz Under e Justin Kluivert. Nel 4-3-3 di mister Di Francesco c’è posto, dunque, solo per due degli esterni che nel corso della stagione dovranno guadagnarsi il posto. Durante le prime tre giornate, Di Francesco ha sperimentato molto, cambiando anche modulo (4-3-3 contro Torino ed Atalanta; 3-4-1-2 contro il Milan). Secondo le ultime indiscrezioni riportate da La Gazzetta dello Sport, l’allenatore tornerà al 4-3-3, fornendo quindi l’occasione agli esterni di tornare in campo. Ad aver contribuito al cambio di modulo ed impostazione tattica nell’ultimo impegno di campionato ci sono state le prove sottotono delle ali giallorosse che, ad esclusione di Perotti fermo ai box per un problema alla caviglia, hanno tutte avuto l’occasione di scendere in campo. Esterni a secco e Dzeko con una sola rete all’attivo, la Roma ha dovuto affidarsi alle marcature dei difensori  e dei centrocampisti: delle 5 reti totali, ben tre arrivano dal reparto arretrato ed una dal centrocampo. Tra i tre utilizzati, quello che più è riuscito ad emergere maggiormente è il talento olandese Kluivert, arrivato a Roma durante il mercato estivo. L’esterno ex Ajax, è entrato a venti minuti dalla fine contro il Torino, riuscendo a spaccare la partita con l’assist decisivo per la rete di Dzeko. Adesso, dunque, terminata la sosta, è il momento di riscattarsi e di mettere in mostra le proprie caratteristiche per dare un grosso contributo alla squadra che non sta sicuramente entusiasmando i tifosi giallorossi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy