Roma, rosso in bilancio: a rischio Zaniolo e Pellegrini?

Pallotta ha versato 20 milioni nelle casse della Roma, ma senza la ripresa il “rosso” aumenterà maggiormente.

di Mauro Maccioni
Roma, Zaniolo: è giusto parlare già di involuzione?

La Curva Sud della Roma si è espressa con una serie di striscioni contro la ripresa del campionato. Da “Non siamo complici dei vostri interessi“, a “Il gioco finisce qua“, passando per “Un calcio al pallone non cancella i decessi“, gli ultras della lupa hanno fatto capire con chiarezza la propria posizione. Per quanto il discorso sia doveroso e corretto dal punto di vista umano, dall’altra parte Pallotta sa bene cosa succederebbe in caso di non ripresa.

PALLOTTA VERSA DENARO, MA ATTENZIONE

Pallotta ha versato nelle casse giallorosse circa 20 milioni di euro per risanare il deficit fin qui creatosi. Cifra sicuramente importante ma che, in caso di stop assoluto, è destinata ad aumentare. La Roma ha raccolto questo “debito” nonostante la sospensione dello stipendio di marzo, e quindi quei 20 milioni di buco derivano solamente da botteghino e sponsor. Se lo stop proseguirà e i giocatori riprenderanno a guadagnare il proprio stipendio, si può facilmente intendere come la situazione andrà a peggiorare. Dagli Stati Uniti non risulta che Friedkin voglia riprendere le trattative e quindi è probabile una permanenza – almeno per ora – di Pallotta. E l’unico modo che si conosce per risanare quelle perdite sono le cessioni.

RISCHIO CESSIONI

Un “rosso” così sostanzioso può venir coperto in soli due modi: con il versamento di un ingente capitale – alla Elliott con il Milan, per intenderci – o con le cessioni. Dato che la prima strada è già stata seguita con i sopracitati 20 milioni, in caso di non-ripresa si opererà sul mercato. Per rientrare, ovviamente. Tra i tanti che potrebbero dire addio ci sono anche i gioielli giallorossi, tra tutti Zaniolo e Lorenzo Pellegrini. Il primo ha un valore di circa 60 milioni e attende il rinnovo dell’ingaggio, che verrebbe portato a 3 milioni netti. Il secondo ne vale la metà a causa della clausola rescissoria. Sicuramente la Roma non vuole privarsi di nessuno dei due, ma se la situazione proseguisse in questo senso – catastrofico per molte società – dei sacrifici vanno fatti. E Zaniolo e Pellegrini potrebbero essere i prescelti. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy