Roma, Fonseca: “Torna Pedro. Veretout su Milinkovic o Luis Alberto? Vedrete”

Il tecnico giallorosso ha presentato alla stampa il derby con la Lazio.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Consolidare l’attuale terzo posto in classifica e provare a strappare il secondo all’Inter è l’obiettivo della Roma e di Paulo Fonseca, che dovranno ancora fare a meno di Mirante, Calafiori, Santon, Zaniolo e Pastore.

LE DICHIARAZIONI DI FONSECA

Sul progetto a medio-lungo termine: “Sì ho visto la conferenza di Tiago Pinto. Ha parlato di questo progetto, ma ha parlato anche di ambizione ed è importante averla in tutti i momenti. Stiamo lavorando tutti insieme per essere una squadra ambiziosa che vuole vincere sempre, questo per me è la cosa più importante”.

Confermerà la stessa squadra per il derby?
“Lo vedremo domani”.

Sul suo non aver mai vinto un derby: “Ma non l’ho nemmeno perso. Sappiamo tutti che è una partita importante per tutti. Sono solo tre punti che ci giochiamo e che vogliamo vincere”.

Sulla condizione e sull’aspetto psicologico: “Nella gara contro l’Inter abbiamo finito in crescendo, penso che a volte incida di più l’aspetto psicologico. Stiamo lavorando per essere sempre più continui, abbiamo analizzato la partita di domenica e credo che i ragazzi abbiano capito cosa serve per avere sempre la stessa intensità in campo”.

Sulla formazione: “La scopriremo domani, non faccio eccezioni”.

Su Veretout in marcatura su Milinkovic-Savic o Luis Alberto: “Questa è una domanda intelligente per sapere chi giocherà. Loro hanno Milinkovic e Luis Alberto che sono molto forti, così come i loro attaccanti. Abbiamo lavorato pensando sia al loro collettivo che alle loro individualità”.

Sui cali nel secondo tempo: “Ogni partita è diversa, a volte fanno la differenza i dettagli tattici, in un’altra partita ci è capitato di non reagire bene nella ripresa. Stiamo lavorando per essere sempre più continui”.

Sui ballottaggi: “Non ho nessun dubbio di formazione per domani”.

Sulla costruzione del gioco: “L’uscita veloce è una delle caratteristiche più evidenti in Italia, tutte le squadre sono forti. La Lazio esce sempre forte in contropiede, ma abbiamo lavorato su come contrastarli”.

Sulle condizioni di Pedro: “Sta bene, sarà convocato”.

Su cosa non dovrà mancare domani: “L’aggressività”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy