Roma-Chapecoense: Florenzi torna titolare e subito al gol

Amichevole tra la Roma e la squadra brasiliana e subito fari accesi sul grande rientro di Florenzi 10 mesi dopo la rottura del crociato. Per Schick 20 minuti nel finale.

di Kenny Padulano, @KTeamLegend

Serata speciale allo Stadio Olimpico, amichevole tra la Roma e la Chapecoense in ricordo della tragedia che colpì il club brasiliano. Un’occasione per Di Francesco per testare alcuni calciatori, senza tutti i convocati dalle rispettive selezioni nazionali. Due i giocatori più attesi della serata. Il neo acquisto Patrik Schick, che però parte dalla panchina, e Alessandro Florenzi, alla prima partita dopo il grave infortunio di 10 mesi fa, titolare dal primo minuto con la fascia da capitano.

FLORENZI, SUBITO GOL E SPETTACOLO

Ed è proprio il tuttocampista di Vitinia a rubare la scena nel primo tempo. Di Francesco lo schiera sulla fascia destra, un ruolo di terzino ma particolarmente alto, in quella è quasi una difesa a tre con Ciavattini, Juan Jesus e Castan in realtà. Florenzi mette in mostra diverse buone iniziative, gioca con grande sicurezza, i compagni lo cercano sempre ed è proprio lui, con una delle sue sgroppate, a procurarsi il calcio di rigore che alla mezz’ora sblocca la partita: incursione sulla destra e tiro in porta deviato nettamente con la mano da un difensore brasiliano. Sul dischetto va lo stesso Florenzi che dopo 309 giorni torna a sorridere in campo. Bentornato Florenzi!

LA PARTITA

Il risultato finale sarà 4-1 per i giallorossi. Il meglio lo si vede nel primo tempo che si chiude sul 3-0. Dopo il gol di Florenzi è arrivato il raddoppio realizzato da Perotti confermato largo a sinistra (ma El Shaarawy è con la nazionale) con una bella giocata per smarcare il portiere su imbeccata di Gerson che gioca mezzala al posto di Strootman. Terzo gol ancora per un evidente fallo di mano in area e conseguente calcio di rigore. I giallorossi lasciano la soddisfazione del tiro dal dischetto al giovane della Primavera Antonucci che non delude e spiazza il portiere. Nella ripresa cambiano quasi tutti gli uomini in campo ma prima c’è tempo per un’altra discesa di Perotti sulla sinistra con appoggio ancora per Antonucci che deve solo appoggiare in rete il pallone del 4-0.
Emozionante il momento del gol della Chapecoense, sempre su calcio di rigore (trattenuta di Ciavattini su Dodò), con protagonista Alan Ruschel, sopravvissuto alla tragedia e applaudito da tutto lo stadio Olimpico. Poi la girandola di cambi con la Roma che di fatto si trasforma nella primavera di Alberto De Rossi. Con una eccezione di prestigio però. L’atteso Patrik Schick fa il suo esordio a circa 20 minuti dalla fine. Ancora un po’ in ritardo di condizione, e in un momento di gara poco esaltante, non ha il tempo di mettersi in mostra se non per un paio di giocate. Per i tifosi giallorossi l’attesa per vedere le sue qualità è rimandata di qualche giorno.

DI FRANCESCO A FINE GARA, FLORENZI PRONTO, SCHICK NO

Soddisfazione per il tecnico giallorosso che si è soffermato sulla prestazione del rientrante Florenzi: “Si sta allenando benissimo, con grande intensità e voglia di recuperare. In questo momento sta raggiungendo una buona condizione ma non possiamo dire che sia al top perché al 60′ era morto. Ma per quello che ho visto in campo sono molto soddisfatto.”
E poi la domanda che i fantallenatori aspettano di più: Quello di terzino può essere il suo ruolo?
“Lui si esprime esternamente veramente bene, è bravo anche ad attaccare da alto. In questa gara l’ho alzato di più per questo era più propenso ad attaccare anziché difendere, era una scelta voluta. Ha questa qualità e sono soddisfatto per quello che sta facendo, può essere una soluzione.”
E poi ancora:È un jolly, se ho un jolly lo sfrutto aldilà del fatto che può servire in diverse situazioni. Da esterno rende molto, sia da alto che da basso può fare benissimo. In questo momento siamo in difficoltà a causa degli infortuni e l’ho messo lì. Sono convinto che sarà molto utile con tutte le partite che abbiamo.”

Poi ha speso parole anche per l’esordiente Schick, ultimo colpo del mercato giallorosso. “Lui è arrivato che aveva lavorato poco con la Sampdoria, questo dobbiamo considerarlo. Ha determinate qualità e ora deve lavorare duramente per mettersi al pari con gli altri. Però ha qualità impressionante che potremo sfruttare per adesso in determinati momenti, quando ci potrà servire.”
E poi il commento che non lascia dubbi sul fatto che contro la Samp non partirà ancora dal primo minuto:Deve lavorare ancora tanto nonostante abbia detto di essere già pronto. Ha bisogno di mettere nelle gambe tanta benzina perché non ha giocato neppure un’amichevole con la Sampdoria.”

Quindi Florenzi sembra essere pronto, pur non potendo ovviamente avere 90 minuti. E contro la Sampdoria non si esclude possa arrivare il rientro anche in gare ufficiali. Schick invece è in ritardo di condizione e dunque dovrà ancora lavorare un po’, probabile panchina con la Sampdoria, con Defrel ancora titolare a destra come ha giocato anche il primo tempo questa sera, e magari chissà ultimi minuti di gara per lui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy