Napoli, Zielinski e Milik verso la bocciatura

Napoli, Zielinski e Milik verso la bocciatura

Il match vittorioso del Napoli contro il Genoa ha forse decretato la bocciatura di Milik e Zielinski da parte di Ancelotti.

di Massimo Angelucci

Ieri sera il Napoli ha conquistato tre punti importantissimi per la lotta scudetto grazie al goal di Fabian Ruiz e all’autogol di Biraschi sotto la pioggia battente di Genova, con il match che è stato anche sospeso per qualche minuto. Ma la vittoria degli azzurri, dolce per tutto l’ambiente partenopeo, ha nascosto qualche delusione personale. Due giocatori, dai quali il tecnico Carlo Ancelotti si aspettava maggior determinazione, ieri sera nel pantano di Genova hanno deluso le aspettative. Questi due giocatori rispondono ai nomi di Arkadiusz Milik e Piotr Zielinski.

LA CRISI DEL BOMBER POLACCO

Per Milik non è stata di certo una gran serata quella contro il Genoa, ha giocato 45 minuti senza aver lasciato una traccia indelebile del suo passaggio al “Luigi Ferraris”. La storia del suo match poteva prendere una piega diversa se al minuto 36 avesse realizzato il goal sull’unica palla giocabile, ma Radu è stato bravo a stopparlo e negargli la gioia della rete. Il suo score rimane fermo a sole 4 reti in 10 partite giocate, troppo poco per un giocatore come lui. Il tecnico Carlo Ancelotti, con la sostituzione al 45′, in favore di Dries Mertens, ha forse fatto capire che le gerarchie in attacco stanno per cambiare. Nei prossimi match se ne saprà di più. Per il momento possiamo dire che l’avventura azzurra di Milik non è di certo fortunata: nella scorsa stagione infatti, il polacco è stato fermato da un grave infortunio, la rottura del crociato. Infortunio che ovviamente ne ha frenato bruscamente l’ambientamento ed il suo apporto alla causa è stato minimo: 5 goal e un assist in 15 partite.

SORPASSO FABIAN RUIZ SU ZIELINSKI?

Anche a centrocampo Carlo Ancelotti è probabile che stia pensando ad un cambio di gerarchie. La prestazione del giovane centrocampista spagnolo Fabian Ruiz contro il Genoa, condita da un goal fondamentale come quello del pari, oltre al grande dinamismo mostrato in un campo impraticabile come quello ligure di ieri sera, ha forse fatto capire al tecnico partenopeo che Fabian Ruiz è il centrocampista che più fa al suo caso. La prestazione di Piotr Zielinski, che comunque fin qui è stato sempre un fedelissimo del tecnico, è stata anonima: tanta corsa e poco più. Ieri sera non è mai stato decisivo con giocate importanti e si è perso nel pantano di Genova. Forse è presto per parlare di sorpasso, ma le prestazioni di Fabian Ruiz sono state sempre ottime e non ha quasi mai deluso le attese. Anche qui il tempo ci dirà se avremo avuto ragione o meno sul cambio di gerarchie di Carletto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy