Napoli, lo specialista delle punizioni: c’è anche un insospettabile

Il Napoli di Carlo Ancelotti è letale sui calci di punizione. Quante soluzioni per gli azzurri

di Massimo Angelucci

Il Napoli di Carlo Ancelotti, oltre alla capacità di risolvere le partite negli ultimi minuti, dalla sua ha anche un’altra arma: i calci di punizione. Questa “specialità” ha risolto parecchi problemi a Cagliari, quando ormai il risultato di 0-0 sembrava ormai quello più scontato, ma Arkadiusz Milik ha trovato la parabola perfetta e regalato tre punti d’oro agli azzurri partenopei. La realizzazione dei calci di punizione, per il Napoli, potrebbe essere un’opzione fondamentale per la lotta scudetto contro la Juventus che, clamorosamente, non ha ancora segnato un goal da palla inattiva.

QUANTE FRECCE AL PROPRIO ARCO!

Lorenzo Insigne, destrorso, è la prima opzione: questa sua abilità l’ha mostrata perfettamente nel 2013 in Champions League contro il Borussia Dortmund. Una traiettoria che non ha lasciato scampo al portiere Langerak. Milik è un’altra possibilità e lo ha dimostrato anche a Cagliari, tra l’altro lui prova queste soluzioni anche in allenamento. Un altro mancino è Mario Rui, assente a Cagliari, ed è per questo che Milik ha cercato e trovato la realizzazione. Un altro in grado di calciare le punizioni, sempre mancino, è Ghoulam, assai insidioso anche sui calci d’angolo.

Per quanto riguarda il vertice destro dell’area, oltre al già citato Insigne, c’è Dries Mertens, in arte Ciro, come lo chiamano a Napoli, che è un’altra soluzione di tutto rispetto. Ultimo ma non meno importante è Simone Verdi, che a Bologna ha dimostrato di essere un ottimo realizzatore con entrambi i piedi. Senza però dimenticare Fabian Ruiz, per un tiro potente ed il jolly insospettabile Maksimovic, che grazie alla continua pratica a Castel Volturno, ha ben educato il piede destro. Salgono così a 7 gli “specialisti” agli ordini di Ancelotti: Mertens, Ghoulam, Mario Rui e Maksimovic, oltre ovviamente a Insigne e Milik. Questa caratteristica, almeno fino ad ora, è stata ben sfruttata taglio azzurri. I numeri parlano chiaro: 4 goal, dei 33 realizzati in campionato, sono arrivati da palle inattive.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy