Milan, Pioli: “Hauge può partire titolare. Kessiè? Lo valutiamo oggi”

Il tecnico rossonero ha presentato alla stampa il match casalingo contro lo Spezia.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

I lunghi preliminari di Europa League contro il Rio Ave hanno messo a dura prova il Milan, che però non ha il tempo di pensare alla stanchezza. Alle porte di San Siro c’è già lo Spezia, e mister Stefano Pioli non esclude la possibilità di turnover tra i suoi ragazzi.

LE PAROLE DI PIOLI

Su Ibrahimovic: “Ci siamo sentiti, gli ho fatto gli auguri di compleanno. È voglioso di tornare, sta bene, gli dispiace passarla così da solo con la famiglia. Gli facciamo gli auguri senza dire quanti anni ha”.

Sui playoff di Europa League: “È stata complicata, si esce più forti da queste situazioni, consapevoli di ciò che stiamo facendo. Sicuramente siamo usciti più pronti”.

Sulle condizioni del Milan: “Non ci si ferma se si è stanchi, ma solo quando il cammino è concluso. Il nostro è un percorso lungo, ci abitueremo a questi impegni. A qualche giocatore ho chiesto uno sforzo importante viste le tante assenze, valuterò bene oggi perché abbiamo avuto supplementari e rigori giovedì. I giocatori e io ci dovremo abituare a fare rotazioni per non far venire meno l’intensità mentale”.

Sul ballottaggio in attacco:Ci sono varie possibilità, vediamo. Abbiamo anche 5 cambi a disposizione e possiamo modificare in corsa”.

Su Hauge titolare: “Potrebbe essere, anche se l’abbiamo conosciuto solo ieri in allenamento. A livello fisico sta bene, in Norvegia aveva giocato già 20 gare ufficiali. Sarà convocato, poi vedremo”.

Su Tonali: “Tutte le situazioni in cui gioca o si allena sono importanti, per conoscere meglio i compagni. A Crotone aveva fatto già bene, su Sandro punto perché è forte, è un titolare del Milan. Più ne abbiamo e meglio è perché sarà una stagione dura”.

Sulle condizioni di Kessiè: “Vedremo oggi, ha tirato tanto la carretta, oggi valutiamo”.

Sull’arrivo di Dalot: “Quando e se arriverà, ne parlerò. Il difensore centrale? Manca ancora qualche giorno, aspettiamo e poi vediamo”.

Sul turnover contro lo Spezia: “Valuterò a fondo su chi puntare e chi ci può dare una mano in corsa. L’inizio è dispendioso, lo sapevamo. Farò rifiatare qualcuno successivamente, ora dobbiamo chiudere a denti stretti il primo ciclo”.

Su Maldini o Colombo titolare:Vedremo. Pensavo di non dare punti riferimenti al Rio Ave con Maldini, qualche volta ci siamo riusciti, altre no. Vediamo cosa ci servirà domani”.

Sul ruolo di Hauge: “Lo avevo visionato già, gioca prevalentemente a sinistra e sulla trequarti. Può giocare anche a destra, ha tecnica e velocità. Devo capire dove utilizzarlo. È un giovane con belle qualità, avere uno contro uno e velocità è importante nel calcio moderno. Arriva da un calcio diverso, con metodi di lavoro diversi. Avrà bisogno di inserirsi, ma ci darà soddisfazioni”.

Su Castillejo: “Può fare meglio, non è al top fisicamente. Vale per lui come per altri. Molti dei nostri hanno dovuto saltare la gara, ci vuole lucidità nei giudizi. Sa che deve lavorare e recuperare la condizione”.

Su Rafael Leao: “Rafa è una settimana che si allena con noi, se non avessimo avuto le problematiche di Ibra e Rebic avrebbe avuto più tempo per recuperare. Deve crescere e recuperare, soprattutto fisicamente. Lo dobbiamo aspettare, sa di poter essere importante”.

Su pregi e difetti di Brahim Diaz: “Ci dà soluzioni nell’uno contro uno, può migliorare però nel posizionarsi tra le linee e nell’attaccare l’area con decisione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy