Milan, Donnarumma potrebbe non essere il futuro in porta

Milan, Donnarumma potrebbe non essere il futuro in porta

Il contratto del talentuoso portiere scade nel 2021 ma, causa ingaggio, il rinnovo è difficile

di Mauro Maccioni
Milan, infortunio Donnarumma: a rischio il Genoa?

Se si pensa al Milan attuale la prima immagine è, subito dopo Ibrahimovic, Donnarumma. Si pensa a lui perché, in una polveriera come quella rossonera, pochi nomi riescono a far filtrare la propria luce. E l’unico, oltre al campione svedese, è un ragazzone di 21 anni che ha già messo a segno 190 presenze. Ma, con Gazidis al comando, un allungamento del contratto attuale oltre al 2021 è molto difficile e Donnarumma sembra destinato ai saluti.

INGAGGIO FUORI PARAMETRO

Il problema principale è l’ingaggio. Donnarumma aveva rinnovato dopo un’estate tormentata e Mirabelli aveva ceduto alle richieste con un contratto da 6 mln a stagione. Una conquista per il ragazzo, al tempo criticatissimo, ma che ora è un ostacolo quasi insormontabile. Donnarumma dice da sempre di essere un cuore rossonero ma, se vuole davvero diventare una bandiera, l’unica strada percorribile è quella di un netto sacrificio. Gazidis, e quindi Eliott, non sono pronti ad imbarcarsi in un rinnovo così oneroso e l’addio è quanto mai probabile. Altro problema: l’emergenza coronavirus e la rivoluzione societaria. In questo momento storico e con l’addio di Boban, Massara e Maldini, sedersi al tavolo per trattare il rinnovo è quasi impossibile.

POSSIBILE OCCASIONE E PROBABILI DESTINAZIONI

Cosa comporta ciò? Che Donnarumma rischia di liberarsi a zero. Il contratto scade nel 2021 e, se non si arriva a un’intesa, già da gennaio Donnarumma sarà libero di trattare con le società che lo cercano. Poi, da febbraio, si potrà già formalizzare il tutto. Sarebbe, da un lato, il colpo perfetto, dall’altro il massimo smacco ipotizzabile per i rossoneri. Anche se il peggiore scenario non si realizzasse, Donnarumma vede comunque il prezzo del suo cartellino ridursi drasticamente. Non tanto per le prestazioni, quanto per ciò che è stato appena riportato: con la scadenza così vicina è impensabile un’offerta monstre. A maggior ragione, dunque, i top club ci proveranno, ora come non mai. I più interessati sono sempre i parigini del PSG, che avevano cercato Donnarumma già quest’estate. Oltre a loro, anche le inglesi Manchester United – che vuole sostituire De Gea -, City ed Everton ci pensano fortemente. Difficile, ma non impossibile, il futuro in Italia alla Juventus, mentre in Spagna vanno più cauti. Ma è innegabile che tutta Europa stia monitorando la situazione.

Il futuro di Donnarumma è incerto e Gazidis deve decidere al più presto cosa fare. Quello che è certo è che, ancora una volta, rinizia la telenovela Donnarumma. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy