Milan, Calhanoglu sempre al centro: anche Rangnick punta su di lui

Milan, Calhanoglu sempre al centro: anche Rangnick punta su di lui

Il turco, per quanto criticato, è sempre stato utilizzato con continuità. E con Rangnick il “fattore tedesco” potrebbe essere importante

di Mauro Maccioni

Se ai tifosi milanisti si chiede di Calhanoglu sono ben pochi quelli che rispondono entusiasti. Tra un “Non ha mai giocato nel suo ruolo” e un “è un buon giocatore“, ci scappa sempre il commento malizioso di chi proprio non lo sopporta. Eppure, nonostante il giudizio più o meno unanime del tifo, Calhanoglu è sempre in campo, indifferentemente da chiunque sieda sulla panchina.

PUNTO FERMO

Come detto, tranne qualche partita Calhanoglu è sempre tra i titolari. A partire da Montella per arrivare a Pioli, passando per Gattuso e Giampaolo, il turco si è sempre fatto trovare pronto. E nessuno dei sopracitati allenatori ha mai fatto a meno di lui. Se le critiche dei tifosi sono così feroci rispetto al giudizio che ne danno i tecnici, un motivo ci deve essere. E, effettivamente, lo si trova abbastanza facilmente. Troppo spesso chi guarda dall’esterno non si concentra su cose diverse dalla giocata, ma gli allenatori guardano altro, è spesso ciò è più importante della resa palla al piede. Calhanoglu, quel ruolo “invisibile”, lo compie alla grande. Infatti, il turco corre tanto e corre bene, aiutando spesso in fase difensiva e ricoprendo molti buchi lasciati dai compagni. Insomma, il suo lo fa: per questo gli allenatori lo apprezzano.

FUTURO

Bisogna comunque dire che non si sta parlando di un campione assoluto, e negare che abbia disatteso le aspettative vuol dire essere in malafede. Era arrivato con la nomea di essere un tiratore eccezionale, ma i numeri dicono che Calhanoglu ha la minore percentuale in Europa di reti in rapporto ai tentativi. Dati abbastanza eloquenti. In ogni caso, il turco continua a piacere per le sue caratteristiche e anche Rangnick pare apprezzarlo. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta, il tedesco lo ha già contattato per una chiacchierata informale. Calhanoglu, con il suo passato in Bundesliga, permetterebbe al neotecnico di entrare in contatto con il gruppo rossonero. Il contratto di Calhanoglu scade nel 2021 e il Milan probabilmente lo rinnoverà, perché, come abbiamo già sottolineato, Calhanoglu alla fine dei conti piace a tutti. Rangnick compreso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy