LIVE – Ultime dai campi 6a giornata: Formazioni, Infortunati, Convocati, News

LIVE – Ultime dai campi 6a giornata: Formazioni, Infortunati, Convocati, News

Tutto il Fantacalcio minuto per minuto: in questa rubrica costantemente aggiornata potrete trovare tutte le ultime news utili allo schieramento delle formazioni!

di Giovanni Sichel, @SichelGiovanni

Seguite con noi tutti gli aggiornamenti in questo articolo – effettuando spesso un refresh della pagina – dove troverete in evidenza tutte le ultime news per schierare al meglio la vostra formazione al Fantacalcio, con i convocati, gli indisponibili dell’ultima ora, le news sugli infortunati e tanto altro.

ULTIME DAI CAMPI 6a GIORNATA: FORMAZIONI, INFORTUNATI, CONVOCATI E ULTIME NEWS


MARTEDÌ 25/09

14:20 – CONFERENZA PARMA – In conferenza stampa D’Aversa è ad ora il migliore di oggi nell’eludere le domande dei giornalisti che vorrebbero qualche anticipazione sul match di domani. Eppure non ci casca neanche una volta, anche se, leggendo fra le righe, qualcosa la si può anche cogliere: “Dare continuità è sempre la cosa migliore ma quando hai tre gare in una settimana pensi a fare dei cambi, magari qualcuno non ha recuperato al 100%. In difesa e in avanti ho tante alternative, le difficoltà sono a centrocampo avendo quattro giocatori per tre ruoli. Bisognerà considerare la condizione fisica, il non farsi male e il fatto che dopo giocheremo in casa con l’Empoli. Il pensiero mio è di mettere i migliori contro il Napoli. Gervinho nel finale può essere devastante per le difese avversarie però bisogna avere motivazioni più che valide per privarsene dall’inizio. Se riesce a giocare con continuità è preferibile metterlo in campo dal primo minuto: anche se si prende delle pause, nell’arco dei 90 minuti può avere delle situazioni o delle giocate che possono rivelarsi decisive. Se volete sapere se gioca o non gioca non ve lo dico. Stulac era andato in Nazionale, aveva avuto l’influenza, si era allenato poco con noi, era debilitato. Ha giocato un’ottima partita col Cagliari. Un giocatore del genere può essere decisivo anche sulle palle inattive e a volte anche questo sposta gli equilibri delle partite. Ciciretti? Potrebbe anche partire dall’inizio, l’infortunio è stato messo da parte. Mi sarebbe piaciuto dargli più spazio in precedenza, adesso bisogna considerare che sarebbe la prima da titolare dopo tanto tempo

14:05 – CONFERENZA ROMA – Che il momento sia delicato lo si capisce anche dalla conferenza stampa che serve a mister Di Francesco per presentare il match. Fra le notizie, la più importante, è l’infortunio di Perotti. Ecco le sue parole: “Ci sono tante partite da fare, giocherà uno fra Dzeko e Schick. Giocando sabato il derby e poi la Champions farò una valutazione. Karsdorp? Scelta tecnica, non ci sono state liti. Lui deve lavorare meglio per riconquistare le posizioni. Perché Kluivert a destra e Marcano terzino? L’anno scorso con El Shaarawy a destra sono passato per fenomeno. Kluivert è un ala, chi ve lo dice possa giocare solo a sinistra? È un esterno offensivo, ha avuto 2-3 palle gol. Su Marcano siamo d’accordo. Cerco di non mettere i giocatori in difficoltà. Sul gol di Mattiello, Marcano c’entra relativamente. Pastore? Proveremo a trovare la situazione migliore. Può fare la mezzala e il trequartista, cercheremo di aiutarlo, sono qua per questo. Vedremo alla fine chi ha ragione. Sono sicuro di poter dare la possibilità a tutti di trovare il ruolo giusto. Perotti si è fatto male ad un flessore e speriamo di averlo a disposizione contro l’Empoli

13:25 – CONFERENZA UDINESE – Mister Velazquez si presenta ai microfoni della sala stampa per presentare il match che vedrà impegnati i suoi bianconeri contro la Lazio di Simone Inzaghi: “Balic ha avuto un piccolo risentimento in allenamento ma non sappiamo ancora l’entità dell’infortunio. Domani non sarà disponibile ma non so dire niente di più preciso. Punto molto sull’equilibrio tra la fase offensiva e quella difensiva. Barak sta molto meglio, si sta allenando bene e con buon ritmo. Valuterò dopo l’allenamento di questo pomeriggio.

12:45 – CONFERENZA BOLOGNA – Anche mister Inzaghi ci svela qualche novità sulla formazione che incontrerà la Juventus allo Stadium, ma ecco a voi le sue parole: “Contro la Juventus non ci sarà nulla da perdere e tutto da guadagnare. L’Udinese si prepara facendo bene domani. Mi dispiace essere corti, abbiamo fuori tanti giocatori, siamo contati soprattutto a centrocampo. Dovrò capire se rimanere così o se cambiare modulo. L’allenamento di oggi mi chiarirà le idee. Poli out ma non è grave, Svanberg ha ricevuto un colpo in testa e difficilmente recupererà. Dopo la sosta recuperiamo tutti e quando saremo al completo potrò sbizzarrirmi. Santander andrà valutato perché domenica mi ha chiesto il cambio. In questo momento non ho ancora pensato alla formazione. Sono tranquillo perché so che chi giocherà venderà cara la pelle

12:30 – CONFERENZA JUVENTUS – Chi va controcorrente è invece Allegri che parla apertamente di dubbi e certezze. Da Alex Sandro a Bernardeschi, passando per Kean, Mandzukic e Barzagli. Ecco le sue parole: “Bentancur? Domani ha ottime possibilità di giocare, rientrerà Matuidi e sceglierò uno tra Pjanic ed Emre Can. Deve credere di più nelle sue possibilità, ha qualità importati. Dovrà segnare e fare qualche assist. Perin domani gioca. Chiellini? Riposa, il dubbio è su Alex Sandro. Altrimenti Cancelo a destra. A meno che non giochi Bernerdeschi. Dybala gioca, ha bisogno di giocare. Ora viene valutato anche se fa gol. Kean domani è una possibilità. Mandzukic dovrebbe riposare, quindi Kean ha ottime opportunità, un’opzione a cui avevo già pensato per la partita contro il Frosinone. Bernardeschi? L’altro giorno ha giocato da mezzala. E ha fatto bene da esterno a Valencia. E’ cresciuto tanto, i meriti sono solo i suoi. Da quando è arrivato alla Juventus ha capito che dovrà migliorare sia fisicamente, sia mentalmente. Spinazzola sta recuperando. Poi gli toccherà fare le partitelle, mentre Barzagli è recuperato e può giocare. Come i cavalli vecchi, non hanno tanto bisogno di allenarsi.

12:15 – CONVOCATI INTER – Diramata la lista ufficiale dei convocati di mister Spalletti:

PORTIERI: Handanovic, Padelli, Berni.

DIFENSORI: De Vrij, Ranocchia, Asamoah, Miranda, Dalbert, D’ambrosio, Skriniar.

CENTROCAMPISTI: Gagliardini, Vecino, Nainggolan, Joao Mario, Brozovic, Borja Valero.

ATTACCANTI: Icardi, Lautaro Martinez, Keità, Politano, Perisic, Candreva.

12:00 – CONVOCATI FIORENTINA – Ecco gli uomini convocati da mister Pioli per la trasferta di San Siro:

PORTIERI: Lafont, Dragowski, Ghidotti;

DIFENSORI: Biraghi, Ceccherini, Diks, Hugo, Hancko, Laurini, Milenkovic, Pezzella;

CENTROCAMPISTI: Benassi, Dabo, Edmilson Fernandes, Norgaard, Gerson, Veretout;

ATTACCANTI: Chiesa, Eysseric, Mirallas, Pjaca, Simeone, Thereau, Vlahovic.

11:45 – CONFERENZA INTER – Anche Spalletti non si sbottona, rivelando soltanto due curiosità: Vrsaljko non sarà a disposizione e Nainggolan deve giocare! Ecco le sue parole: “Ho trovato uno spirito corretto in allenamento. Sono tutti disponibili eccetto un problema alla caviglia di un calciatore (Vrsaljko ndr). È difficile fare bene in tutte le partite anche se ogni elemento è sostituibile. Diventa essenziale portare ogni giocatore al livello pari del blasone del club. Ci siamo vicini. Nainggolan ha bisogno di giocare? In questo momento si. Chiaro poi che nell’agonismo delle partite si accumula stanchezza, ma per adesso meglio che giochi. Stiamo bene e abbiamo necessità di portare a casa altri punti. La Fiorentina è allenata da un tecnico bravo che conosco bene e mi garba anche come persona. Allena una squadra moderna e che sta bene. Pioli ha trovato una unità con il suo ambiente. Se mi chiedete cosa toglierei alla Viola risponderei Firenze. Sono persone senza peli sulla lingua, contenti e partecipi del momento della squadra. Hanno un calciatore come Chiesa che spacca le tattiche della partita con l’uno contro uno in maniera forte. Ma anche noi siamo forti. I nostri tifosi si faranno ancora sentire.

11:30 – CONFERENZA FIORENTINA – Moda di questo inizio stagione è non sbilanciarsi e Pioli, molto sensibile alle mode, decide di rispettarla in pieno non mostrando nessuna delle sue carte in vista del match casalingo contro l’Inter. Ecco le sue parole: “Dalla partita dell’anno scorso è cambiato tutto, era la prima giornata ed eravamo completamente nuovi. Adesso siamo squadra, ce la vogliamo giocare, andremo per dare il massimo sapendo le difficoltà di affrontare una squadra costruita per fare la Champions e avvicinarsi alla Juve in campionato. Formazione? Qualcosina cambierò, siamo alla quarta partita in dieci giorni e abbiamo speso tante energie, però allo stesso tempo vogliamo dare continuità a cosa stiamo facendo. Mi piace giocare alla pari con gli avversari, l’Inter ha avuto i nostri stessi impegni e quindi ci troviamo nelle stesse condizioni. Affrontiamo una squadra forte, che ha vinto le ultime partite nel recupero, segnali di mentalità e di stato psico fisico importante. Vlahovic? Sarà convocato con noi, ha messo minuti nelle gambe con la Primavera. Graiciar invece non sarà convocato, ma sta meglio e spero nel fine settimana possa andare lui a giocare con la squadra di Bigica.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy